Delitto Pecorelli, riaperte le indagini

| La sorella del giornalista Mino Pecorelli, ucciso dopo gli articoli sul sequestro Moro pubblicati dalla sua rivista OP, ha affidato a un avvocato il compito di presentare un esposto: "Abbiamo nuovi elementi, voglio solo la verità"

+ Miei preferiti

La sera del 20 marzo 1979 quattro colpi di pistola calibro 7,65, con i rari proiettili di marca Gevelot, misero fine alla vita del giornalista avvocato Mino Pecorelli. Oggi, 40 anni dopo, la sorella Rosita, chiede di riaprire le indagini sull'omicidio del giornalista ucciso a Roma all’indomani della pubblicazione, sulla sua rivista OP, di alcuni scoop sul caso Moro. Un'istanza sarà depositata il 17 gennaio alla procura della capitale dal suo legale, l'avvocato Valter Biscotti. Vincenzo Vinciguerra (ex estremista di estrema destra) aveva rivelato al giudice Guido Salvini nel 1992, di sapere il nome di chi aveva avuto in custodia la pistola usata dal killer. Verbale poi trasmesso alla procura di Roma i cui accertamenti non portarono però ad alcun risultato concreto. L'avvocato Biscotti ritiene ora di avere acquisito nuovi elementi, scrive l’Ansa, legati alla deposizione di Vinciguerra che porterebbero a individuare la possibile arma del delitto Pecorelli. L'omicidio di Mino Pecorelli, direttore di Op, Osservatorio politico, è uno dei casi irrisolti più controversi ed inquietanti della storia giudiziaria italiana. "Cerco la verità e non mi arrenderò finché non l'avrò scoperta": Rosita Pecorelli commenta così la decisione di chiedere la riapertura dell'indagine sull'omicidio del fratello Mino. E' quanto appreso dall'ANSA. "Voglio solo sapere chi ha ucciso mio fratello" ribadisce. L'avvocato Valter Biscotti si è detto "onorato" di rappresentare Rosita Pecorelli. "A mio giudizio - spiega - ci sono elementi tali da consentire ulteriori accertamenti. E' un atto dovuto a Pecorelli, per continuare a cercare la verità”. La storia di un giornalista quasi diventato per caso, era infatti un avvocato specializzato in diretto alimentare che negli Anni ’70 divenne addetto stampa del ministro dc Fiorentino Sullo e poi lasci la professione per dedicarsi a un giornalismo fatto di scoop raccolti nelle stanze più segrete del potere. Attaccava i potenti della Dc di allora, da Andreotti a Leone, ma non sempre era in grado di dimostrare la verità di quanto scriveva. Del delitto fu accanto anche lo stesso Andreotti, che però fu assolto da ogni accusa. 

 
Cold Case
Una settimana per risolvere il caso di Maddie
Una settimana per risolvere il caso di Maddie
È quanto promette un medico forense americano, grazie ad una tecnica innovativa e molto più sofisticata del suo laboratorio. Un’analisi che ha permesso di dare un nome ai resti delle vittime dell’11 settembre
Risolto un duplice omicidio di 46 anni fa
Risolto un duplice omicidio di 46 anni fa
Janice e Lynn, due amiche di 19 anni, furono trovate morte nel cottage di una località di mare della Virginia. Le nuove tecniche investigative hanno permesso di risalire all’assassino: un uomo che oggi ha 80 anni
Emanuela Orlandi, inchiesta in Vaticano
Emanuela Orlandi, inchiesta in Vaticano
Per il legale e il fratello della ragazza scomparsa 35 anni fa si tratta di una “svolta storica”. Probabile l’apertura di una tomba nel cimitero teutonico
“Maddie è viva”
“Maddie è viva”
Un documentario Netflix, diffuso in tutto il mondo, promette rivelazioni shock da esperti, investigatori e poliziotti che dal 2007 seguono il caso della scomparsa della piccola
"Ti giuro, non ho fatto nulla a tuo fratello"
"Ti giuro, non ho fatto nulla a tuo fratello"
Le lacrime della serial killer Myra Hindley che, con l'amante Ian Brady, uccise 7 bambini. Incontrò il fratello di Keith in carcere ma non gli rivelò dove fu sepolto. Gli "assassini della brughiera"
La beffa del serial killer alla famiglia di un bimbo ucciso
La beffa del serial killer alla famiglia di un bimbo ucciso
Ian Brady e Myra Hindley, negli Anni '60, uccidevano bambini e li seppellivano in campagna. Nel '91 Brady inviò una lettera al frettlo di Keith, 12, in cui prometteva di rivelare il luogo della sepoltura. "La polizia ci aiuti"
La polizia inglese vicina a risolvere un cold case
La polizia inglese vicina a risolvere un cold case
In un campo poco distante da dove viveva, la polizia sta cercando il corpo di Linda Razzell, scomparsa nel 2002. Uno dei tanti omicidi irrisolti che gravano sulla zona
Uccise la piccola Linda 46 anni fa: arrestato
Uccise la piccola Linda 46 anni fa: arrestato
Linda O’Keefe è stata strangolata nel luglio del 1973 da qualcuno che pensava di averla fatta franca. Le nuove tecniche di genealogia forense hanno permesso di individuarlo con certezza
Il macabro mistero della nave fantasma
Il macabro mistero della nave fantasma
La nave olandese "Ourang Medan", affonda nel '48 nello stretto di Malacca. I corpi dei marinai avevano bocca e occhi spalancati, in un'espressione di terrore. Un documento CIA: "E' la chiave dei molti misteri insoluti"
Il serial killer disegna i volti
delle donne che ha ucciso
Il serial killer disegna i volti<br>delle donne che ha ucciso
L'Fbi diffonde 34 immagini dei volti di donne uccise dal 1970 al 2005 emersi dalla memoria dell'assassino, autore di 90 delitti e già condannato a morte, con la speranza che familiari o amici possano riconoscerle