500 trekkers abbandonati sulle cime del Nepal

| Quando nel paese asiatico è scattato il lockdown, il panico ha fatto sì che 500 escursionisti fossero abbandonati sulle cime dell’Himalaya. Ora si stanno organizzazioni i soccorsi per riportarli a casa

+ Miei preferiti
Quando l’ordine di lockdown per l’epidemia è scattato anche in Nepal, nessuno ha pensato agli escursionisti rimasti in cima, impegnati a superare i sentieri dell’Himalaya senza sapere nulla di ciò che il resto del mondo, qualche centinaio di metri più a valle, stava vivendo.

Ora, finalmente, il “Nepal Tourism Borad” ha lanciato l’allarme per tentare di salvare circa 500 trekker bloccati da giorni su almeno quattro percorsi diversi e ormai allo stremo delle forze. La respirazione, dicono gli esperti, già ostacolata dalle altitudini estreme, potrebbe avere effetti devastanti in caso di esplosione di contagi.

“Stiamo lavorando con diverse agenzie governative per recuperare gli escursionisti e portarli a Kathmandu, in modo da poterci coordinare con le ambasciate per il ritorno nei rispettivi paesi d’origine - ha assicurato Shradha Shrestha, portavoce del Nepal Tourism Board - diverse ambasciate, come quelle di Francia e Germania stanno già pianificando di inviare voli charter in alcune di queste aree per riportare a casa i trekker”. L’ambasciata britannica a Kathmandu ha chiesto ai cittadini inglesi presenti in Nepal di mettersi in contatto con gli uffici consolari per comunicare nomi e dati: “Stiamo lavorando a stretto contatto con le autorità per cercare di trovare una soluzione, vi contatteremo al più presto”, hanno twittato poche ore fa.

Agli inizi di marzo, a causa della pandemia, il governo nepalese ha annullato fino alla fine di aprile la stagione delle scalate su tutte le cime himalayane del Paese, compreso il monte Everest. Secondo i dati forniti dal Nepal Health Ministry, finora nel Paese si sono registrati solo tre casi, ma il timore di un aumento improvviso è costante.

CORONAVIRUS
Israele allenta le restrizioni
Israele allenta le restrizioni
Dopo ulteriori analisi hanno accertato che il vaccino Pfizer è efficace al 95,8% contro le forme più gravi del virus, Israele inizia ad assaporare un graduale ma confortante ritorno alla normalità
GB, polemiche per la quarantena a pagamento
GB, polemiche per la quarantena a pagamento
Chi arriva dai Paesi inseriti nella “red list” sarà obbligato a due settimane di soggiorno in albergo, con 2 tamponi e controlli ferrei, spendendo di tasca propria 2.000 euro circa
Il team dell’OMS: 12 ceppi di virus prima di dicembre 2019
Il team dell’OMS: 12 ceppi di virus prima di dicembre 2019
È il primo, fondamentale risultato della missione scientifica a Wuhan: i casi non erano concentrati in focolai, ma sparsi in tutta la regione. Attesa per una seconda missione, che vorrebbe avere accesso a 200mila campioni di sangue
I problemi del vaccino AstraZeneca preoccupano il mondo
I problemi del vaccino AstraZeneca preoccupano il mondo
È il più economico e facile da trasportare, quello su cui l’OMS puntava per distribuirlo in modo massiccio ai paesi poveri. Ma uno studio sembra confermare la scarsa copertura contro le nuove varianti del virus
Spagna, gli ascensori Covid-killer
Spagna, gli ascensori Covid-killer
Il virus si era annidato nei due ascensori di un condominio di Bilbao: 5 morti e 33 persone contagiate
La carica dei vaccini
La carica dei vaccini
Guida ragionata gli immunizzanti in arrivo: visto nel suo complesso, l’enorme sforzo medico, biologico e produttivo dovrebbe raggiungere il pieno verso fine anno
Dubai, l’equilibrio fra salute ed economia?
Dubai, l’equilibrio fra salute ed economia?
Il Paese ha riaperto al turismo attirando migliaia di europei, ma i casi di Covid sono in aumento. Eppure, le autorità non hanno intenzione di chiudere, cercando di raggiungere un difficile compromesso
La ricetta anglosassone: il cocktail di vaccini
La ricetta anglosassone: il cocktail di vaccini
Al momento, il mix di due vaccini diversi per la prima e la seconda dose è in fase di sperimentazione, ma gli scienziati inglesi sono fiduciosi: per l’Ebola ha funzionato
La squadra dell’OMS nel laboratorio di Wuhan
La squadra dell’OMS nel laboratorio di Wuhan
Finito al centro delle teorie cospirative, il “Wuhan Institute of Virology” è la prossima tappa della squadra di scienziati, che domenica hanno anche avuto accesso al “wet market” di Huanan
Australia, un caso mette in lockdown 2 milioni di persone
Australia, un caso mette in lockdown 2 milioni di persone
Cinque giorni di stop per la popolazione dell’area metropolitana di Perth e delle regioni Peel e South West. Il contagiato, una guardia di sicurezza di un hotel, probabilmente infettato della variante inglese del virus