Los Angeles, un morto di Covid ogni 10 minuti

| Mentre in America è iniziata la vaccinazione di massa, la California resta in prima linea, registrando numeri sconfortanti di morti e nuovi contagi

+ Miei preferiti
Il Natale più triste d’America è quello toccato in destino all’immensa Los Angeles, California, dove i funzionari sanitari hanno segnalato 148 nuovi decessi per Covid-19 il 25 dicembre, secondo giorno in cui la contea ha registrato un numero record di morti.

“Non può essere Natale, se ogni 10 minuti una persona muore - commenta in modo amaro Barbara Ferrer, direttore della sanità pubblica della contea di Los Angeles - e poiché molte di queste morti sarebbero state evitabili, l’attenzione della collettività dovrebbe essere rivolta a fare la cosa giusta per salvare vite umane”.

Secondo il comunicato stampa diffuso dal Dipartimento di Sanità Pubblica della Contea di Los Angeles, il giorno di Natale c’erano 6.500 persone ricoverate nei Covid-hospital, il 20% delle quali in terapia intensiva: nell’ultima settimana, il numero di pazienti è aumentato di oltre 1.600 unità, mostrando forse quello che è considerato il picco della pandemia.

“Spero che ognuno di noi possa trovare la forza e il coraggio di assumersi la responsabilità di pensare alla salute del prossimo - ha aggiunto Barbara Ferrer, esortando i californiani a seguire con scrupolo le linee guida come restare a casa e indossare la mascherina - gli unici strumenti che al momento funzionano”.

Secondo il Dipartimento di Stato per la Salute Pubblica, la capacità di posti letto in terapia intensiva sia nella San Joaquin Valley che nella California del Sud è pari allo 0%. In tutto lo stato ci sono stati 351 morti - il terzo più alto numero di morti per coronavirus in un solo giorno - portando il numero di decessi dell’intera California a 23.635.

Giovedì, lo stato ha registrato più di 39.000 nuovi casi, superando quota 2 milioni. “Gli ospedali sono pieni, i letti in terapia intensiva sono pochi e la gente sta morendo – si legge in un comunicato stampa diffuso da Mark Ghaly, segretario per la salute della California - la cosa più semplice che possiamo fare, ma anche la più utile, è restare a casa. Siamo in prima linea, e dobbiamo combattere”.

CORONAVIRUS
Chi sta iniziando a riaprire
Chi sta iniziando a riaprire
Il Texas e il Mississippi annunciano il ritorno al 100% delle attività senza più l’obbligo della mascherina. Israele riapre i locali pubblici, ma solo a chi è stato vaccinato
Repubblica Ceca, dove la pandemia è un disastro
Repubblica Ceca, dove la pandemia è un disastro
Una serie di passi falsi, di decisioni sbagliate prese in vista delle elezioni, di riluttanza e lentezza, hanno trascinato il Paese europeo in una situazione di enorme gravità
Giappone, il Paese più in ritardo al mondo nei vaccini
Giappone, il Paese più in ritardo al mondo nei vaccini
Malgrado l’avvicinarsi delle Olimpiadi, finora sarebbero state inoculate solo 18mila dosi. Il problema risale a due casi di diversi anni fa, che da allora hanno minato la fiducia dei giapponesi nei vaccini
Israele allenta le restrizioni
Israele allenta le restrizioni
Dopo ulteriori analisi hanno accertato che il vaccino Pfizer è efficace al 95,8% contro le forme più gravi del virus, Israele inizia ad assaporare un graduale ma confortante ritorno alla normalità
GB, polemiche per la quarantena a pagamento
GB, polemiche per la quarantena a pagamento
Chi arriva dai Paesi inseriti nella “red list” sarà obbligato a due settimane di soggiorno in albergo, con 2 tamponi e controlli ferrei, spendendo di tasca propria 2.000 euro circa
Il team dell’OMS: 12 ceppi di virus prima di dicembre 2019
Il team dell’OMS: 12 ceppi di virus prima di dicembre 2019
È il primo, fondamentale risultato della missione scientifica a Wuhan: i casi non erano concentrati in focolai, ma sparsi in tutta la regione. Attesa per una seconda missione, che vorrebbe avere accesso a 200mila campioni di sangue
I problemi del vaccino AstraZeneca preoccupano il mondo
I problemi del vaccino AstraZeneca preoccupano il mondo
È il più economico e facile da trasportare, quello su cui l’OMS puntava per distribuirlo in modo massiccio ai paesi poveri. Ma uno studio sembra confermare la scarsa copertura contro le nuove varianti del virus
Spagna, gli ascensori Covid-killer
Spagna, gli ascensori Covid-killer
Il virus si era annidato nei due ascensori di un condominio di Bilbao: 5 morti e 33 persone contagiate
La carica dei vaccini
La carica dei vaccini
Guida ragionata gli immunizzanti in arrivo: visto nel suo complesso, l’enorme sforzo medico, biologico e produttivo dovrebbe raggiungere il pieno verso fine anno
Dubai, l’equilibrio fra salute ed economia?
Dubai, l’equilibrio fra salute ed economia?
Il Paese ha riaperto al turismo attirando migliaia di europei, ma i casi di Covid sono in aumento. Eppure, le autorità non hanno intenzione di chiudere, cercando di raggiungere un difficile compromesso