Regno Unito, lockdown per 10 milioni di persone

| Uno dei tanti incubi peggiori di Boris Johnson si sta materializzando in queste ore: in diverse zone del Regno Unito torna il blocco completo

+ Miei preferiti
È un vero “annus horribilis” per Boris Johnson e l’intero Regno Unito, dove dalla mezzanotte di oggi scatta un nuovo lockdown che interessa diverse zone del Paese. BoJo, conscio del disastro economico che avrebbe comportato una nuova chiusura, aveva più volte scartato l’ipotesi, ma si è dovuto arrendere di fronte alla brusca impennata di nuovi casi. Tutti i parametri sono in aumento: nelle ultime 24 ore si contano 3.395 nuove infezioni, 21 decessi e 194 persone ricoverate in terapia intensiva.

Nuovamente recluse in casa circa 10 milioni di persone, in massima parte concentrate nelle aree a nord-est del Paese, Leicester, Scozia, Glasgow, Newcastle, Sunderland, North Yorkshire e Irlanda del Nord, a cui nelle prossime ore potrebbero aggiungersi due grandi metropoli come Manchester e Birmingham. Il provvedimento impone la chiusura di bar, ristoranti, palestre, pub, scuole, piscine, uffici, parchi, supermercati e locali in genere dalle 22, il divieto di socializzare con estranei, la così detta “regola del 6” (assembramenti vietati per più di 6 persone), accompagnati dall’invito a usare i mezzi pubblici solo se strettamente necessario. Come nei mesi peggiori di inizio anno, si può uscire solo per fare la spesa o per una passeggiata.

“Sappiamo bene che queste decisioni hanno un impatto su famiglie, imprese e comunità – ha commentato il ministro della salute Matt Hancock – e per questo non prendiamo nulla alla leggera, ma i dati dicono che è necessario agire tempestivamente”.

Il timore è che il provvedimento sia presto esteso ovunque, Londra compresa, dove i casi sono raddoppiati nel giro di due settimane.

CORONAVIRUS
200 giorni senza un contagio,
il caso Taiwan
200 giorni senza un contagio,<br>il caso Taiwan
L’ultimo accertato risale alla domenica di Pasqua. Merito di una risposta veloce e di una ferrea e accuratissima strategia di tracciamento dei contatti
Il Covid, compagno di strada anche nel 2021
Il Covid, compagno di strada anche nel 2021
Un noto e influente epidemiologo giapponese toglie il velo alle speranze che i primi vaccini possano essere risolutivi: “Dobbiamo imparare a convivere con il virus per molto tempo”
Il caso Irlanda, lezione di tempestività
Il caso Irlanda, lezione di tempestività
Alle prime avvisaglie di aumento dei casi, le autorità irlandesi non hanno esitato a far scattare un mini lockdown
Il mondo nel pieno della seconda ondata
Il mondo nel pieno della seconda ondata
Le misure di contenimento sono ormai state adottate ovunque, ma il numero di contagi quotidiani e di decessi continua a salire in modo inesorabile. Tante le proteste di piazza contro i lockdown che ammazzano l’economia
L’allarme del Belgio: «Il Covid è fuori controllo»
L’allarme del Belgio: «Il Covid è fuori controllo»
I tassi di contagio hanno raggiunto picchi allarmanti e le autorità sanitare temono che sia vicino il collasso del sistema ospedaliero. Ma in tanti per strada non indossano neanche la mascherina
La fine di Dmitriy, l’uomo che non credeva al Covid
La fine di Dmitriy, l’uomo che non credeva al Covid
Istruttore di fitness e blogger, era considerato un acceso “negazionista”: al ritorno da un viaggio di lavoro in Turchia scopre di essere positivo e muore pochi giorni dopo
Repubblica Ceca, da esempio
per l’Europa al disastro
Repubblica Ceca, da esempio<br>per l’Europa al disastro
Il Paese era riuscito a contenere in modo efficace la prima ondata, ma un insieme di concause ha permesso al virus di riprendere ciò che aveva solo lasciato indietro. E la gente protesta nelle piazze
Lockdown totale e mirato? Il dilemma dell’Europa
Lockdown totale e mirato? Il dilemma dell’Europa
Secondo gli esperti scientifici, sarebbe più efficace una breve chiusura totale piuttosto che tante piccole misure locali che non consentono di controllare le infezioni. Ma di mezzo ci sono le difficili situazioni delle economie
Great Barrington Declaration, la petizione per l’immunità di gregge
Great Barrington Declaration, la petizione per l’immunità di gregge
Firmato da esperti in tutto il mondo, è un manifesto che chiede di tutelare dal virus le fasce più a rischio ma di consentire a tutti gli altri la normalità, puntando verso l’immunità naturale
La lezione asiatica, che il mondo ha ignorato
La lezione asiatica, che il mondo ha ignorato
I paesi dell’area Asia-Pacifico vivono situazioni decisamente migliori rispetto all’Occidente. Merito di strategie precise, comunicazioni efficaci e decisioni condivise che non generano malumori