Il focolaio a bordo della portaerei Roosevelt

| Il Pentagono ha confermato che i casi di contagio a bordo dell’enorme portaerei sono in forte e preoccupante aumento. Contagi in tutto l’esercito e contromisure per il contenimento

+ Miei preferiti
Non sono soltanto le navi da crociera, a trasformarsi in focolai di coronavirus che lasciano poco scampo ai passeggeri, dal Pentagono è filtrata la notizia che la pandemia sta travolgendo l’equipaggio della “USS Theodore Roosevelt”, portaerei di classe Nimitz in forza alla US Navy. A bordo della “Big Stick”, come viene chiamata l’enorme portaerei, lunga 333 metri, larga 78, con 3.200 marinai e 2.480 piloti a bordo, è stato segnalato un aumento improvviso dei casi di coronavirus. Secondo quanto ammesso da un ufficiale della US Navy, 25 marinai risultano positivi al test ad appena due giorni di distanza dall’individuazione dei primi tre casi a bordo.

Un secondo ufficiale ha comunque aggiunto che, in caso di aumento dei casi, è assai improbabile che il Dipartimento della Difesa specifichi il numero di militari colpiti dall’infezione, per evitare di fornire a paesi ostili indicazioni per colpire un obiettivo vulnerabile.



Nonostante lo scoppio della pandemia, l’ammiraglio Mike Gilday, capo delle operazioni navali, ha dichiarato, “siamo fiduciosi che la risposta aggressiva ai casi di contagio manterrà la USS Theodore Roosevelt in grado di rispondere a qualsiasi crisi o emergenza. Stiamo sottoponendo a test il 100% dell’equipaggio per contenere la diffusione. Dopo essere partita dal Vietnam, la Roosevelt sta facendo rotta verso il porto di Guam, ma a nessun membro dell’equipaggio sarà permesso scendere a terra”. 

L’aumento improvviso del numero di casi positivi in soli due giorni a bordo della portaerei è l’ulteriore allarme di come la pandemia stia colpendo con particolare violenza le forze armate statunitensi. Fonti del Pentagono stimano in 280 i militari positivi individuati da giovedì, con un aumento di 53 casi rispetto ai 227 di mercoledì, mentre in tutto il Dipartimento della Difesa, fra civili, appaltatori e militari, i casi positivi superano quota 600.

Il Pentagono ha confermato che il Segretario della Difesa Mark Esper ha ordinato il congelamento per 60 giorni di tutti i movimenti delle truppe americane d’oltremare, uno stop che interessa 90.000 dispiegamenti già programmati. Esper ha anche innalzato lo status di protezione sanitaria per tutte le installazioni di difesa nel mondo, limitando l’accesso alle basi e incoraggiando il telelavoro in tutto il dipartimento.

Galleria fotografica
Il focolaio a bordo della portaerei Roosevelt - immagine 1
CORONAVIRUS
Il virus è nato in laboratorio
Il virus è nato in laboratorio
È la clamorosa conclusione a cui sono giunti due scienziati, uno inglese e l’altro norvegese. In un dossier affermano di aver trovato le prove di una manipolazione genetica che nascondesse l’origine artificiale
Le conseguenze politiche del Covid
Le conseguenze politiche del Covid
Biden ordina agli 007 di stabilire le origini del coronavirus. Ne va della sua autorevolezza, ma se si scoprisse che è sfuggito da un laboratorio darebbe nuovo fiato alle teorie di Trump. A rimetterci sarà la credibilità dell’OMS
Un rapporto dell’intelligence americana getta nuovi dubbi sull’origine del virus
Un rapporto dell’intelligence americana getta nuovi dubbi sull’origine del virus
Alcuni dipendenti del laboratorio di Wuhan avrebbero sviluppato nel novembre 2019 sintomi di una misteriosa malattia che li ha costretti al ricovero
Il virus è uscito dal laboratorio di Wuhan?
Il virus è uscito dal laboratorio di Wuhan?
Un nuovo articolo, firmato da una ventina di esperti mondiali in virologia, non esclude la possibilità che la pandemia sia la conseguenza di un incidente
Covid-19, il caso delle Seychelles
Covid-19, il caso delle Seychelles
Malgrado oltre il 60% della popolazione sia stato vaccinato, nell’arcipelago le infezioni sono in aumento. Per gli esperti non è un’anomalia, perché casi gravi e decessi sono scomparsi. Ma è necessario non abbassare la guardia
L’Asia epicentro mondiale del virus
L’Asia epicentro mondiale del virus
Non c’è solo l’India, dove la situazione peggiora di giorno in giorno: anche diversi Paesi asiatici si ritrovano a fronteggiare un’ondata di casi che fa temere conseguenze disastrose per via dei fragili sistemi sanitari
Il mondo affronta la peggiore crisi dall’inizio della pandemia
Il mondo affronta la peggiore crisi dall’inizio della pandemia
Non doveva essere così: fin dall’inizio, l’OMS ha ammonito di pensare non solo a sé stessi ma anche ai Paesi più poveri, dove il virus può annidarsi, mutare e sopravvivere ancora. Ma quasi nessuno l’ha ascoltato
La pillola per curare il covid a casa
La pillola per curare il covid a casa
L’ha annunciato la “Pfizer”, che avrebbe allo studio una cura domestica da assumere all’insorgere dei primi sintomi. È un farmaco “inibitore della proteasi”: blocca l’enzima che permette al virus di svilupparsi
Ottimi risultati per il concerto sperimentale anti-covid
Ottimi risultati per il concerto sperimentale anti-covid
Diffusi i risultati degli accertamenti medici: solo 6 positivi, ma 4 sono stati infettati non quella sera. Una speranza concreta sulla strada della riapertura dei grandi eventi
Origine del Covid: scienza VS intelligence
Origine del Covid: scienza VS intelligence
Per la comunità scientifica è sempre più probabile che il virus sia passato all’uomo da un animale. Per gli analisti, al contrario, non c’è alcuna prova che scagioni i laboratori cinesi