Il virus si diffonde anche parlando o respirando

| Gli esperti di tutto il mondo concordano: non sono i colpi di tosse o gli starnuti i veicoli del virus, sono sufficienti le microgocce involontarie emesse quando si parla. Particelle che restano sospese in aria per ore

+ Miei preferiti
Non è una bella notizia, quella divulgata da un’autorevole ricerca scientifica illustrata alla Casa Bianca: la ricerca dimostra che il coronavirus si diffonde non solo attraverso tosse e starnuti, ma anche parlando e respirando: “I risultati degli studi sono coerenti con l’aerosolizzazione del virus”, ha spiegato in una nota il dottor Harvey Fineberg, presidente di un comitato scientifico della “National Academy of Sciences”. “Questa lettera risponde alla domanda sulla possibilità che il virus possa essere diffuso anche attraverso la semplice conversazione, oltre alle microgocce prodotte da tosse e starnuti”.

Secondo i centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, il virus si diffonde quando le persone si trovano a circa due metri di distanza l’una dall’altra “attraverso goccioline respiratorie prodotte quando una persona infetta tossisce o starnutisce, ma la ricerca mostra che anche le goccioline aerosolizzate prodotte parlando o forse anche solo respirando possono avere lo stesso effetto”.

Alcune ricerche condotte in un ospedale in Cina dimostrano che il virus può restare sospeso in aria perfino quando medici e infermieri rimuovono l’equipaggiamento protettivo dei pazienti in arrivo. Una teoria confermata anche da una ricerca dell’Università del Nebraska secondo cui del materiale genetico del virus è stato trovato a più di un metro e mezzo di distanza dai loro letti, facendo temere che particelle aerosolizzate possano restare in aria per lungo tempo. Quanto dipende da diversi fattori, tra cui la quantità di microgoccioline che un individuo infetto emette quando respira o parla, e anche dalla quantità di circolazione dell’aria: “Se si genera un effetto aerosol senza circolazione e ricambio dell’aria in una stanza, è concepibile che il virus resti sospeso anche per ore, ma se questo accade all’aperto, è molto probabile che l’aria lo disperderà”.

CORONAVIRUS
Il virus non sparirà mai
Il virus non sparirà mai
Le fosche previsioni del CEO di “Moderna”, secondo cui il Covid-19 è destinato a diventare una malattia endemica che circolerà a livelli molto bassi
Due milioni di morti, ma il numero è più alto
Due milioni di morti, ma il numero è più alto
Il triste primato raggiunto venerdì, mentre il virus si fa ovunque più aggressivo. Secondo gli esperti le vittime del Covid-19 sono molte di più
La difficile missione del team OMS in Cina
La difficile missione del team OMS in Cina
Controllati notte e giorno da funzionari cinesi, i 15 esperti inviati a Wuhan per indagare sulle origini del Covid-19 non avranno vita facile. Due sono stati bloccati perché positivi ai test, gli altri costretti alla quarantena
Il vaccino cinese è meno efficace del previsto?
Il vaccino cinese è meno efficace del previsto?
Salgono le preoccupazioni a livello internazionale dopo i risultati di alcuni test effettuati in Brasile: si parla di poco più del 50% contro il 78% annunciato in precedenza
La Cina vieta l’ingresso alle squadre dell’OMS
La Cina vieta l’ingresso alle squadre dell’OMS
Dopo lunghi mesi di trattative, Pechino aveva concesso l’ingresso ad un team internazionale di esperti incaricato di scoprire l’origine del virus. Ma è stato revocato all'ultimo istante
L’apartheid del vaccino
L’apartheid del vaccino
Anche i Paesi che hanno ospitato gli esperimenti sui vaccini - come l’Argentina, il Sudafrica, il Brasile e la Turchia - non riceveranno forniture adeguate
I piani vaccinali fanno tremare i governi
I piani vaccinali fanno tremare i governi
Malgrado la corsa spasmodica delle forniture, sono diversi i Paesi in cui la più grande campagna vaccinale della storia stenta a partire. Fra i più ritardatari la Francia
Cina e Russia, più vittime di quanto ammesso
Cina e Russia, più vittime di quanto ammesso
I numeri dei decessi nei due Paesi sarebbero molto più alti di quelli dichiarati ufficialmente. A Wuhan almeno 500 mila persone sarebbero morte in questi mesi, mentre in Russia le vittime sarebbero 186mila
Un anno di Coronavirus, e quello che ancora non sappiamo
Un anno di Coronavirus, e quello che ancora non sappiamo
La straordinaria corsa del pianeta verso il vaccino non ha comunque risolto diversi dubbi: dove è nato, quanto sono efficaci i vaccini e quando finirà tutto questo
Vaccino, una complicata sfida logistica
Vaccino, una complicata sfida logistica
Da mesi, diverse aziende studiano percorsi, itinerari e soluzioni perché le dosi del vaccino Pfizer-BioNTech raggiungano tutte l’Europa senza intoppi. La prossima sfida è fare lo stesso nei Paesi meno attrezzati