New York, 700 cadaveri nei camion frigorifero

| Sono fermi dallo scorso aprile: di 230 non si riesce a rintracciare nessun parente prossimo, per tutti gli altri le famiglie non sono in grado di pagare una sepoltura

+ Miei preferiti
È l’orrore che si mescola alla paura, all’incertezza e all’abbandono di un Paese, la più grande superpotenza del mondo, piegata su sé stessa di fronte ad un virus che da mesi fa quel che vuole: ovunque è arrivato ha preteso migliaia di vittime, lasciando in cambio un’economia massacrata.

È l’orrore di New York, l’ombelico del mondo, che scopre decine di camion frigoriferi dove dallo scorso aprile centinaia di vittime del Covid giacciono in attesa di qualcuno che se ne occupi. Sono i resti di persone che nessuno ha mai cercato, poveri e miserabili raccolti dagli angoli delle strade giusto in tempo perché morissero lontani da qualche telecamera accesa.

Secondo l’ufficio del Coroner di New York, dopo una rivelazione del “Wall Street Journal”, sarebbero quasi 700, ammassati su camion refrigerati parcheggiati malamente all’ingresso dell’obitorio, fra la 39esima e Sunset Park, e in lunghe colonne sul lungomare di Brooklyn. Al momento, di 230 morti non è ancora stato possibile risalire a nessun parente prossimo, mentre gli altri non hanno i soldi necessari per pagare una sepoltura, malgrado il comune abbia stanziato 1.700 dollari di aiuti per ogni funerale alle famiglie che non possono permetterselo. Ma è una goccia nel mare, rispetto alle tariffe di New York, dove per una sepoltura senza pretese servono 9.000 dollari e 6.500 per una cremazione.

Inizialmente, la maggior parte dei corpi doveva essere sepolta a Hart Island, ma dopo le proteste il sindaco Bill de Blasio ha giurato che non ci sarebbero state sepolture di massa. Così, in primavera, la città è stata costretta a creare obitori di fortuna, quando New York City era nel mezzo della battaglia con il coronavirus che ha sostanzialmente chiuso la città man mano che i casi e le morti aumentavano. Il 1° aprile, New York City aveva registrato più di 83.000 infezioni e appena 1.941 decessi: ieri si sono registrati 278.956 nuovi casi e 19.537 morti.

Dina Maniotis, vice commissario esecutivo dell’ufficio del medico legale capo, ricorda che la struttura è stata progettata per gestire una media di 20 morti al giorno, e fatica a sopportare un carico di lavoro diventato abnorme: il virus era un’eventualità che nessuno poteva prevedere. Al momento, il reparto investigativo forense dispone solo di 15 addetti assegnati all’identificazione dei corpi e altri sette a cui spetta il compito di rintracciare i parenti. I corpi sono identificati attraverso i documenti, le cartelle cliniche e, a volte, i registri della polizia. Durante la pandemia, i funzionari hanno scoperto che molti parenti stretti non rispondevano perché anche loro erano morti.

Lea-Anne Carafa, una donna di New Rochelle, ha raccontato al “WSJ” ciò che è successo quando suo marito, Frank Joseph Carafa, è morto lo scorso maggio. La notizia della morte le è giunta solo il 28 luglio, quando ha ricevuto una telefonata dall’ufficio del medico legale per il ritiro della salma. Frank Joseph Carafa, da poco separato dalla moglie, aveva appena affittato una stanza a Manhattan.

Galleria fotografica
New York, 700 cadaveri nei camion frigorifero - immagine 1
New York, 700 cadaveri nei camion frigorifero - immagine 2
CORONAVIRUS
Cina, un altro ospedale costruito in 5 giorni
Cina, un altro ospedale costruito in 5 giorni
È il primo di sei strutture che stanno nascendo in questi giorni nei dintorni di Pechino. A preoccupare le autorità un nuovo innalzamento dei casi di contagio
Il virus non sparirà mai
Il virus non sparirà mai
Le fosche previsioni del CEO di “Moderna”, secondo cui il Covid-19 è destinato a diventare una malattia endemica che circolerà a livelli molto bassi
Due milioni di morti, ma il numero è più alto
Due milioni di morti, ma il numero è più alto
Il triste primato raggiunto venerdì, mentre il virus si fa ovunque più aggressivo. Secondo gli esperti le vittime del Covid-19 sono molte di più
La difficile missione del team OMS in Cina
La difficile missione del team OMS in Cina
Controllati notte e giorno da funzionari cinesi, i 15 esperti inviati a Wuhan per indagare sulle origini del Covid-19 non avranno vita facile. Due sono stati bloccati perché positivi ai test, gli altri costretti alla quarantena
Il vaccino cinese è meno efficace del previsto?
Il vaccino cinese è meno efficace del previsto?
Salgono le preoccupazioni a livello internazionale dopo i risultati di alcuni test effettuati in Brasile: si parla di poco più del 50% contro il 78% annunciato in precedenza
La Cina vieta l’ingresso alle squadre dell’OMS
La Cina vieta l’ingresso alle squadre dell’OMS
Dopo lunghi mesi di trattative, Pechino aveva concesso l’ingresso ad un team internazionale di esperti incaricato di scoprire l’origine del virus. Ma è stato revocato all'ultimo istante
L’apartheid del vaccino
L’apartheid del vaccino
Anche i Paesi che hanno ospitato gli esperimenti sui vaccini - come l’Argentina, il Sudafrica, il Brasile e la Turchia - non riceveranno forniture adeguate
I piani vaccinali fanno tremare i governi
I piani vaccinali fanno tremare i governi
Malgrado la corsa spasmodica delle forniture, sono diversi i Paesi in cui la più grande campagna vaccinale della storia stenta a partire. Fra i più ritardatari la Francia
Cina e Russia, più vittime di quanto ammesso
Cina e Russia, più vittime di quanto ammesso
I numeri dei decessi nei due Paesi sarebbero molto più alti di quelli dichiarati ufficialmente. A Wuhan almeno 500 mila persone sarebbero morte in questi mesi, mentre in Russia le vittime sarebbero 186mila
Un anno di Coronavirus, e quello che ancora non sappiamo
Un anno di Coronavirus, e quello che ancora non sappiamo
La straordinaria corsa del pianeta verso il vaccino non ha comunque risolto diversi dubbi: dove è nato, quanto sono efficaci i vaccini e quando finirà tutto questo