Il vaccino di Bill Gates in fase di test

| Finanziato dalla fondazione dell’ex fondatore di Microsoft, un’azienda biomedica ha iniziato la fase due dei test su 40 volontari. Entro la fine dell’estate i risultati definitivi

+ Miei preferiti
Non è un segreto che gli Stati Uniti abbiano messo in campo tutta la loro potenza di fuoco medica e biologica per individuare un vaccino e liberarsi del male che sta distruggendo la più forte economia mondiale. Non è altruismo, da Trump non se l’aspetta nessuno, è nell’interesse delle finanze americane, ma la globalità della pandemia fa sì che tutti ne avranno beneficio, prima o poi.

Fra i magnati americani che hanno infuso sforzi e denari nella gara – forse battaglia – per trovare il vaccino che mandi in soffitta il coronavirus, Bill Gates e la sua fondazione sono partiti per tempo finanziando la “Inovio”, un’azienda biotech americana all’avanguardia nella ricerca da cui proprio in queste ore stanno arrivando le prime risposte incoraggianti. Il vaccino contro il Covid-19 è entrato nella fase di sperimentazione sull’uomo, dopo la benedizione della “Food and Drug Admistration”.

Il vaccino - nome provvisorio “Ino-4800” - ieri è stato testato per la prima volta su 40 volontari, fra Philadelphia e Kansas City, che dopo la prima dose ne riceveranno un’altra entro 4 settimane. “È un significativo passo in avanti nella lotta globale al Covid-19 – ha commentato Joseph Kim, presidente e Ceo di Inovio – senza un vaccino efficace, ci sono molte probabilità che la pandemia possa continuare a minacciare il pianeta per lungo tempo. Il nostro team si è mobilitato quando la sequenza genetica del virus è diventata disponibile agli inizi di gennaio, continuando a lavorare 24 ore su 24 per garantire un avanzamento rapido”.

Il passaggio del test sugli esseri umani è arrivato dopo la risposta immunitaria promettente registrata su più modelli animali, e i primi risultati sono previsti entro la fine dell’estate. Nel frattempo, la Inovio si sta attrezzando per implementare la produzione di Ino-4800, per arrivare ad un milione di dosi disponibili entro la fine dell’anno.

CORONAVIRUS
Chi sta iniziando a riaprire
Chi sta iniziando a riaprire
Il Texas e il Mississippi annunciano il ritorno al 100% delle attività senza più l’obbligo della mascherina. Israele riapre i locali pubblici, ma solo a chi è stato vaccinato
Repubblica Ceca, dove la pandemia è un disastro
Repubblica Ceca, dove la pandemia è un disastro
Una serie di passi falsi, di decisioni sbagliate prese in vista delle elezioni, di riluttanza e lentezza, hanno trascinato il Paese europeo in una situazione di enorme gravità
Giappone, il Paese più in ritardo al mondo nei vaccini
Giappone, il Paese più in ritardo al mondo nei vaccini
Malgrado l’avvicinarsi delle Olimpiadi, finora sarebbero state inoculate solo 18mila dosi. Il problema risale a due casi di diversi anni fa, che da allora hanno minato la fiducia dei giapponesi nei vaccini
Israele allenta le restrizioni
Israele allenta le restrizioni
Dopo ulteriori analisi hanno accertato che il vaccino Pfizer è efficace al 95,8% contro le forme più gravi del virus, Israele inizia ad assaporare un graduale ma confortante ritorno alla normalità
GB, polemiche per la quarantena a pagamento
GB, polemiche per la quarantena a pagamento
Chi arriva dai Paesi inseriti nella “red list” sarà obbligato a due settimane di soggiorno in albergo, con 2 tamponi e controlli ferrei, spendendo di tasca propria 2.000 euro circa
Il team dell’OMS: 12 ceppi di virus prima di dicembre 2019
Il team dell’OMS: 12 ceppi di virus prima di dicembre 2019
È il primo, fondamentale risultato della missione scientifica a Wuhan: i casi non erano concentrati in focolai, ma sparsi in tutta la regione. Attesa per una seconda missione, che vorrebbe avere accesso a 200mila campioni di sangue
I problemi del vaccino AstraZeneca preoccupano il mondo
I problemi del vaccino AstraZeneca preoccupano il mondo
È il più economico e facile da trasportare, quello su cui l’OMS puntava per distribuirlo in modo massiccio ai paesi poveri. Ma uno studio sembra confermare la scarsa copertura contro le nuove varianti del virus
Spagna, gli ascensori Covid-killer
Spagna, gli ascensori Covid-killer
Il virus si era annidato nei due ascensori di un condominio di Bilbao: 5 morti e 33 persone contagiate
La carica dei vaccini
La carica dei vaccini
Guida ragionata gli immunizzanti in arrivo: visto nel suo complesso, l’enorme sforzo medico, biologico e produttivo dovrebbe raggiungere il pieno verso fine anno
Dubai, l’equilibrio fra salute ed economia?
Dubai, l’equilibrio fra salute ed economia?
Il Paese ha riaperto al turismo attirando migliaia di europei, ma i casi di Covid sono in aumento. Eppure, le autorità non hanno intenzione di chiudere, cercando di raggiungere un difficile compromesso