Johnson: lockdown in tutta l’Inghilterra

| Il provvedimento, che non riguarda l’intero Regno Unito, aggiunge il Paese al lungo elenco di misure adottate dai vicini europei. Più di 250 milioni di persone nella UE sono già bloccate a casa

+ Miei preferiti
Sono ormai una decina, comprese Francia, Belgio, Irlanda, Repubblica Ceca, Austria, Olanda e Germania, i Paesi europei ad aver decretato un nuovo lockdown: l’Italia sembra prossima a farlo e anche l’Inghilterra cede. Boris Johnson, dopo settimane di indecisioni e fuoco incrociato, ha preso fiato e annunciato al Paese: “Stay Home”, state a casa, che fuori è pericoloso.

Giovedì prossimo, un rigidissimo lockdown scatta in tutta l’Inghilterra (e non in tutto il Regno Unito) fino al prossimo 2 dicembre, sperando di poter riaprire il Paese almeno per il Natale. Da nord a sue chiudono pub, ristoranti, locali e tutto quello considerato non essenziale, lasciando aperti i negozi di generi alimentari e le scuole. Non chiudono neanche università tribunali, l’edilizia, il Parlamento e la “Premier League”, il campionato di calcio. La cassa integrazione all’80% sarà estesa per tutta la durata del lockdown, ed è consentito uscire di casa per fare attività fisica.

La strategia di chiudere a macchia di leopardo non è servita a scongiurare l’aumento dei contagi, che ha raggiunto il milione di casi, anche se secondo gli esperti ha comunque rallentato i numeri ma non a sufficienza per combattere un virus che miete 50mila nuovi casi al giorno. A convincere un recalcitrante BoJo anche il temuto collasso dell’NHS, il sistema sanitario nazionale britannico, ormai sfiorato da diversi ospedali in tutto il Paese.

Johnson, parlando al Paese, ha allargato le braccia: “Dobbiamo essere umili di fronte alla natura, le cose si stanno muovendo ad una velocità di gran lunga superiore alle previsioni, per cui non c’è altra alternativa: aspettare di riempiere i reparti di terapia intensiva sarebbe un disastro morale ed etico”. Pungente il commento a caldo di Keir Starmer, che ha ricordato siano servite sei settimane per convincere il premier, sottolineando che secondo molti scienziati una chiusura tempestiva avrebbe accorciato i tempi del lockdown.

Alla data odierna, sono ormai più di 250 milioni, gli europei confinati per via dei lockdown.

CORONAVIRUS
Cina, un altro ospedale costruito in 5 giorni
Cina, un altro ospedale costruito in 5 giorni
È il primo di sei strutture che stanno nascendo in questi giorni nei dintorni di Pechino. A preoccupare le autorità un nuovo innalzamento dei casi di contagio
Il virus non sparirà mai
Il virus non sparirà mai
Le fosche previsioni del CEO di “Moderna”, secondo cui il Covid-19 è destinato a diventare una malattia endemica che circolerà a livelli molto bassi
Due milioni di morti, ma il numero è più alto
Due milioni di morti, ma il numero è più alto
Il triste primato raggiunto venerdì, mentre il virus si fa ovunque più aggressivo. Secondo gli esperti le vittime del Covid-19 sono molte di più
La difficile missione del team OMS in Cina
La difficile missione del team OMS in Cina
Controllati notte e giorno da funzionari cinesi, i 15 esperti inviati a Wuhan per indagare sulle origini del Covid-19 non avranno vita facile. Due sono stati bloccati perché positivi ai test, gli altri costretti alla quarantena
Il vaccino cinese è meno efficace del previsto?
Il vaccino cinese è meno efficace del previsto?
Salgono le preoccupazioni a livello internazionale dopo i risultati di alcuni test effettuati in Brasile: si parla di poco più del 50% contro il 78% annunciato in precedenza
La Cina vieta l’ingresso alle squadre dell’OMS
La Cina vieta l’ingresso alle squadre dell’OMS
Dopo lunghi mesi di trattative, Pechino aveva concesso l’ingresso ad un team internazionale di esperti incaricato di scoprire l’origine del virus. Ma è stato revocato all'ultimo istante
L’apartheid del vaccino
L’apartheid del vaccino
Anche i Paesi che hanno ospitato gli esperimenti sui vaccini - come l’Argentina, il Sudafrica, il Brasile e la Turchia - non riceveranno forniture adeguate
I piani vaccinali fanno tremare i governi
I piani vaccinali fanno tremare i governi
Malgrado la corsa spasmodica delle forniture, sono diversi i Paesi in cui la più grande campagna vaccinale della storia stenta a partire. Fra i più ritardatari la Francia
Cina e Russia, più vittime di quanto ammesso
Cina e Russia, più vittime di quanto ammesso
I numeri dei decessi nei due Paesi sarebbero molto più alti di quelli dichiarati ufficialmente. A Wuhan almeno 500 mila persone sarebbero morte in questi mesi, mentre in Russia le vittime sarebbero 186mila
Un anno di Coronavirus, e quello che ancora non sappiamo
Un anno di Coronavirus, e quello che ancora non sappiamo
La straordinaria corsa del pianeta verso il vaccino non ha comunque risolto diversi dubbi: dove è nato, quanto sono efficaci i vaccini e quando finirà tutto questo