Financial Times: le vittime sono il 60% in più

| Il quotidiano britannico ha messo confronto i dati dei decessi degli ultimi cinque anni con quelli fra marzo e aprile. E la stima è di un 60% in più

+ Miei preferiti
Più che un sospetto, le cifre riportate dal “Financial Times” sono quasi una certezza. Secondo l’autorevole quotidiano economico inglese, il numero ufficiale delle vittime della pandemia in Europa sarebbe una stima da rivedere, aumentandola almeno del 60%. L’analisi è stata effettuata confrontando il bilancio delle vittime fra marzo e aprile di otto paesi - Austria, Belgio, Danimarca, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Svezia e Svizzera - con il tasso di mortalità dei cinque anni precedenti.

Traducendo le percentuali in cifre, significa che i morti reali nei due mesi presi in esame sarebbero 122mila, e non 77mila come recitano i bilanci ufficiali. I dati variano, passando dal 60% in più del Belgio al 5% della Danimarca, con la Spagna a +51, i Paesi Bassi a +41 e la Francia al +34%. A guidare le cifre italiane è la Lombardia, dove i dati disponibili di 1.700 comuni dimostrerebbero 13mila morti, molti di più dei 4.348 attuali. A Bergamo, in particolare, l’aumento percentuale è del 464, il più alto al mondo, seguono a ruota New York e Madrid, la prima con un +200% e la seconda al +161%. Applicando lo stesso principio al mondo intero, i decessi di Covid-19 passerebbero da 205 a 318mila.

E se nel conteggio va tenuto conto che non tutti i decessi sono attribuibili al coronavirus, è altrettanto vero che le limitazioni imposte alla popolazione hanno drasticamente diminuito le morti per incidenti stradali o gli infortuni sul lavoro. A farne maggiormente le spese, e anche questo non è più un segreto, le case di riposo per anziani, dove continua a generarsi confusione fra ospiti che ufficialmente sono residenti in altri comuni, e soprattutto dove molti dei decessi non sono classificati come causa della pandemia per mancanza di esami post-mortem.

CORONAVIRUS
Cina, un altro ospedale costruito in 5 giorni
Cina, un altro ospedale costruito in 5 giorni
È il primo di sei strutture che stanno nascendo in questi giorni nei dintorni di Pechino. A preoccupare le autorità un nuovo innalzamento dei casi di contagio
Il virus non sparirà mai
Il virus non sparirà mai
Le fosche previsioni del CEO di “Moderna”, secondo cui il Covid-19 è destinato a diventare una malattia endemica che circolerà a livelli molto bassi
Due milioni di morti, ma il numero è più alto
Due milioni di morti, ma il numero è più alto
Il triste primato raggiunto venerdì, mentre il virus si fa ovunque più aggressivo. Secondo gli esperti le vittime del Covid-19 sono molte di più
La difficile missione del team OMS in Cina
La difficile missione del team OMS in Cina
Controllati notte e giorno da funzionari cinesi, i 15 esperti inviati a Wuhan per indagare sulle origini del Covid-19 non avranno vita facile. Due sono stati bloccati perché positivi ai test, gli altri costretti alla quarantena
Il vaccino cinese è meno efficace del previsto?
Il vaccino cinese è meno efficace del previsto?
Salgono le preoccupazioni a livello internazionale dopo i risultati di alcuni test effettuati in Brasile: si parla di poco più del 50% contro il 78% annunciato in precedenza
La Cina vieta l’ingresso alle squadre dell’OMS
La Cina vieta l’ingresso alle squadre dell’OMS
Dopo lunghi mesi di trattative, Pechino aveva concesso l’ingresso ad un team internazionale di esperti incaricato di scoprire l’origine del virus. Ma è stato revocato all'ultimo istante
L’apartheid del vaccino
L’apartheid del vaccino
Anche i Paesi che hanno ospitato gli esperimenti sui vaccini - come l’Argentina, il Sudafrica, il Brasile e la Turchia - non riceveranno forniture adeguate
I piani vaccinali fanno tremare i governi
I piani vaccinali fanno tremare i governi
Malgrado la corsa spasmodica delle forniture, sono diversi i Paesi in cui la più grande campagna vaccinale della storia stenta a partire. Fra i più ritardatari la Francia
Cina e Russia, più vittime di quanto ammesso
Cina e Russia, più vittime di quanto ammesso
I numeri dei decessi nei due Paesi sarebbero molto più alti di quelli dichiarati ufficialmente. A Wuhan almeno 500 mila persone sarebbero morte in questi mesi, mentre in Russia le vittime sarebbero 186mila
Un anno di Coronavirus, e quello che ancora non sappiamo
Un anno di Coronavirus, e quello che ancora non sappiamo
La straordinaria corsa del pianeta verso il vaccino non ha comunque risolto diversi dubbi: dove è nato, quanto sono efficaci i vaccini e quando finirà tutto questo