Tom Cruise evacuato da Venezia

| L’attore era arrivato in città insieme a tutto il cast per girare alcune scene del nuovo capitolo di “Mission: Impossibile”, ma ha preferito ripartire per il Regno Unito

+ Miei preferiti
L’improvvisa e violenta comparsa del coronavirus in Italia ha fatto una vittima eccellente: Tom Cruise, L’attore americano, insieme al cast e alla produzione, è stato colto di sorpresa mentre si trovava a Venezia per girare alcune scene del settimo capitolo della saga “Mission: Impossibile”.

Il copione prevedeva alcune sequenze altamente spettacolari da realizzare nei punti più caratteristici della città lagunare, e a Venezia da settimane si erano ammassati i sofisticati materiali di scena, ma la produzione è stata bloccata a data da destinarsi, con probabile slittamento dell’uscita nelle sale del film. “Per la sicurezza e il benessere del cast e della nostra troupe, e per la volontà del governo locale veneziano di bloccare le riunioni pubbliche in risposta alla minaccia del coronavirus, stiamo modificando il piano di produzione”, si legge in un comunicato ufficiale della “Paramount Pictures”.

Cruise, che era giunto a Venezia lo scorso fine settimana in attesa dell’inizio delle riprese, è rimasto confinato insieme al cast all’interno del lussuoso “Gritti Palace”, e proprio in queste ore sarebbe stato “evacuato d’urgenza” nel Regno Unito.

Un portavoce della produzione ha spiegato che il cast e la troupe erano parecchio “spaventati” perché il numero di morti per coronavirus in Italia è in costante aumento. “Ci sono stati incontri con le autorità, ma è chiaro che c’è un grave rischio nella zona. Fermare tutto questo è estremamente costoso, ma non c’è modo per chiunque sia coinvolto nella pellicola di correre il rischio di restare a Venezia. Il ritiro è in corso, a cominciare da alcuni dei grandi nomi che attraverso i loro jet privati stanno lasciando l’Italia il più rapidamente possibile. Molti del cast tecnico stanno facendo lo stesso: è un brutto periodo per stare in giro”.

Cinema
Hollywood contro i Golden Globes
Hollywood contro i Golden Globes
Il mondo del cinema si compatta contro la Hollywood Foreign Press, l’associazione giornalistica che gestisce i premi pre-Oscar, accusata di essere sessista e non inclusiva
La dolce vita del paparazzo
La dolce vita del paparazzo
Tazio Secchiaroli ispira Federico Fellini per il personaggio del fotografo che insegue Mastroianni ne “La dolce vita”. Discordi le teorie sull’origine del nome scelto dal regista che diventa sinonimo di fastidioso fotoreporter
Black Panther è morto
Black Panther è morto
L’attore Chadwick Boseman se n’è andato a 43 anni per un cancro al colon. Il dolore di Hollywood per il primo afroamericano a entrare nella saga dei Marvel Studios
L’addio alle scene di Cameron Diaz
L’addio alle scene di Cameron Diaz
A due anni dall’annuncio della fine della carriera, l’attrice californiana parla della sua decisione: “Ho finalmente tempo per me”
Muore un attore di «Twilight»
Muore un attore di «Twilight»
Il corpo di Gregory Tyree Boyce trovato insieme alla fidanzata Natalie Adepoju nel loro appartamento di Las Vegas. Secondo alcune indiscrezioni, la polizia avrebbe rinvenuto la presenza di “polvere bianca”
Polanski trionfa ai César fra le proteste
Polanski trionfa ai César fra le proteste
Il regista polacco premiato per il film “J’accuse”, ma la cerimonia guastata da fischi e violente proteste all’esterno della sala
È morto Kirk Douglas
È morto Kirk Douglas
A 103 anni, si è spento l’ultimo di una generazione di grandi attori del “golden age” di Hollywood
Addio all’attore Stan Kirsch
Addio all’attore Stan Kirsch
Conosciuto per il telefilm "Highlander", si è impiccato nella sua casa di Los Angeles. Sconosciuti i motivi del gesto, ma da oltre 10 anni non riusciva più a trovare lavoro
Axel Foley sta tornando
Axel Foley sta tornando
Per il simpatico agente di polizia che ha dato la notorietà a Eddie Murphy è pronto il quarto capitolo, questa volta diffuso da Netflix
Catherine Deneuve in gravi condizioni
Catherine Deneuve in gravi condizioni
La grande diva francese ricoverata d’urgenza a Parigi: per la famiglia la causa è un momento di forte stress dovuto al super-lavoro. Cautela dei medici