Risolto un duplice omicidio di 46 anni fa

| Janice e Lynn, due amiche di 19 anni, furono trovate morte nel cottage di una località di mare della Virginia. Le nuove tecniche investigative hanno permesso di risalire all’assassino: un uomo che oggi ha 80 anni

+ Miei preferiti
Il 30 giugno del 1973, un’addetta alle pulizie trova i corpi senza vita di Janice Pietropola e Lynn Seethaler all’interno del cottage di un complesso alberghiero affacciato sull’oceano di Virginia Beach. La polizia descrisse la scena come quella di un “brutale assassinio”: avevano 19 anni, vivevano a Pittsburgh, lavoravano come segretarie ed erano in vacanza. Senza mai scendere troppo nei dettagli: Janice Pietropola era stata violentata e strangolata, mentre Lynn Seethaler era morta dissanguata, colpita alla gola dal vetro di una bottiglia rotta.

Nel tempo, ogni pista seguita nelle indagini finisce per smontarsi portando verso il nulla: il caso scivola lentamente verso gli archivi dei “cold case”, quelli insoluti, senza un colpevole, un movente e soprattutto una conclusione che sappia dare giustizia alle famiglie. Perfino il cottage non esiste più: è stato demolito, e al suo posto è nato un nuovo complesso alberghiero pieno di piscine e negozi.

Ma di colpo, lo scorso autunno, gli investigatori di Virginia Beach Police, lavorando d’intesa con il procuratore locale, hanno trovato alcune tracce che quasi mezzo secolo fa erano state tralasciate per mancanza di tecnologie che permettessero l’analisi. È iniziata una caccia all’uomo che si è conclusa lunedì scorso, quando Ernest Broadnax, un uomo di 80 anni, è stato arrestato a New York con l’accusa di aver violentato e ucciso le due studentesse.

Michael Pietropola, fratello di Janice, ha confidato di sentirsi “parzialmente soddisfatto” per l’arresto: è contento perché la giustizia possa finalmente fare il suo corso, ma la notizia “ha aperto profonde ferite che erano lì dal 1973”.

“Speriamo attraverso i processi e le procedure di avere le risposte che aspettiamo da tanto tempo, così da chiudere questa vicenda”.

Ma soprattutto, ha detto Pietropola, “spero di poter dare un senso a quanto accaduto a Virginia Beach nel 1973. Cosa gli passava per la mente? Cosa gli ha fatto scegliere mia sorella e la sua amica? Cosa l’ha spinto a tanta violenza? Queste sono le domande che come fratello vorrei per mettere la parola fine a questa vicenda triste e angosciante”.

Ernest Broadnax, l’uomo arrestato, ha scontato in galera tre condanne per aggressione, furto con scasso e tentato furto con scasso: è stato rilasciato in libertà vigilata nel 2013.

Jim Cervera, capo della polizia di Virginia Beach, per adesso ha preferito non scendere nei dettagli dell’indagine che ha portato all’arresto dell’uomo: si è limitato a dire che si tratta di “Un progresso della tecnologia che non era disponibile in quegli anni”. Ernest Broadnax è in attesa di estradizione: il prossimo 22 aprile comparirà davanti alla “Queen Criminal Court”.

Cold Case
Scomparso 2 anni fa, ritrovano il cadavere in casa
Scomparso 2 anni fa, ritrovano il cadavere in casa
Howard Euband era svanito nel nulla nel 2017: secondo la moglie si trattava di un allontanamento volontario. Uno dei figli della coppia ha ritrovato casualmente una scatola con alcuni resti del padre
Kim Jong Nam, anatomia di un omicidio
Kim Jong Nam, anatomia di un omicidio
I dettagli, le indagini e il clamoroso silenzio intorno alla morte del fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong Un, ucciso dalle di assassine più improbabili del mondo
Il processo allo
squartatore di Hollywood
Il processo allo<br>squartatore di Hollywood
Davanti al tribunale di Los Angeles deve rispondere di due omicidi e un tentato omicidio, anche se gli inquirenti sospettano che abbia ucciso almeno 10 donne. Fra i testimoni sarà chiamato anche l’attore Ashton Kutcher
Un nuovo sospetto per la scomparsa di Maddie
Un nuovo sospetto per la scomparsa di Maddie
La notizia, al momento non ufficiale, riaccende le speranze della famiglia. Anche se gli esperti in violenze a minori e pedofilia invitano a non farsi troppe illusioni: se è caduta in bande specializzate, difficilmente poteva uscirne viva
"Hanno di nuovo ucciso Florence e i suoi figli"
"Hanno di nuovo ucciso Florence e i suoi figli"
Poemiche dei familiari delle 5 vittime del falso medico Jean Claude Romand che nel 1993 in Francia sterminò la famiglia travolto da debiti e bugie, presto scarcerato. "Non s'è mai pentito, è un manipolatore, ancora pericoloso"
Una settimana per risolvere il caso di Maddie
Una settimana per risolvere il caso di Maddie
È quanto promette un medico forense americano, grazie ad una tecnica innovativa e molto più sofisticata del suo laboratorio. Un’analisi che ha permesso di dare un nome ai resti delle vittime dell’11 settembre
Emanuela Orlandi, inchiesta in Vaticano
Emanuela Orlandi, inchiesta in Vaticano
Per il legale e il fratello della ragazza scomparsa 35 anni fa si tratta di una “svolta storica”. Probabile l’apertura di una tomba nel cimitero teutonico
“Maddie è viva”
“Maddie è viva”
Un documentario Netflix, diffuso in tutto il mondo, promette rivelazioni shock da esperti, investigatori e poliziotti che dal 2007 seguono il caso della scomparsa della piccola
"Ti giuro, non ho fatto nulla a tuo fratello"
"Ti giuro, non ho fatto nulla a tuo fratello"
Le lacrime della serial killer Myra Hindley che, con l'amante Ian Brady, uccise 7 bambini. Incontrò il fratello di Keith in carcere ma non gli rivelò dove fu sepolto. Gli "assassini della brughiera"
La beffa del serial killer alla famiglia di un bimbo ucciso
La beffa del serial killer alla famiglia di un bimbo ucciso
Ian Brady e Myra Hindley, negli Anni '60, uccidevano bambini e li seppellivano in campagna. Nel '91 Brady inviò una lettera al frettlo di Keith, 12, in cui prometteva di rivelare il luogo della sepoltura. "La polizia ci aiuti"