GB: decessi al minimo, la curva scende ancora

| I primi effetti di una delle migliori campagne vaccinali del mondo si traducono in un calo dei decessi, dei casi e della pressione sui reparti di terapia intensiva del Paese

+ Miei preferiti
La conferma di quanto i vaccini siano, al momento, l’unica via d’uscita possibile dalla pandemia arriva dai paesi dove la campagna vaccinale procede spedita. Il Regno Unito, per la prima volta, ha registrato 17 decessi, la cifra più bassa dal record dello scorso settembre, fermo a 13. È la conferma di una tendenza generale ad una discesa verticale, che tuttavia non toglie l’ansia a Boris Johnson, il premier che non vuole più ritrovarsi sotto le accuse di aver preso sottogamba la scienza. “Stiamo affrontando la terza ondata e non dobbiamo illuderci, perché le esperienze precedenti ci hanno insegnato che quando un’ondata colpisce i nostri vicini, prima o poi sbarcherà anche sulle nostre coste. Prevedo che avvertiremo questi effetti a tempo debito. Ma proprio per questo, stiamo portando avanti il nostro programma di vaccinazioni il più velocemente possibile, ma una campagna vaccinale, lo sviluppo dei vaccini e il loro lancio sono progetti che richiedono una forte cooperazione internazionale”.

Il Regno Unito ha raggiunto un tale livello di efficienza nella campagna vaccinale da battere ogni record, almeno nel vecchio continente: 844.285 dosi in 24 ore sono la conferma di un’organizzazione invidiabile che per il governo rappresenta una scommessa vinta. Numeri che diventano ancora più eclatanti se paragonati al resto degli europei, a cominciare dall’Italia, che non prevede di riuscire a superare i 200mila vaccinati a settimana.

Il successo anglosassone, secondo gli esperti, si deve ad una concomitanza di fattori, a cominciare dalla presenza sul proprio territorio nazionale di un’azienda (AstraZeneca), il cui vaccino è stato fra i primi ad essere approvato. Vincente anche la scelta di prolungare l’attesa fra prima e seconda dose fino a 12 settimane, per consentire a più gente possibile di avere in corpo almeno una dose. Terza e non ultima, rendere ambulatori e farmacie punti per la somministrazione vaccinale. Ad oggi, 27,6 milioni di persone sono state vaccinate con la prima dose, e 2,2 milioni anche la seconda.

CORONAVIRUS
L’Asia epicentro mondiale del virus
L’Asia epicentro mondiale del virus
Non c’è solo l’India, dove la situazione peggiora di giorno in giorno: anche diversi Paesi asiatici si ritrovano a fronteggiare un’ondata di casi che fa temere conseguenze disastrose per via dei fragili sistemi sanitari
Il mondo affronta la peggiore crisi dall’inizio della pandemia
Il mondo affronta la peggiore crisi dall’inizio della pandemia
Non doveva essere così: fin dall’inizio, l’OMS ha ammonito di pensare non solo a sé stessi ma anche ai Paesi più poveri, dove il virus può annidarsi, mutare e sopravvivere ancora. Ma quasi nessuno l’ha ascoltato
La pillola per curare il covid a casa
La pillola per curare il covid a casa
L’ha annunciato la “Pfizer”, che avrebbe allo studio una cura domestica da assumere all’insorgere dei primi sintomi. È un farmaco “inibitore della proteasi”: blocca l’enzima che permette al virus di svilupparsi
Ottimi risultati per il concerto sperimentale anti-covid
Ottimi risultati per il concerto sperimentale anti-covid
Diffusi i risultati degli accertamenti medici: solo 6 positivi, ma 4 sono stati infettati non quella sera. Una speranza concreta sulla strada della riapertura dei grandi eventi
Origine del Covid: scienza VS intelligence
Origine del Covid: scienza VS intelligence
Per la comunità scientifica è sempre più probabile che il virus sia passato all’uomo da un animale. Per gli analisti, al contrario, non c’è alcuna prova che scagioni i laboratori cinesi
Un terzo dei sopravvissuti al Covid accusa disturbi mentali
Un terzo dei sopravvissuti al Covid accusa disturbi mentali
Lo svela il più grande studio mai realizzato finora, che ha riscontrato numerosi casi di stress post-trumatico, ansia, disturbi dell’umore e, nelle forme più gravi, il rischio di ictus ischemici
Il Brasile ordina le riesumazioni
Il Brasile ordina le riesumazioni
Non c’è più posto per le salme, mentre il Paese diventa l’epicentro mondiale del virus con 12 milioni di contagi e 325mila morti. L’appello alle Nazioni Unite: “Aiutateci”
Serve una cooperazione mondiale contro i prossimi virus
Serve una cooperazione mondiale contro i prossimi virus
L’hanno chiesta Tedros, direttore generale dell’OMS, e Michel, presidente del Consiglio UE: finora, alla carta dei diritti e dei doveri hanno aderito 25 Paesi, ma mancano ancora le potenze mondiali
Il rapporto dell’OMS: il virus non è uscito da un laboratorio
Il rapporto dell’OMS: il virus non è uscito da un laboratorio
Arriva il documento finale dell’indagine condotta a Wuhan da 17 scienziati occidentali e altrettanti cinesi: poche le certezze e molte più delusioni. La Casa Bianca assai scettica
GB, da settembre via alla terza dose di vaccino
GB, da settembre via alla terza dose di vaccino
Già programmato un “richiamo” che dovrebbe garantire un periodo di immunizzazione ancora maggiore. Da lunedì scattano le prime concessioni di ritorno graduale alla normalità, che proseguiranno spedite