OMS: il mondo si abitui ad una vita diversa

| È troppo presto per eliminare le misure di contenimento, avverte la massima autorità sanitaria mondiale: va fatta con grande attenzione e gradualità, pronti a tornare indietro in qualsiasi momento

+ Miei preferiti
Secondo i dati raccolti dal “Center for Systems Science and Engineering” della Johns Hopkins University, la pandemia ha ucciso più di 170mila persone in tutto il mondo, e quasi 2,5 milioni sono risultate positive ai test per il Covid-19. Ma sono numeri parziali: si ritiene che quelli reali siano molto più alti a causa della carenza di test, di casi non segnalati e del sospetto che alcuni Paesi stiano nascondendo la portata delle epidemie delle loro nazioni.

Da quando sono stati rilevati i primi casi in Cina, lo scorso dicembre, gli Stati Uniti sono diventati la nazione più colpita, con oltre 787mila casi diagnosticati e almeno 42.364 decessi. 

Ma, avverte l’Organizzazione Mondiale della Sanità, poiché molti paesi si apprestano a mitigare o eliminare le misure di contenimento messe in atto per contenere la diffusione del nuovo coronavirus, allentare troppo presto le restrizioni può portare ad una recrudescenza dei contagi. “Non è affatto il momento di essere permissivi - ha detto il Dr. Takeshi Kasai, il direttore regionale dell’OMS per il Pacifico occidentale - dobbiamo invece prepararci ad un nuovo modo di vivere per il prossimo futuro”.

Secondo Kasai le restrizioni si sono dimostrate efficaci e la loro abolizione deve avvenire molto gradualmente, monitorando di continuo la situazione e pronti a ripristinarle in qualsiasi momento. “La società deve prepararsi a un nuovo modo di vivere che mantenga le persone sane e permetta alle economie di funzionare, mentre i governi lavorano per tenere il virus sotto controllo. Le nostre vite, il nostro sistema sanitario e le misure per fermare i contagi devono continuare ad adattarsi ed evolversi insieme all’epidemia, almeno fino a quando non si troverà un vaccino o un trattamento efficace. Ma fino ad allora, tutto questo dovrà diventare la nostra nuova normalità”.

CORONAVIRUS
Israele allenta le restrizioni
Israele allenta le restrizioni
Dopo ulteriori analisi hanno accertato che il vaccino Pfizer è efficace al 95,8% contro le forme più gravi del virus, Israele inizia ad assaporare un graduale ma confortante ritorno alla normalità
GB, polemiche per la quarantena a pagamento
GB, polemiche per la quarantena a pagamento
Chi arriva dai Paesi inseriti nella “red list” sarà obbligato a due settimane di soggiorno in albergo, con 2 tamponi e controlli ferrei, spendendo di tasca propria 2.000 euro circa
Il team dell’OMS: 12 ceppi di virus prima di dicembre 2019
Il team dell’OMS: 12 ceppi di virus prima di dicembre 2019
È il primo, fondamentale risultato della missione scientifica a Wuhan: i casi non erano concentrati in focolai, ma sparsi in tutta la regione. Attesa per una seconda missione, che vorrebbe avere accesso a 200mila campioni di sangue
I problemi del vaccino AstraZeneca preoccupano il mondo
I problemi del vaccino AstraZeneca preoccupano il mondo
È il più economico e facile da trasportare, quello su cui l’OMS puntava per distribuirlo in modo massiccio ai paesi poveri. Ma uno studio sembra confermare la scarsa copertura contro le nuove varianti del virus
Spagna, gli ascensori Covid-killer
Spagna, gli ascensori Covid-killer
Il virus si era annidato nei due ascensori di un condominio di Bilbao: 5 morti e 33 persone contagiate
La carica dei vaccini
La carica dei vaccini
Guida ragionata gli immunizzanti in arrivo: visto nel suo complesso, l’enorme sforzo medico, biologico e produttivo dovrebbe raggiungere il pieno verso fine anno
Dubai, l’equilibrio fra salute ed economia?
Dubai, l’equilibrio fra salute ed economia?
Il Paese ha riaperto al turismo attirando migliaia di europei, ma i casi di Covid sono in aumento. Eppure, le autorità non hanno intenzione di chiudere, cercando di raggiungere un difficile compromesso
La ricetta anglosassone: il cocktail di vaccini
La ricetta anglosassone: il cocktail di vaccini
Al momento, il mix di due vaccini diversi per la prima e la seconda dose è in fase di sperimentazione, ma gli scienziati inglesi sono fiduciosi: per l’Ebola ha funzionato
La squadra dell’OMS nel laboratorio di Wuhan
La squadra dell’OMS nel laboratorio di Wuhan
Finito al centro delle teorie cospirative, il “Wuhan Institute of Virology” è la prossima tappa della squadra di scienziati, che domenica hanno anche avuto accesso al “wet market” di Huanan
Australia, un caso mette in lockdown 2 milioni di persone
Australia, un caso mette in lockdown 2 milioni di persone
Cinque giorni di stop per la popolazione dell’area metropolitana di Perth e delle regioni Peel e South West. Il contagiato, una guardia di sicurezza di un hotel, probabilmente infettato della variante inglese del virus