Woody Allen contro Jeff Bezos

| Il regista fa causa al boss di Amazon che gli ha bloccato un film dopo le accuse di abusi in famiglia che sono state però archiviate. Ora vuole un risarcimento di 68 milioni di dollari

+ Miei preferiti

"Amazon ha provato a giustificare il blocco del film riferendosi alle accuse senza fondamento di una 25enne contro il signor Allen ma le accuse erano già note ad Amazon e al pubblico prima che Amazon sottoscrivesse quattro accordi separati con il signor Allen. Questo non offre basi legittime perché Amazon possa rinnegare le sue promesse". Woody Allen è furibondo con Jeff Bezos, il boss di Amazon che non diffonde il suo film dopo le accuse di abusi sessuali in famiglia, peraltro smentite anche da altri membri della famiglia.  La società di Jeff Bezos gli deve pure 9 milioni di dollari per la produzione del suo ultimo film che ha personalmente finanziato. "A rainy day in New York", interpretato da Timothee Chamalet, Elle Fanning e Jude Law, sarebbe dovuto uscire nelle sale nel 2018. Ora i suoi avvocati hanno avviato una causa nel Tribunale di New York con la richiesta di risarcimento da 68 milioni di dollari contro il colosso dell’e-commerce che avrebbe violato il contratto per 4 film con il regista siglato nel 2016. “A rainy day in New York” sembra sia stato definitivamente bocciato, nonostante l’obbligo contrattuale a farlo uscire, secondo le accuse del regista. La decisione di tenere il film ancora nel freezer è stata presa dopo le accuse di molestia ad Allen da parte della figlia Dylan Farrow. Allen ha sempre negato: dalle indagini non sono emerse prove e il caso è stato chiuso. Woody Allen contro Amazon. Il mostro sacro del cinema ha avviato un'azione legale da 68 milioni di dollari contro il colosso dell'e-commerce che avrebbe violato il contratto per 4 film con il regista siglato nel 2016. L'ultima pellicola di Allen, "A rainy day in New York" sembra sia stata definitivamente accantonata, nonostante l'obbligo contrattuale a farlo uscire, secondo le accuse del regista. La decisione di relegare negli scaffali il film è stata presa dopo le accuse di molestia ad Allen da parte della figlia Dylan Farrow, avvenute oltre due decenni fa. Allen ha sempre negato: dalle indagini non sono emerse prove e il caso era stato defintivamente chiuso.

Cinema
Catherine Deneuve in gravi condizioni
Catherine Deneuve in gravi condizioni
La grande diva francese ricoverata d’urgenza a Parigi: per la famiglia la causa è un momento di forte stress dovuto al super-lavoro. Cautela dei medici
L’America dolente di Bruce
L’America dolente di Bruce
Western Stars, prima pellicola che Springsteen firma da regista, raccoglie i brani del suo album omonimo e immagini della West Coast, dove il sogno americano è più vero, ma fa anche più male
Demi Moore, un ritratto intimo
Demi Moore, un ritratto intimo
È in uscita “Inside Out”, l’autobiografia di un’attrice che per lunghi anni è stata una delle regine di Hollywood. Un racconto che parte dall’infanzia, dal tentativo di suicidio della mamma e da uno stupro subito a 15 anni
È morto Carlo Delle Piane
È morto Carlo Delle Piane
L’attore romano, 83 anni, si è spento a Roma: una carriera iniziata per caso, con 110 film interpretati al fianco dei più grandi attori e registi
Il cupo profeta e filosofo di Easy Rider
Il cupo profeta e filosofo di Easy Rider
Cannes 2019, fra party e red carpet
Cannes 2019, fra party e red carpet
Un calendario fittissimo di anteprime, con mezza Hollywood attesa sulla scalinata del Palais du Cinema. Un solo italiano in gara, Marco Bellocchio, e Palma d’Oro alla carriera ad Alain Delon
Il fascino del male, la doppia vita del bel Ted
Il fascino del male, la doppia vita del bel Ted
Nelle sale italiane il film sul serial killer Usa Ted Bundy, che uccise decine di donne negli anni '70. Niente effetti splatter, ma un'acuta ricostruzione della personalità attraverso i flashback dell'ultima compagna
'Avengers: endgame', capolavoro o super-cazzola?
Il film Marvel che ha sbancato il botteghino di tutto il mondo fa discutere: dura recensione de Linkiesta ("Fallimento totale") ma per molti lascerà una traccia nella storia. Citazioni per iniziati. Il gioco della memoria
Nicolas Cage, sposato per 4 giorni
Nicolas Cage, sposato per 4 giorni
Matrimonio lampo per l’attore, protagonista di numerose pellicole di grande successo. Preoccupato per un ex compagno della moglie, l’ha sposata e subito chiesto il divorzio
La Manson Family secondo Tarantino
La Manson Family secondo Tarantino
Primo trailer per “Once upon a time in Hollywood”: un’infilata di star per celebrare la capitale mondiale del cinema negli anni Sessanta, con il sangue nel ruolo di comprimario