La conversione di un complottista

| Un uomo di 46 anni che non credeva al coronavirus, considerato una fake news messa in giro ad arte, è finito in ospedale per contagio insieme alla moglie. Lui se l’è cavata, lei invece rischia ancora la vita

+ Miei preferiti
Brian Lee Hitchens, 46enne residente in Florida, autista di “Uber”, al coronavirus non aveva mai creduto. Per lui era tutta una bufala, un complotto del governo per controllare la gente, una manovra di qualche potente entità segreta. Insomma, il solito odiatore contro tutto e tutti come tanti, gente di cui il mondo farebbe volentieri a meno, che dispensa le sue teorie sui social, attirando decine di gente come lui, altrettanto convinta che il distanziamento sociale, le mascherine e i disinfettanti non servano a nulla, se non ad ingrassare le industrie che li producono. Lui stesso, insieme alla moglie, si riprendeva mentre sprezzante di ogni regola continuava a girare impunemente senza alcuna protezione.

Ma il destino ha voluto dargli una sonora lezione, che Brian sembra aver imparato a caro prezzo. Lui e sua moglie hanno iniziato a sentirsi poco bene: pensando ad una banale influenza – ovvio – sono rimasti a casa in attesa che il peggio passasse. Ma non è andata così: quando i sintomi sembravano volgere verso un aggravamento improvviso, hanno dovuto chiedere aiuto e giunti in ospedale è arrivata la risposta che proprio non si aspettavano: entrambi infettati dal virus Covid-19.

È stato lo stesso Hitchens ha raccontare la sua vicenda, con un post diffuso dal reparto di terapia intensiva dove si trova tutt’ora, anche se in via di guarigione. Si è detto molto preoccupato, perché sua moglie sembra non rispondere alle cure e secondo i medici è in pericolo di vita. “I suoi polmoni stanno combattendo una battaglia durissima, sono infiammati, e il suo corpo non sta rispondendo”.

Nel post, l’uomo ha voluto pentirsi pubblicamente di quanto affermato in precedenza, avvertendo gli altri “complottisti” come lui di fare estrema attenzione, perché si tratta di una malattia estremamente cattiva e pericolosa. “Pensavamo che il governo stesse usando il virus per distrarci: ora abbiamo capito sulla pelle che il coronavirus non è una fake. Fate attenzione a cosa leggete e alle notizie false: il virus è là fuori, e continua a colpire. E a tutti gli haters che mi hanno inviato messaggi in cui mi augurano la morte, rispondo in modo forte e chiaro che sono negativo. Lode al Signore”.

CORONAVIRUS
Il lockdown ha salvato milioni di persone
Il lockdown ha salvato milioni di persone
Lo dice uno studio statistico realizzato da alcuni scienziati, che hanno confrontato le risposte sanitarie di alcuni fra i Paesi più colpiti dal virus: chi ha atteso i numeri bassi e chi invece ha fatto tutto troppo in fretta
Il virus è più aggressivo ma meno letale
Il virus è più aggressivo ma meno letale
I risultati d uno studio hanno individuato una nuova variante del Covid-19 da 3 a 9 volte più infettiva, ma meno letale di poche settimane fa
La bomba del Medioriente: virus, guerre e carestie
La bomba del Medioriente: virus, guerre e carestie
Il numero dei contagi è sottostimato, ma alle conseguenze di una pandemia inarrestabile si aggiungono crisi economiche e conflitti che stanno riducendo alla fame intere popolazioni
Australia, un focolaio nato da un accendino
Australia, un focolaio nato da un accendino
Diversi dipendenti di un hotel sarebbero stati contagiati scambiandosi un semplice accendino. Preoccupazione nel paese per l’aumento dei casi
Brasile, la pandemia inarrestabile
Brasile, la pandemia inarrestabile
Il paese guida il Sudamerica per casi accertati e morti, puntando sempre più il dito verso le idee negazioniste del presidente Bolsonaro
USA: la pandemia è un disastro totale
USA: la pandemia è un disastro totale
Scelte e decisioni sbagliate, fretta nel riaprire e pressioni di Trump hanno riacceso l’allarme nei 50 stati: i casi sono in aumento e secondo gli esperti i contagiati sarebbero ormai oltre 24 milioni
La lezione di Djokovic al mondo
La lezione di Djokovic al mondo
L’Adria Tour di Tennis, il torneo benefico voluto dal campione serbo, si è trasformato in un nuovo focolaio. Un monito per i paesi che continuano ad allentare le restrizioni, e assistono ad aumento dei casi di infezione
Un nemico formidabile
Un nemico formidabile
Una mutazione scoperta di recente spiega perché il virus continua a mietere vittime e a preoccupare: sconfiggerlo non sarà una battaglia semplice e soprattutto breve
Il virus sta mutando (in meglio)
Il virus sta mutando (in meglio)
Nel più classico stile di comportamento, il Covid-19 si starebbe adattando all’ospite umano depotenziandosi, quindi senza ucciderlo. Le conclusioni di uno studio scientifico
Mezzo mondo ancora ostaggio del virus
Mezzo mondo ancora ostaggio del virus
Se nei paesi più colpiti il Covid-19 ha allentato la sua morsa di morti e contagi, ma in Sud America, Medio Oriente e Africa i dati sono ancora in crescita, e il picco è ancora lontano