GB: respiratori solo a chi può farcela

| Lontani dal picco, gli ospedali inglesi rivelano che le attrezzature non bastano più a contenere l’aumento esponenziale di nuovi casi

+ Miei preferiti
Il Regno Unito è sotto shock, scoprendo che malgrado il picco della pandemia sia ancora molto lontano e per le autorità “non siamo che all’inizio”, gli ospedali sono già al collasso e ovunque è iniziato il penoso rito del “razionamento” dei ventilatori polmonari. A Londra, denuncia il “Daily Telegraph” riportando indiscrezioni dell’Imperial College Healthcare NHS, solo i pazienti con “ragionevole certezza” di sopravvivenza vengono attaccati alle macchine. “I pazienti affetti da coronavirus hanno spesso bisogno del supporto di un ventilatore polmonare per periodi prolungati, ma siamo costretti ad essere ragionevolmente certi che la persona guarirà: ritardare la morte dir due o tre settimane non è la cosa giusta per loro e per la società. Man mano che apprendiamo di più sulla malattia, siamo diventati molto più attenti ai pazienti da prendere in considerazione: è drammatico, e in tempi normali daremmo a tutti il beneficio del dubbio. Ma tutto è cambiato”.

“Solo quando l’epidemia avrà raggiunto il suo apice – ammette Eleanor Riley, specialista di immunologia e malattie infettive presso l’Università di Edimburgo - avremo una riduzione di nuovi casi e di conseguenza di decessi, allora sapremo che stanno iniziando a superare la pandemia”.

Nel giro di poche ore, in tutto il Paese si è passati da 209 a 19.522 casi confermati, con 19.522 decessi, il numero più alto che la Gran Bretagna abbia visto finora. Cifre che arrivano dopo la nefasta previsione di 1,6 milioni di contagi in tutto il Regno Unito. Con test e tamponi non ancora disponibili in tutto il Paese, forniti solo a chi è ricoverato in ospedale e al personale del NHS, potrebbero esserci decine di migliaia di persone che hanno il coronavirus senza saperlo.

Secondo il professor Neil Ferguson, principale consulente epidemiologico del governo, i cittadini britannici dovranno rimanere nelle loro case per quasi tre mesi e continuare l’isolamento sociale fino a ottobre. 

Il ministro degli esteri Dominic Raab è stato indicato dal 10 di Downing Street alla guida del Paese se le condizioni di Boris Johnson si aggravassero, e in base ad un sondaggio, il 63% degli anglosassoni pensa che le regole di distanziamento sociale siano state introdotte troppo tardi: l’83% ritiene che medici e infermieri dovrebbero avere la priorità di test e tamponi, ma solo il 19% pensa che lo stesso diritto spetti ai politici, e solo il 15% concede lo stesso privilegio alla Royal Family.

CORONAVIRUS
Chi sta iniziando a riaprire
Chi sta iniziando a riaprire
Il Texas e il Mississippi annunciano il ritorno al 100% delle attività senza più l’obbligo della mascherina. Israele riapre i locali pubblici, ma solo a chi è stato vaccinato
Repubblica Ceca, dove la pandemia è un disastro
Repubblica Ceca, dove la pandemia è un disastro
Una serie di passi falsi, di decisioni sbagliate prese in vista delle elezioni, di riluttanza e lentezza, hanno trascinato il Paese europeo in una situazione di enorme gravità
Giappone, il Paese più in ritardo al mondo nei vaccini
Giappone, il Paese più in ritardo al mondo nei vaccini
Malgrado l’avvicinarsi delle Olimpiadi, finora sarebbero state inoculate solo 18mila dosi. Il problema risale a due casi di diversi anni fa, che da allora hanno minato la fiducia dei giapponesi nei vaccini
Israele allenta le restrizioni
Israele allenta le restrizioni
Dopo ulteriori analisi hanno accertato che il vaccino Pfizer è efficace al 95,8% contro le forme più gravi del virus, Israele inizia ad assaporare un graduale ma confortante ritorno alla normalità
GB, polemiche per la quarantena a pagamento
GB, polemiche per la quarantena a pagamento
Chi arriva dai Paesi inseriti nella “red list” sarà obbligato a due settimane di soggiorno in albergo, con 2 tamponi e controlli ferrei, spendendo di tasca propria 2.000 euro circa
Il team dell’OMS: 12 ceppi di virus prima di dicembre 2019
Il team dell’OMS: 12 ceppi di virus prima di dicembre 2019
È il primo, fondamentale risultato della missione scientifica a Wuhan: i casi non erano concentrati in focolai, ma sparsi in tutta la regione. Attesa per una seconda missione, che vorrebbe avere accesso a 200mila campioni di sangue
I problemi del vaccino AstraZeneca preoccupano il mondo
I problemi del vaccino AstraZeneca preoccupano il mondo
È il più economico e facile da trasportare, quello su cui l’OMS puntava per distribuirlo in modo massiccio ai paesi poveri. Ma uno studio sembra confermare la scarsa copertura contro le nuove varianti del virus
Spagna, gli ascensori Covid-killer
Spagna, gli ascensori Covid-killer
Il virus si era annidato nei due ascensori di un condominio di Bilbao: 5 morti e 33 persone contagiate
La carica dei vaccini
La carica dei vaccini
Guida ragionata gli immunizzanti in arrivo: visto nel suo complesso, l’enorme sforzo medico, biologico e produttivo dovrebbe raggiungere il pieno verso fine anno
Dubai, l’equilibrio fra salute ed economia?
Dubai, l’equilibrio fra salute ed economia?
Il Paese ha riaperto al turismo attirando migliaia di europei, ma i casi di Covid sono in aumento. Eppure, le autorità non hanno intenzione di chiudere, cercando di raggiungere un difficile compromesso