"Ti giuro, non ho fatto nulla a tuo fratello"

| Le lacrime della serial killer Myra Hindley che, con l'amante Ian Brady, uccise 7 bambini. Incontrò il fratello di Keith in carcere ma non gli rivelò dove fu sepolto. Gli "assassini della brughiera"

+ Miei preferiti

Riemergono dall’oblio agghiaccianti dettagli a proposito degli “assassini della brughiera”, Ian Brady e la compagna Myra Hindley, responsabili anche della feroce uccisione di un bambino di 12 anni, Keith Bennet, il cui corpo non fu mai ritrovato nel "cimitero” dove i due serial killer aveva sepolto sette adolescenti e bambini uccisi, (ci sono altri casi sospetti) negli Anni ’60 in Inghilterra. Myra aveva incontrato in carcere il fratello della vittima che voleva sapere almeno dove fosse stato sepolto il corpo, se a Sanderwood Hills, dove furono ritrovato altri cadaveri, o altrove. Ma. lei, piangendo e stringendolo in un abbraccio, "veramente sconvolta" si impegnò ad aiutarlo.

Alan Bennett aveva otto anni quando suo fratello dodicenne fu rapito e ucciso da Hindley e dal suo amante Ian Brady. Myra Hindley, condannata all’ergastolo, morì 60enne nel 2002 in carcere. Lui non ha mai perso la speranza di potere dare prima o poi una sepoltura al fratellino, scomparso nel giugno del 1964. Myra Hindley e Ian Brady agirono contro le loro vittime indifese tra il 1963 e il 1965, solo per provare il brivido del "delitto perfetto". Uccidevano e stupravano bambini scelti a caso, predati lungo le strade con una tecnica sempre eguale.

Solo oggi Alan Bennett, ora 62 anni, ha rivelato di avere incontrato l'assassina in prigione nel 1998. "Ero da solo. Non l'ho detto a nessuno. Non l'ho nemmeno detto a mia madre”. Alan descrisse la sua ansia mentre l’aspettava nella sala d'attesa della prigione e si ritrovò davanti all’improvviso una donna con i capelli scuri, zoppicante e vestita di nero. "'Ciao Alan, mi sono alzato e l'ho guardata in faccia. Myra Hindley cominciò a piangere e mi disse: ‘Mi dispiace tanto per i problemi che ho causato e per il dolore, e per essere stata una tale codarda…Voglio che tu sappia che non ho mai toccato Keith, non l'ho mai ucciso, ma sono colpevole come Brady perché l’ho portato con me in macchina, sapevo cosa gli sarebbe successo, ma non gli ho fatto nulla”. Myra Hindley gli mostrò persino l'interno della sua cella, con l'immagine di una cascata che, secondo lui, poteva essere collegata al luogo in cui si trovava suo fratello. Gli disse che Keith potrebbe essere nelle vicinanze di Hoe Grain, sulla A635, in una zona scoscesa.

Bennett avrebbe dovuto di nuovo incontrare nuovamente Hindley ma fu colpita da un ictus. Dopo, si rifiutò di incontrarlo di nuovo. Ian Brady è morto all'età di 79 anni nel maggio 2017, in un istituto psichiatrico. Aveva scritto ad Alan una lettera in cui gli aveva promesso che, nel suo testamento, avrebbe indicato il luogo della sepoltura di Keith.  Aveva 12 anni, stava andando a casa di sua nonna il 16 giugno 1964, quando Myra Hindley lo attirò nel suo furgone, Brady poi  trascinò il ragazzino nel bosco. Riapparve 30 minuti dopo aver stuprato e strangolato Keith. Arrestato tempo dopo, già detenuto nell'ospedale di massima sicurezza di Ashworth. nel novembre 1985, confessò alla polizia l'omicidio di Keith. Alan Bennet ha chiesto invano che siano aperti i legati testamentari di Brady, custoditi in due valigie tuttora in un archivio.

Cold Case
Kim Jong Nam, anatomia di un omicidio
Kim Jong Nam, anatomia di un omicidio
I dettagli, le indagini e il clamoroso silenzio intorno alla morte del fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong Un, ucciso dalle di assassine più improbabili del mondo
Il processo allo
squartatore di Hollywood
Il processo allo<br>squartatore di Hollywood
Davanti al tribunale di Los Angeles deve rispondere di due omicidi e un tentato omicidio, anche se gli inquirenti sospettano che abbia ucciso almeno 10 donne. Fra i testimoni sarà chiamato anche l’attore Ashton Kutcher
Un nuovo sospetto per la scomparsa di Maddie
Un nuovo sospetto per la scomparsa di Maddie
La notizia, al momento non ufficiale, riaccende le speranze della famiglia. Anche se gli esperti in violenze a minori e pedofilia invitano a non farsi troppe illusioni: se è caduta in bande specializzate, difficilmente poteva uscirne viva
"Hanno di nuovo ucciso Florence e i suoi figli"
"Hanno di nuovo ucciso Florence e i suoi figli"
Poemiche dei familiari delle 5 vittime del falso medico Jean Claude Romand che nel 1993 in Francia sterminò la famiglia travolto da debiti e bugie, presto scarcerato. "Non s'è mai pentito, è un manipolatore, ancora pericoloso"
Una settimana per risolvere il caso di Maddie
Una settimana per risolvere il caso di Maddie
È quanto promette un medico forense americano, grazie ad una tecnica innovativa e molto più sofisticata del suo laboratorio. Un’analisi che ha permesso di dare un nome ai resti delle vittime dell’11 settembre
Risolto un duplice omicidio di 46 anni fa
Risolto un duplice omicidio di 46 anni fa
Janice e Lynn, due amiche di 19 anni, furono trovate morte nel cottage di una località di mare della Virginia. Le nuove tecniche investigative hanno permesso di risalire all’assassino: un uomo che oggi ha 80 anni
Emanuela Orlandi, inchiesta in Vaticano
Emanuela Orlandi, inchiesta in Vaticano
Per il legale e il fratello della ragazza scomparsa 35 anni fa si tratta di una “svolta storica”. Probabile l’apertura di una tomba nel cimitero teutonico
“Maddie è viva”
“Maddie è viva”
Un documentario Netflix, diffuso in tutto il mondo, promette rivelazioni shock da esperti, investigatori e poliziotti che dal 2007 seguono il caso della scomparsa della piccola
La beffa del serial killer alla famiglia di un bimbo ucciso
La beffa del serial killer alla famiglia di un bimbo ucciso
Ian Brady e Myra Hindley, negli Anni '60, uccidevano bambini e li seppellivano in campagna. Nel '91 Brady inviò una lettera al frettlo di Keith, 12, in cui prometteva di rivelare il luogo della sepoltura. "La polizia ci aiuti"
La polizia inglese vicina a risolvere un cold case
La polizia inglese vicina a risolvere un cold case
In un campo poco distante da dove viveva, la polizia sta cercando il corpo di Linda Razzell, scomparsa nel 2002. Uno dei tanti omicidi irrisolti che gravano sulla zona