Il vaccino di Bill Gates in fase di test

| Finanziato dalla fondazione dell’ex fondatore di Microsoft, un’azienda biomedica ha iniziato la fase due dei test su 40 volontari. Entro la fine dell’estate i risultati definitivi

+ Miei preferiti
Non è un segreto che gli Stati Uniti abbiano messo in campo tutta la loro potenza di fuoco medica e biologica per individuare un vaccino e liberarsi del male che sta distruggendo la più forte economia mondiale. Non è altruismo, da Trump non se l’aspetta nessuno, è nell’interesse delle finanze americane, ma la globalità della pandemia fa sì che tutti ne avranno beneficio, prima o poi.

Fra i magnati americani che hanno infuso sforzi e denari nella gara – forse battaglia – per trovare il vaccino che mandi in soffitta il coronavirus, Bill Gates e la sua fondazione sono partiti per tempo finanziando la “Inovio”, un’azienda biotech americana all’avanguardia nella ricerca da cui proprio in queste ore stanno arrivando le prime risposte incoraggianti. Il vaccino contro il Covid-19 è entrato nella fase di sperimentazione sull’uomo, dopo la benedizione della “Food and Drug Admistration”.

Il vaccino - nome provvisorio “Ino-4800” - ieri è stato testato per la prima volta su 40 volontari, fra Philadelphia e Kansas City, che dopo la prima dose ne riceveranno un’altra entro 4 settimane. “È un significativo passo in avanti nella lotta globale al Covid-19 – ha commentato Joseph Kim, presidente e Ceo di Inovio – senza un vaccino efficace, ci sono molte probabilità che la pandemia possa continuare a minacciare il pianeta per lungo tempo. Il nostro team si è mobilitato quando la sequenza genetica del virus è diventata disponibile agli inizi di gennaio, continuando a lavorare 24 ore su 24 per garantire un avanzamento rapido”.

Il passaggio del test sugli esseri umani è arrivato dopo la risposta immunitaria promettente registrata su più modelli animali, e i primi risultati sono previsti entro la fine dell’estate. Nel frattempo, la Inovio si sta attrezzando per implementare la produzione di Ino-4800, per arrivare ad un milione di dosi disponibili entro la fine dell’anno.

CORONAVIRUS
Casi in aumento in Asia, ma nessun timore
Casi in aumento in Asia, ma nessun timore
In Cina, Corea del Sud e Hong Kong si segnalano nuovi casi, ma la situazione è così sotto controllo che è difficile sfugga. Al contrario di Europa e Stati Uniti, dove secondo gli esperti una terza ondata è assai probabile
New York, 700 cadaveri nei camion frigorifero
New York, 700 cadaveri nei camion frigorifero
Sono fermi dallo scorso aprile: di 230 non si riesce a rintracciare nessun parente prossimo, per tutti gli altri le famiglie non sono in grado di pagare una sepoltura
Vaccini: è iniziata la corsa al ghiaccio secco
Vaccini: è iniziata la corsa al ghiaccio secco
Ne serviranno quantità enormi per trasportare in tutto il mondo le dosi necessarie a vaccinare le popolazioni. Un’operazione che dovrà affrontare enormi difficoltà nelle zone più povere e dimenticate del mondo
Russia, la storia oscura della pandemia
Russia, la storia oscura della pandemia
La situazione nel Paese sembra ben più grave e allarmante di quella che gli organi ufficiali raccontano, a cominciare dalle cifre delle vittime, falsate da un metodo di conteggio del tutto anomalo
Il primo test per il Covid africano, il più economico al mondo
Il primo test per il Covid africano, il più economico al mondo
Sviluppato dall’Istituto Pasteur di Dakar, in Senegal, è simile ai test dell’insulina: basta una goccia di sangue su una striscia di reagente. Sarà venduto a un dollaro e distribuito in modo massiccio in tutto il continente africano
La coppia che salverà il mondo
La coppia che salverà il mondo
Dietro la clamorosa notizia del vaccino c’è l’impegno di una coppia di biologi tedeschi, entrambi figli di immigrati turchi e oggi a capo della “BioNTech”, azienda che ha collaborato nella ricerca con il colosso “Pfizer”
Johnson: lockdown in tutta l’Inghilterra
Johnson: lockdown in tutta l’Inghilterra
Il provvedimento, che non riguarda l’intero Regno Unito, aggiunge il Paese al lungo elenco di misure adottate dai vicini europei. Più di 250 milioni di persone nella UE sono già bloccate a casa
200 giorni senza un contagio, il caso Taiwan
200 giorni senza un contagio, il caso Taiwan
L’ultimo accertato risale alla domenica di Pasqua. Merito di una risposta veloce e di una ferrea e accuratissima strategia di tracciamento dei contatti
Il Covid, compagno di strada anche nel 2021
Il Covid, compagno di strada anche nel 2021
Un noto e influente epidemiologo giapponese toglie il velo alle speranze che i primi vaccini possano essere risolutivi: “Dobbiamo imparare a convivere con il virus per molto tempo”
Il caso Irlanda, lezione di tempestività
Il caso Irlanda, lezione di tempestività
Alle prime avvisaglie di aumento dei casi, le autorità irlandesi non hanno esitato a far scattare un mini lockdown