Dipendente di Disneyland positivo al tampone

| Ma la direzione del parco ha annunciato che ha alcuna intenzione di chiudere: “Si tratta di un operaio addetto alla manutenzione che non ha contatti con gli ospiti”. Ma tre suoi colleghi sarebbero già in quarantena

+ Miei preferiti
È polemica in Francia per la decisione di “Disneyland”, il parco a tema alle porte di Parigi, di restare aperto malgrado un dipendente sia risultato positivo al coronavirus.

Secondo la direzione del parco, che ogni anno attira 15 milioni di persone, si tratterebbe di un addetto alla manutenzione che non è stato in contatto con gli ospiti: i suoi colleghi sono sotto osservazione e secondo “Le Parisien”, finora tre persone sono state messe in quarantena dopo essere entrate in contatto con il dipendente di Disneyland. Il parco ha anche annunciato l’installazione di colonnine per il gel disinfettante fornito gratuitamente ai visitatori, con l’invito di mantenere le distanze durante le code per le varie attrazioni. 

Le Parisien ricorda ancora che l’omonimo parco di Tokyo è stato chiuso il 25 gennaio scorso per i timori di contagio, e solo a breve sarà riaperto parzialmente. Walt Disney World in Florida ha annunciato di aver implementato le “misure preventive” che includono un facile accesso ai disinfettanti per le mani e procedure di disinfezione programmate più volte al giorno.

“Siamo ancora nella seconda fase, il che significa che la priorità è fare di tutto per rallentare la diffusione del virus sul territorio nazionale”, ha commentato il ministro della salute Veran. Attualmente, in Francia si sono 1.200 casi confermati e 19 morti: è più grande focolaio europeo dopo l’Italia.

CORONAVIRUS
Il virus è nato in laboratorio
Il virus è nato in laboratorio
È la clamorosa conclusione a cui sono giunti due scienziati, uno inglese e l’altro norvegese. In un dossier affermano di aver trovato le prove di una manipolazione genetica che nascondesse l’origine artificiale
Le conseguenze politiche del Covid
Le conseguenze politiche del Covid
Biden ordina agli 007 di stabilire le origini del coronavirus. Ne va della sua autorevolezza, ma se si scoprisse che è sfuggito da un laboratorio darebbe nuovo fiato alle teorie di Trump. A rimetterci sarà la credibilità dell’OMS
Un rapporto dell’intelligence americana getta nuovi dubbi sull’origine del virus
Un rapporto dell’intelligence americana getta nuovi dubbi sull’origine del virus
Alcuni dipendenti del laboratorio di Wuhan avrebbero sviluppato nel novembre 2019 sintomi di una misteriosa malattia che li ha costretti al ricovero
Il virus è uscito dal laboratorio di Wuhan?
Il virus è uscito dal laboratorio di Wuhan?
Un nuovo articolo, firmato da una ventina di esperti mondiali in virologia, non esclude la possibilità che la pandemia sia la conseguenza di un incidente
Covid-19, il caso delle Seychelles
Covid-19, il caso delle Seychelles
Malgrado oltre il 60% della popolazione sia stato vaccinato, nell’arcipelago le infezioni sono in aumento. Per gli esperti non è un’anomalia, perché casi gravi e decessi sono scomparsi. Ma è necessario non abbassare la guardia
L’Asia epicentro mondiale del virus
L’Asia epicentro mondiale del virus
Non c’è solo l’India, dove la situazione peggiora di giorno in giorno: anche diversi Paesi asiatici si ritrovano a fronteggiare un’ondata di casi che fa temere conseguenze disastrose per via dei fragili sistemi sanitari
Il mondo affronta la peggiore crisi dall’inizio della pandemia
Il mondo affronta la peggiore crisi dall’inizio della pandemia
Non doveva essere così: fin dall’inizio, l’OMS ha ammonito di pensare non solo a sé stessi ma anche ai Paesi più poveri, dove il virus può annidarsi, mutare e sopravvivere ancora. Ma quasi nessuno l’ha ascoltato
La pillola per curare il covid a casa
La pillola per curare il covid a casa
L’ha annunciato la “Pfizer”, che avrebbe allo studio una cura domestica da assumere all’insorgere dei primi sintomi. È un farmaco “inibitore della proteasi”: blocca l’enzima che permette al virus di svilupparsi
Ottimi risultati per il concerto sperimentale anti-covid
Ottimi risultati per il concerto sperimentale anti-covid
Diffusi i risultati degli accertamenti medici: solo 6 positivi, ma 4 sono stati infettati non quella sera. Una speranza concreta sulla strada della riapertura dei grandi eventi
Origine del Covid: scienza VS intelligence
Origine del Covid: scienza VS intelligence
Per la comunità scientifica è sempre più probabile che il virus sia passato all’uomo da un animale. Per gli analisti, al contrario, non c’è alcuna prova che scagioni i laboratori cinesi