"Ti giuro, non ho fatto nulla a tuo fratello"

| Le lacrime della serial killer Myra Hindley che, con l'amante Ian Brady, uccise 7 bambini. Incontrò il fratello di Keith in carcere ma non gli rivelò dove fu sepolto. Gli "assassini della brughiera"

+ Miei preferiti

Riemergono dall’oblio agghiaccianti dettagli a proposito degli “assassini della brughiera”, Ian Brady e la compagna Myra Hindley, responsabili anche della feroce uccisione di un bambino di 12 anni, Keith Bennet, il cui corpo non fu mai ritrovato nel "cimitero” dove i due serial killer aveva sepolto sette adolescenti e bambini uccisi, (ci sono altri casi sospetti) negli Anni ’60 in Inghilterra. Myra aveva incontrato in carcere il fratello della vittima che voleva sapere almeno dove fosse stato sepolto il corpo, se a Sanderwood Hills, dove furono ritrovato altri cadaveri, o altrove. Ma. lei, piangendo e stringendolo in un abbraccio, "veramente sconvolta" si impegnò ad aiutarlo.

Alan Bennett aveva otto anni quando suo fratello dodicenne fu rapito e ucciso da Hindley e dal suo amante Ian Brady. Myra Hindley, condannata all’ergastolo, morì 60enne nel 2002 in carcere. Lui non ha mai perso la speranza di potere dare prima o poi una sepoltura al fratellino, scomparso nel giugno del 1964. Myra Hindley e Ian Brady agirono contro le loro vittime indifese tra il 1963 e il 1965, solo per provare il brivido del "delitto perfetto". Uccidevano e stupravano bambini scelti a caso, predati lungo le strade con una tecnica sempre eguale.

Solo oggi Alan Bennett, ora 62 anni, ha rivelato di avere incontrato l'assassina in prigione nel 1998. "Ero da solo. Non l'ho detto a nessuno. Non l'ho nemmeno detto a mia madre”. Alan descrisse la sua ansia mentre l’aspettava nella sala d'attesa della prigione e si ritrovò davanti all’improvviso una donna con i capelli scuri, zoppicante e vestita di nero. "'Ciao Alan, mi sono alzato e l'ho guardata in faccia. Myra Hindley cominciò a piangere e mi disse: ‘Mi dispiace tanto per i problemi che ho causato e per il dolore, e per essere stata una tale codarda…Voglio che tu sappia che non ho mai toccato Keith, non l'ho mai ucciso, ma sono colpevole come Brady perché l’ho portato con me in macchina, sapevo cosa gli sarebbe successo, ma non gli ho fatto nulla”. Myra Hindley gli mostrò persino l'interno della sua cella, con l'immagine di una cascata che, secondo lui, poteva essere collegata al luogo in cui si trovava suo fratello. Gli disse che Keith potrebbe essere nelle vicinanze di Hoe Grain, sulla A635, in una zona scoscesa.

Bennett avrebbe dovuto di nuovo incontrare nuovamente Hindley ma fu colpita da un ictus. Dopo, si rifiutò di incontrarlo di nuovo. Ian Brady è morto all'età di 79 anni nel maggio 2017, in un istituto psichiatrico. Aveva scritto ad Alan una lettera in cui gli aveva promesso che, nel suo testamento, avrebbe indicato il luogo della sepoltura di Keith.  Aveva 12 anni, stava andando a casa di sua nonna il 16 giugno 1964, quando Myra Hindley lo attirò nel suo furgone, Brady poi  trascinò il ragazzino nel bosco. Riapparve 30 minuti dopo aver stuprato e strangolato Keith. Arrestato tempo dopo, già detenuto nell'ospedale di massima sicurezza di Ashworth. nel novembre 1985, confessò alla polizia l'omicidio di Keith. Alan Bennet ha chiesto invano che siano aperti i legati testamentari di Brady, custoditi in due valigie tuttora in un archivio.

Cold Case
«Lasciate che provi a risolvere il giallo di Maddie»
«Lasciate che provi a risolvere il giallo di Maddie»
Un ex detective a capo di un team specializzato nelle ricerche impossibili, chiede di poter analizzare tutte le foto della vacanza del 2007, quando la bimba sparì, per cercare fra la folla un possibile sospetto
Ritrovato il corpo di una ragazza scomparsa 10 anni prima
Ritrovato il corpo di una ragazza scomparsa 10 anni prima
Un cacciatore si è imbattuto in un teschio che dagli esami risulta appartenere a Paige Johnson, una 17enne svanita nel nulla nel 2010. Il sollievo della famiglia: “Almeno possiamo seppellirla”
Il mostro delle Ardenne confessa un altro omicidio
Il mostro delle Ardenne confessa un altro omicidio
Michel Fourniret, uno dei più feroci serial killer francesi, ha rivelato di aver ucciso la piccola Estelle, protagonista di un caso di cronaca che tenne il Paese con il fiato sospeso
L’America in ansia per Gannon Stauch, 11 anni
L’America in ansia per Gannon Stauch, 11 anni
È scomparso a fine gennaio dalla sua abitazione a Colorado Springs: centinaia di volontari lo cercano giorno e notte, mentre i sospetti si concentrano sulla matrigna
Chicago, sulle tracce del serial killer invisibile
Chicago, sulle tracce del serial killer invisibile
La polizia è convinta che fra gli anni ’70 e’80, Bruce Lindah abbia ucciso decine di giovani donne, ma nel tempo nessuno l’ha mai sospettato di nulla. Come è stato possibile?
Maddie non tornerà più
Maddie non tornerà più
Ne è convinto un esperto detective inglese, che considera il caso della piccola inglese irrisolvibile. Una sensitiva afferma invece di sapere che Maddie è viva, accolta da una famiglia tedesca ignara di tutto
Ha un nome il cadavere della grotta dell’Idaho
Ha un nome il cadavere della grotta dell’Idaho
Il corpo fatto a pezzi, ritrovato nel 1979, è quello di Joseph Henry Loveless, condannato per l’omicidio della moglie. L’identificazione grazie alle nuove tecniche forensi
Mezzo secolo dopo, risolto il rapimento di Paul Fronczak
Mezzo secolo dopo, risolto il rapimento di Paul Fronczak
In uno dei più celebri casi di sequestro di minori d'America, il bimbo era sparito dall’ospedale poche ore dopo la nascita. Da lì, la vicenda ha preso strade strane e diverse, fino alla soluzione, pochi giorni fa
1.600 prelievi del Dna per trovare un omicida
1.600 prelievi del Dna per trovare un omicida
La procura di Moenchengladbach ha ordinato uno screening degli abitanti maschi di Grevenbroich, in Germania, per riuscire a dare un volto e un nome all’assassino di Claudia Ruf, 11enne violentata e uccisa nel 1996
La misteriosa scomparsa di Tara Calico
La misteriosa scomparsa di Tara Calico
Una giovane del New Mexico svanisce nel nulla 31 anni fa: la vicenda diventa un mistero con il ritrovamento di alcune fotografie agghiaccianti. Ancora oggi, una squadra dell’FBI continua a cercarla