Il focolaio a bordo della portaerei Roosevelt

| Il Pentagono ha confermato che i casi di contagio a bordo dell’enorme portaerei sono in forte e preoccupante aumento. Contagi in tutto l’esercito e contromisure per il contenimento

+ Miei preferiti
Non sono soltanto le navi da crociera, a trasformarsi in focolai di coronavirus che lasciano poco scampo ai passeggeri, dal Pentagono è filtrata la notizia che la pandemia sta travolgendo l’equipaggio della “USS Theodore Roosevelt”, portaerei di classe Nimitz in forza alla US Navy. A bordo della “Big Stick”, come viene chiamata l’enorme portaerei, lunga 333 metri, larga 78, con 3.200 marinai e 2.480 piloti a bordo, è stato segnalato un aumento improvviso dei casi di coronavirus. Secondo quanto ammesso da un ufficiale della US Navy, 25 marinai risultano positivi al test ad appena due giorni di distanza dall’individuazione dei primi tre casi a bordo.

Un secondo ufficiale ha comunque aggiunto che, in caso di aumento dei casi, è assai improbabile che il Dipartimento della Difesa specifichi il numero di militari colpiti dall’infezione, per evitare di fornire a paesi ostili indicazioni per colpire un obiettivo vulnerabile.



Nonostante lo scoppio della pandemia, l’ammiraglio Mike Gilday, capo delle operazioni navali, ha dichiarato, “siamo fiduciosi che la risposta aggressiva ai casi di contagio manterrà la USS Theodore Roosevelt in grado di rispondere a qualsiasi crisi o emergenza. Stiamo sottoponendo a test il 100% dell’equipaggio per contenere la diffusione. Dopo essere partita dal Vietnam, la Roosevelt sta facendo rotta verso il porto di Guam, ma a nessun membro dell’equipaggio sarà permesso scendere a terra”. 

L’aumento improvviso del numero di casi positivi in soli due giorni a bordo della portaerei è l’ulteriore allarme di come la pandemia stia colpendo con particolare violenza le forze armate statunitensi. Fonti del Pentagono stimano in 280 i militari positivi individuati da giovedì, con un aumento di 53 casi rispetto ai 227 di mercoledì, mentre in tutto il Dipartimento della Difesa, fra civili, appaltatori e militari, i casi positivi superano quota 600.

Il Pentagono ha confermato che il Segretario della Difesa Mark Esper ha ordinato il congelamento per 60 giorni di tutti i movimenti delle truppe americane d’oltremare, uno stop che interessa 90.000 dispiegamenti già programmati. Esper ha anche innalzato lo status di protezione sanitaria per tutte le installazioni di difesa nel mondo, limitando l’accesso alle basi e incoraggiando il telelavoro in tutto il dipartimento.

Galleria fotografica
Il focolaio a bordo della portaerei Roosevelt - immagine 1
CORONAVIRUS
Il lockdown ha salvato milioni di persone
Il lockdown ha salvato milioni di persone
Lo dice uno studio statistico realizzato da alcuni scienziati, che hanno confrontato le risposte sanitarie di alcuni fra i Paesi più colpiti dal virus: chi ha atteso i numeri bassi e chi invece ha fatto tutto troppo in fretta
Il virus è più aggressivo ma meno letale
Il virus è più aggressivo ma meno letale
I risultati d uno studio hanno individuato una nuova variante del Covid-19 da 3 a 9 volte più infettiva, ma meno letale di poche settimane fa
La bomba del Medioriente: virus, guerre e carestie
La bomba del Medioriente: virus, guerre e carestie
Il numero dei contagi è sottostimato, ma alle conseguenze di una pandemia inarrestabile si aggiungono crisi economiche e conflitti che stanno riducendo alla fame intere popolazioni
Australia, un focolaio nato da un accendino
Australia, un focolaio nato da un accendino
Diversi dipendenti di un hotel sarebbero stati contagiati scambiandosi un semplice accendino. Preoccupazione nel paese per l’aumento dei casi
Brasile, la pandemia inarrestabile
Brasile, la pandemia inarrestabile
Il paese guida il Sudamerica per casi accertati e morti, puntando sempre più il dito verso le idee negazioniste del presidente Bolsonaro
USA: la pandemia è un disastro totale
USA: la pandemia è un disastro totale
Scelte e decisioni sbagliate, fretta nel riaprire e pressioni di Trump hanno riacceso l’allarme nei 50 stati: i casi sono in aumento e secondo gli esperti i contagiati sarebbero ormai oltre 24 milioni
La lezione di Djokovic al mondo
La lezione di Djokovic al mondo
L’Adria Tour di Tennis, il torneo benefico voluto dal campione serbo, si è trasformato in un nuovo focolaio. Un monito per i paesi che continuano ad allentare le restrizioni, e assistono ad aumento dei casi di infezione
Un nemico formidabile
Un nemico formidabile
Una mutazione scoperta di recente spiega perché il virus continua a mietere vittime e a preoccupare: sconfiggerlo non sarà una battaglia semplice e soprattutto breve
Il virus sta mutando (in meglio)
Il virus sta mutando (in meglio)
Nel più classico stile di comportamento, il Covid-19 si starebbe adattando all’ospite umano depotenziandosi, quindi senza ucciderlo. Le conclusioni di uno studio scientifico
Mezzo mondo ancora ostaggio del virus
Mezzo mondo ancora ostaggio del virus
Se nei paesi più colpiti il Covid-19 ha allentato la sua morsa di morti e contagi, ma in Sud America, Medio Oriente e Africa i dati sono ancora in crescita, e il picco è ancora lontano