Maddie non tornerà più

| Ne è convinto un esperto detective inglese, che considera il caso della piccola inglese irrisolvibile. Una sensitiva afferma invece di sapere che Maddie è viva, accolta da una famiglia tedesca ignara di tutto

+ Miei preferiti
Sono ormai 13 anni che la piccola Maddie McCann è svanita nel nulla. Inglese di Leicester, la piccola si trovava insieme ai genitori in vacanza, in un appartamento di Praia da Luz, in Portogallo: i genitori avevano lasciato lei e suoi fratellini a casa per raggiungere degli amici in un ristorante ad un centinaio di metri di distanza. Al loro ritorno, Maddie non c’era più.

La scomparsa ha avuto un impatto mediatico mondiale, e le ricerche dopo l’allarme generale dell’Interpol, si è diffuso ovunque. Dopo anni di indagini, piste e accuse, comprese quelle ai genitori, il caso è fermo al palo. L’ex detective Mark Williams-Thomas, 49 anni, uno dei più esperti segugi del Regno Unito, ha citato Maddie nelle pagine di “Hunting Killers”, un libro in cui affronta diversi casi di cronaca. Secondo Williams-Thomas, la scomparsa di Madeleine McCann è “irrisolvibile” perché quella che avrebbe potuto la prova regina, una telecamera a circuito chiuso, era spenta la notta in cui la piccola è scomparsa.

Il 49enne, che nel corso della sua carriera ha lavorato su importanti casi di persone scomparse, ritiene che il rapimento di Madeleine sia “Uno di quei casi che tendo a inserire nella categoria degli irrisolvibili: l’unica telecamera che avrebbe potuto svelare le modalità e il volto del sequestratore non era attiva. Credo anche che Madeleine sia stata vittima casuale di un criminale opportunista: si è allontanata volontariamente dall’appartamento e ha incrociato la persona sbagliata sulla sua strada. E purtroppo, senza voler togliere la speranza a nessuno di rivederla, credo che Maddie non tornerà più: sono le statistiche a dire che in quasi tutti i casi di bimbi rapiti, nell’arco di 24 ore sono morti”.

Non la pensa così Fia Johansson, una sensitiva che di recente avrebbe dichiarato di “aver visto Maddie”. La donna, che collabora da tempo con le forze dell’ordine americane nei casi di persone scomparse, è convinta di sapere che Maddie è viva e si trova in Germania, nel distretto di Colonia, con la famiglia che l’ha accolta. A rapirla era stato un trafficante di bambini tedesco, ma dopo un paio d’anni la piccola sarebbe riuscita a fuggire, trovando accoglienza in una famiglia tedesca “che non sa nulla delle circostanze della sua scomparsa e non collega la ragazzina al caso di Maddie, di cui lei stessa non ricorda più nulla”.

Galleria fotografica
Maddie non tornerà più - immagine 1
Cold Case
Ritrovato il corpo di una ragazza scomparsa 10 anni prima
Ritrovato il corpo di una ragazza scomparsa 10 anni prima
Un cacciatore si è imbattuto in un teschio che dagli esami risulta appartenere a Paige Johnson, una 17enne svanita nel nulla nel 2010. Il sollievo della famiglia: “Almeno possiamo seppellirla”
Il mostro delle Ardenne confessa un altro omicidio
Il mostro delle Ardenne confessa un altro omicidio
Michel Fourniret, uno dei più feroci serial killer francesi, ha rivelato di aver ucciso la piccola Estelle, protagonista di un caso di cronaca che tenne il Paese con il fiato sospeso
L’America in ansia per Gannon Stauch, 11 anni
L’America in ansia per Gannon Stauch, 11 anni
È scomparso a fine gennaio dalla sua abitazione a Colorado Springs: centinaia di volontari lo cercano giorno e notte, mentre i sospetti si concentrano sulla matrigna
Chicago, sulle tracce del serial killer invisibile
Chicago, sulle tracce del serial killer invisibile
La polizia è convinta che fra gli anni ’70 e’80, Bruce Lindah abbia ucciso decine di giovani donne, ma nel tempo nessuno l’ha mai sospettato di nulla. Come è stato possibile?
Ha un nome il cadavere della grotta dell’Idaho
Ha un nome il cadavere della grotta dell’Idaho
Il corpo fatto a pezzi, ritrovato nel 1979, è quello di Joseph Henry Loveless, condannato per l’omicidio della moglie. L’identificazione grazie alle nuove tecniche forensi
Mezzo secolo dopo, risolto il rapimento di Paul Fronczak
Mezzo secolo dopo, risolto il rapimento di Paul Fronczak
In uno dei più celebri casi di sequestro di minori d'America, il bimbo era sparito dall’ospedale poche ore dopo la nascita. Da lì, la vicenda ha preso strade strane e diverse, fino alla soluzione, pochi giorni fa
1.600 prelievi del Dna per trovare un omicida
1.600 prelievi del Dna per trovare un omicida
La procura di Moenchengladbach ha ordinato uno screening degli abitanti maschi di Grevenbroich, in Germania, per riuscire a dare un volto e un nome all’assassino di Claudia Ruf, 11enne violentata e uccisa nel 1996
La misteriosa scomparsa di Tara Calico
La misteriosa scomparsa di Tara Calico
Una giovane del New Mexico svanisce nel nulla 31 anni fa: la vicenda diventa un mistero con il ritrovamento di alcune fotografie agghiaccianti. Ancora oggi, una squadra dell’FBI continua a cercarla
Corea del Sud: individuato il serial killer delle donne
Corea del Sud: individuato il serial killer delle donne
L’uomo, che sta scontando l’ergastolo, avrebbe confessato una lunga serie di omicidi. Ma per la legge sulla prescrizione non dovrà risponderne
Riaperto il caso del killer dei bambini di Atlanta
Riaperto il caso del killer dei bambini di Atlanta
Fra il 1979 ed il 1981, la capitale della Georgia fa da sfondo agli omicidi seriali di 25 bambini. Wayne Williams fu condannato soltanto per due: per tutti gli altri manca ancora la verità