Un rapporto dell’intelligence americana getta nuovi dubbi sull’origine del virus

| Alcuni dipendenti del laboratorio di Wuhan avrebbero sviluppato nel novembre 2019 sintomi di una misteriosa malattia che li ha costretti al ricovero

+ Miei preferiti
Secondo un nuovo rapporto dell’intelligence statunitense, nel novembre del 2019 diversi ricercatori dell’Istituto di virologia di Wuhan sarebbero stati ricoverati in ospedale dopo aver accusato non meglio precisati sintomi gravi.

È un nuovo dettaglio che finisce per alimentare i dubbi sulle origini della pandemia. L’informazione era già stata anticipata in un dispaccio informativo del Dipartimento di Stato destinato all’amministrazione Trump, ma mancava il dettaglio del ricovero. Ufficialmente, la Cina ha riferito all’OMS che il primo paziente con sintomi simili al Covid è stato registrato a Wuhan l’8 dicembre 2019.

L’intelligence non ha ancora appurato quale patologia abbia colpito i ricercatori, ma il report è comunque un indizio sulla scarsa fiducia nelle informazioni ufficiali diffuse dal governo cinese.

Il mese scorso, Avril Haines, direttore della National Intelligence, nel corsi di un’audizione al senato ha ammesso che “l’intelligence non è ancora in grado di capire esattamente dove, quando e come il virus Covid-19 è stato trasmesso inizialmente”. Secondo l’ipotesi ritenuta più probabile, il virus avrebbe avuto origine dal contatto animale-umano, ma questo non esclude l’eventualità che si tratti di una fuga accidentale dall’istituto di Wuhan, dove si stavano conducendo ricerche sul coronavirus nei pipistrelli.

L’indagine dell’OMS ha concluso che il rischio di un incidente era “estremamente basso” e che non c’era “nessuna segnalazione di malattia respiratoria compatibile con il Covid-19 durante le settimane/mesi precedenti al dicembre 2019, e nessuna prova sierologica di infezione nei lavoratori attraverso lo screening sierologico specifico della SARS-CoV-2”.

Secondo Peter Daszak, che ha lavorato nel team dell’OMS, oltre a non esserci prova che il virus provenisse da un laboratorio, i test effettuati sui ricercatori non hanno trovato alcuna prova di anticorpi Covid, e il laboratorio era “gestito molto ben”. Ma il rapporto dell’OMS è stato criticato da Stati Uniti, Regno Unito e altri governi per l’accesso limitato a “dati e campioni completi e originali” concessi dalla Cina. L’organizzazione è stata anche accusata di essere eccessivamente deferente nei confronti di Pechino.

“La mia convinzione personale è che non avremo mai la risposta a questi dubbi. Se la risposta esiste, non sarà trovata dallo spionaggio tradizionale”, ha concluso una fonte dell’intelligence americana.

CORONAVIRUS
Il virus è nato in laboratorio
Il virus è nato in laboratorio
È la clamorosa conclusione a cui sono giunti due scienziati, uno inglese e l’altro norvegese. In un dossier affermano di aver trovato le prove di una manipolazione genetica che nascondesse l’origine artificiale
Le conseguenze politiche del Covid
Le conseguenze politiche del Covid
Biden ordina agli 007 di stabilire le origini del coronavirus. Ne va della sua autorevolezza, ma se si scoprisse che è sfuggito da un laboratorio darebbe nuovo fiato alle teorie di Trump. A rimetterci sarà la credibilità dell’OMS
Il virus è uscito dal laboratorio di Wuhan?
Il virus è uscito dal laboratorio di Wuhan?
Un nuovo articolo, firmato da una ventina di esperti mondiali in virologia, non esclude la possibilità che la pandemia sia la conseguenza di un incidente
Covid-19, il caso delle Seychelles
Covid-19, il caso delle Seychelles
Malgrado oltre il 60% della popolazione sia stato vaccinato, nell’arcipelago le infezioni sono in aumento. Per gli esperti non è un’anomalia, perché casi gravi e decessi sono scomparsi. Ma è necessario non abbassare la guardia
L’Asia epicentro mondiale del virus
L’Asia epicentro mondiale del virus
Non c’è solo l’India, dove la situazione peggiora di giorno in giorno: anche diversi Paesi asiatici si ritrovano a fronteggiare un’ondata di casi che fa temere conseguenze disastrose per via dei fragili sistemi sanitari
Il mondo affronta la peggiore crisi dall’inizio della pandemia
Il mondo affronta la peggiore crisi dall’inizio della pandemia
Non doveva essere così: fin dall’inizio, l’OMS ha ammonito di pensare non solo a sé stessi ma anche ai Paesi più poveri, dove il virus può annidarsi, mutare e sopravvivere ancora. Ma quasi nessuno l’ha ascoltato
La pillola per curare il covid a casa
La pillola per curare il covid a casa
L’ha annunciato la “Pfizer”, che avrebbe allo studio una cura domestica da assumere all’insorgere dei primi sintomi. È un farmaco “inibitore della proteasi”: blocca l’enzima che permette al virus di svilupparsi
Ottimi risultati per il concerto sperimentale anti-covid
Ottimi risultati per il concerto sperimentale anti-covid
Diffusi i risultati degli accertamenti medici: solo 6 positivi, ma 4 sono stati infettati non quella sera. Una speranza concreta sulla strada della riapertura dei grandi eventi
Origine del Covid: scienza VS intelligence
Origine del Covid: scienza VS intelligence
Per la comunità scientifica è sempre più probabile che il virus sia passato all’uomo da un animale. Per gli analisti, al contrario, non c’è alcuna prova che scagioni i laboratori cinesi
Un terzo dei sopravvissuti al Covid accusa disturbi mentali
Un terzo dei sopravvissuti al Covid accusa disturbi mentali
Lo svela il più grande studio mai realizzato finora, che ha riscontrato numerosi casi di stress post-trumatico, ansia, disturbi dell’umore e, nelle forme più gravi, il rischio di ictus ischemici