Le prove sul killer di Maddie non sono sufficienti

| Lo dice la procura tedesca, aggiungendo che la giustizia un processo per omicidio può avvenire solo in presenza di prove inconfutabili

+ Miei preferiti
Preoccupano, le parole di Hans Christian Wolters, procuratore del Braunschweig, a proposito della pista che sembrerebbe aver finalmente dato un nome e un volto all’assassino di Maddie McCann. Secondo la procura tedesca, le prove che un uomo incarcerato per un altro crimine, abbia ucciso 13 anni fa la bimba inglese ci sono, ma non sono sufficienti per trascinare il sospetto in tribunale. L’angosciante mistero del destino della piccola Maddie è un caso che ha travalicato il Regno Unito per fare il giro del mondo, e dopo anni di piste false, accuse infondate e scarsissimi progressi, era stata vista come una svolta importante. L’improvvisa accelerazione è arrivata dopo un potenziale collegamento tra la scomparsa di Maddie e quella di Inga, una bambina di cinque anni svanita nel nulla in Germania nel 2015.

“Le cose stanno così: abbiamo un sospetto, conosciamo il nome, abbiamo una foto, sappiamo dove si trova al momento, cioè in galera in Germania, e abbiamo indizi precisi che ci portano a ritenere che sia l’assassino di Madeleine McCann. Ma per la giustizia tedesca, al momento le prove sono al di sotto del livello necessario per portare le accuse in tribunale condannarlo”.

Secondo la legge tedesca, un caso di omicidio può essere aperto solo se ci sono prove sufficienti a rendere la condanna più probabile dell’assoluzione. Friedrich Fuelscher, avvocato che rappresenta Christian Brueckner, il sospetto, ha ricordato di non aver ancora avuto il permesso di fissare un colloquio con il cliente, limitandosi a consigliarlo di “avvalersi della facoltà di non rispondere”.

La procura ha ribadito di non avere alcuna prova che indichi che Maddie McCann sia ancora viva: “Sulla base degli indizi, presumiamo oltre ogni ragionevole dubbio che la piccola sia morta. Comprendiamo che i genitori, almeno fino al ritrovamento del corpo, nutrano la giustificata speranza che loro figlia sia ancora viva, ma dal nostro punto di vista non c’è un solo elemento che ci porti a dubitare di un finale purtroppo tragico”. Gli investigatori sono “quasi certi” che il sospetto abbia commesso crimini sessuali contro altre persone: “Non sappiamo se si tratta di cittadini britannici o tedeschi, ma siamo sicuri che ci siano altre vittime”.

Cold Case
Caso Maddie, la polizia scava in un giardino ad Hannover
Caso Maddie, la polizia scava in un giardino ad Hannover
Si trova all’interno di un’ex residenza di Christian Brueckner, il principale sospettato. Sul posto ruspe, cani poliziotto e agenti della scientifica
Quasi risolto il caso di Maddie McCann
Quasi risolto il caso di Maddie McCann
Lo dice il padre dell’ex fidanzata del principale sospettato Christian Brueckner, interrogato per capire il coinvolgimento della donna nel sequestro e la probabile morte della bimba inglese
Maddie, avviate le ricerche del corpo
Maddie, avviate le ricerche del corpo
La polizia sta passando la setaccio diversi pozzi nella zona dell'Algarve dove si sospetta potrebbe trovarsi il corpicino della bimba inglese scomparsa nel nulla 13 anni fa
Caso Maddie: trovato il rifugio segreto di Brueckner
Caso Maddie: trovato il rifugio segreto di Brueckner
Sepolti in una fabbrica abbandonata hard disk e chiavette usb che contengono oltre 8000 immagini foto e video. Cautela degli inquirenti, anche se la speranza è di essere vicini alla svolta del caso
Scomparsa di Maddie: l’ora delle polemiche
Scomparsa di Maddie: l’ora delle polemiche
L’ex capo della polizia portoghese che per primo aveva indagato sulla scomparsa della bimba inglese torna ad accusare la famiglia. Ma un ex compagno di cella inguaia sempre di più Brueckner
Altri 18 casi per il pedofilo accusato di aver rapito Maddie
Altri 18 casi per il pedofilo accusato di aver rapito Maddie
Sono avvenuti nell’arco di sei anni nella zona dell’Algarve, la stessa da dove è scomparsa la piccola inglese. Polemiche per la polizia, accusata di aver impiegato 13 anni a trovare la pista giusta
Maddie caduta nelle mani di un serial killer
Maddie caduta nelle mani di un serial killer
Come per il caso della piccola Maelys, spunta lentamente il passato dell’uomo sospettato di aver rapito e ucciso la bimba inglese. Dovrà rispondere di altre due sparizioni di bambini, ma si teme sia solo l’inizio
Ha un nome il rapitore di Maddie
Ha un nome il rapitore di Maddie
Christian Brueckner, 17 condanne per pedofilia, viveva a pochi km dal resort in Portogallo da dove è sparita la bimba, ma il suo nome è entrato da poco nei fascicoli d’indagine
Svolta nella scomparsa di Maddie
Svolta nella scomparsa di Maddie
Dopo anni di lungo lavoro, le autorità tedesche e portoghesi hanno individuato un pedofilo residente in Germania, fortemente sospettato del sequestro e la morte della bimba inglese
«Lasciate che provi a risolvere il giallo di Maddie»
«Lasciate che provi a risolvere il giallo di Maddie»
Un ex detective a capo di un team specializzato nelle ricerche impossibili, chiede di poter analizzare tutte le foto della vacanza del 2007, quando la bimba sparì, per cercare fra la folla un possibile sospetto