Maddie caduta nelle mani di un serial killer

| Come per il caso della piccola Maelys, spunta lentamente il passato dell’uomo sospettato di aver rapito e ucciso la bimba inglese. Dovrà rispondere di altre due sparizioni di bambini, ma si teme sia solo l’inizio

+ Miei preferiti
L’ipotesi più agghiacciante, quella che Maddie McCann sia finita nelle mani di un pedofilo seriale, sta diventando sempre più una certezza. Probabilmente per decenni, Christian Bruekner ha girato per l’Europa come un vagabondo, fermandosi di tanto in tanto, e uccidendo. Nato nel 1976 a Wuerburg e cresciuto in famiglia adottiva, ha iniziato a rapinare appartamenti a 15 anni, e due anni dopo rimedia la prima condanna per molestie ai danni di due bambine.

Dopo la piccola Madaleine, scomparsa nel 2007, è quasi certo che Bruekner abbia fatto lo stesso con la piccola Inga Gehricke, svanita nel nulla ad Neuwegersleben, in Germania il 2 maggio del 2015, e mai più ritrovata. È bastato incrociare due dati perché il sospetto prendesse forma: Inga, 5 anni, era in vacanza con la famiglia in Sassonia, nella stessa zona in cui all’epoca Bruekner aveva acquistato una proprietà.

Ma proprio in queste ore, la scia di morte si sta drammaticamente allungando: il 21 giugno del 1996, da una spiaggia dell’Algarve, sempre in Portogallo, svanisce Neeé Hasee, 6 anni, un altro bimbo tedesco in vacanza con la famiglia.

Come confermato dalla “BKA”, l’ufficio tedesco di polizia criminale, Christian Bruekner è dietro le sbarre, dove sconta una condanna a sette anni per lo stupro di una donna americana di 72 anni. Nel 2017, mentre Bruekner presentava ricorso alla Corte di giustizia europea, il Portogallo ha chiesto l’estradizione per poter processare l’uomo per diversi reati legati allo spaccio di droga, furti in complessi alberghieri e appartamenti. Sapevano tutti chi fosse, ma nessuno l’ha mai fermato e neanche collegato alla morte di troppi bambini.

Galleria fotografica
Maddie caduta nelle mani di un serial killer - immagine 1
Cold Case
«So dov’è sepolta Maddie»
«So dov’è sepolta Maddie»
Michael Schneider, il sensitivo tedesco che ha indicato i punti in cui la polizia ha ritrovato i corpi dei coniugi Neumair, afferma di aver fornito le coordinate del luogo in cui sarebbe stata sepolta la piccola inglese scomparsa nel 2007
Il mistero dell’uomo di Somerton
Il mistero dell’uomo di Somerton
Sta forse per essere risolto un giallo inestricabile lungo 70 anni: un uomo ritrovato senza vita su una spiaggia nel 1948 a cui non è mai stato possibile dare un nome
Il prete assassino (che non sconterà nessuna pena)
Il prete assassino (che non sconterà nessuna pena)
Nuove prove hanno permesso alla polizia di inchiodare l’ex sacerdote Richard R. Lavigne, accusato di aver ucciso mezzo secolo fa il 13enne Daniel Croteau
Svolta nel caso della piccola Maddie
Svolta nel caso della piccola Maddie
La polizia tedesca sarebbe riuscita a provare la presenza di Christain Brueckner in Portogallo negli stessi giorni in cui la piccola è scomparsa. Ma non basta ancora per accusarlo formalmente
L’assassino di Evelyn, uccisa nel 1979
L’assassino di Evelyn, uccisa nel 1979
Un uomo di 64 anni individuato grazie alle nuove tecniche forensi: una traccia del Dna lasciato su una manica del cappotto della vittima ha permesso di dare un nome all’omicida
Nuove prove sulla morte di Khashoggi
Nuove prove sulla morte di Khashoggi
Diversi documenti “Top Secret” dimostrano che la squadra assassini del giornalista hanno utilizzato aerei di una compagnia che apparteneva al principe saudita MBS
È morto Samuel Litte, il serial killer più prolifico d’America
È morto Samuel Litte, il serial killer più prolifico d’America
Aveva 80 anni e dal 2014 stava scontando 3 ergastoli, ma si era autoaccusato dell’omicidio di 93 donne. Attraverso le sue confessioni l’FBI ha risolto oltre 50 casi insoluti
Risolto il cifrario del Killer dello Zodiaco
Risolto il cifrario del Killer dello Zodiaco
Dopo 51 anni, tre codebreaker amatoriali sono riusciti a venire a capo di uno dei messaggi più oscuri del serial killer californiano, il “cifrario 340”. Purtroppo, non conteneva indicazioni utili per svelarne l’identità
Il più celebre serial killer sudcoreano confessa
Il più celebre serial killer sudcoreano confessa
Al suo posto era stato accusato un innocente che ha scontato 20 anni di galera. Lee Chung-jae ha ammesso i 14 omicidi di donne e si è detto sorpreso: era convinto che la polizia l’avrebbe fermato molto prima
Dopo 36 anni risolto il cold case di Jonelle Matthews
Dopo 36 anni risolto il cold case di Jonelle Matthews
Un anno fa il ritrovamento dei resti della ragazzina scomparsa in Colorado pochi giorni prima del Natele del 1984. Gli esami e la comparazione dei dati hanno portato all’arresto dell’ex pastore della chiesa che la famiglia frequentava