USA: i servizi segreti vogliono vederci chiaro

| L’intelligence statunitense indaga senza sosta per capire se il Covid-19 sia nato nel mercato degli animali o fuggito in qualche modo dal laboratorio di Wuhan

+ Miei preferiti
I servizi segreti statunitensi vogliono fare chiarezza, una volta per tutte, sulle origini del Covid-19, se all’interno del famigerato “wet market” di Wuhan o nell’altrettanto misterioso “Institute of Virology biolab”. Al momento, aggiungono fonti interne, è inutile e superfluo fare supposizioni. La teoria in realtà non è che una delle tante piste seguite per determinare l’origine di un disastro che ha ucciso migliaia di persone in tutto il mondo, ma soprattutto mandato all’aria le economie più industrializzate del pianeta. È proprio questo che si legge fra le righe delle indagini: capire se ci sia stata la mano intenzionale di qualcuno, in una macchinazione mondiale che avrebbe ristabilito l’ordine di apparizione delle potenze.

La comunità scientifica americana, come quella del resto del mondo, non crede che il virus sia da associare alle armi biologiche, e al momento l’intelligence sta esplorando una serie di teorie riguardanti l’origine, esattamente come avviene per i grandi incendi: per trovare l’eventuale innesco.

La teoria cospirativa è spinta dall’ala più vicina a Trump, ansiosa di trovare un nuovo capro espiatorio per allontanare le furiose critiche sulla confusionaria gestione della pandemia che tormentano la presidenza in questo momento. Un funzionario dell’intelligence ha ammesso che una delle teorie più attendibili su cui i funzionari stanno indagando è che il virus abbia avuto origine nel laboratorio biochimico di Wuhan e sia uscito accidentalmente. Secondo altre fonti, al momento non è ancora stato possibile confermare o smentire la teoria, ma in questo momento le indagini si concentrano sul tentativo di individuare se fra i primi casi di contagio ci fosse un qualsiasi dipendente del laboratorio.

“Fino a questo momento, il peso delle prove sembra indicare l’origine naturale. Ma non lo sappiamo con certezza”, ha ammesso Mark Milley, presidente del del Joint Chief of Staff. La notizia delle indagini, fatta trapelare per la prima volta da “Fox News”, è stata confermata anche da Trump: “Gli Stati Uniti stanno mettendo a punto un’indagine molto approfondita di questa orribile situazione”. Una fonte vicina alla task force per il coronavirus della Casa Bianca ha anche ricordato che “ogni volta che c’è un’epidemia, qualcuno tira fuori la teoria del virus sfuggito da un laboratorio. Ma va aggiunto che il modo in cui la Cina ha gestito l’allarme è completamente riprovevole e a questo punto l’intelligence è determinata a ricostruire un quadro più completo. Sappiamo dell’esistenza del laboratorio, conosciamo i wet market ed è chiaro che il virus ha avuto origine a Wuhan: indizi che ci portano verso un unico luogo. Ma ci sono ancora molte cose che non sappiamo, ed è nostro pieno diritto trovare le risposte e gli eventuali responsabili”.

CORONAVIRUS
Repubblica Ceca,
dove la pandemia è un disastro
Repubblica Ceca,<br>dove la pandemia è un disastro
Una serie di passi falsi, di decisioni sbagliate prese in vista delle elezioni, di riluttanza e lentezza, hanno trascinato il Paese europeo in una situazione di enorme gravità
Giappone, il Paese più in ritardo al mondo nei vaccini
Giappone, il Paese più in ritardo al mondo nei vaccini
Malgrado l’avvicinarsi delle Olimpiadi, finora sarebbero state inoculate solo 18mila dosi. Il problema risale a due casi di diversi anni fa, che da allora hanno minato la fiducia dei giapponesi nei vaccini
Israele allenta le restrizioni
Israele allenta le restrizioni
Dopo ulteriori analisi hanno accertato che il vaccino Pfizer è efficace al 95,8% contro le forme più gravi del virus, Israele inizia ad assaporare un graduale ma confortante ritorno alla normalità
GB, polemiche per la quarantena a pagamento
GB, polemiche per la quarantena a pagamento
Chi arriva dai Paesi inseriti nella “red list” sarà obbligato a due settimane di soggiorno in albergo, con 2 tamponi e controlli ferrei, spendendo di tasca propria 2.000 euro circa
Il team dell’OMS: 12 ceppi di virus prima di dicembre 2019
Il team dell’OMS: 12 ceppi di virus prima di dicembre 2019
È il primo, fondamentale risultato della missione scientifica a Wuhan: i casi non erano concentrati in focolai, ma sparsi in tutta la regione. Attesa per una seconda missione, che vorrebbe avere accesso a 200mila campioni di sangue
I problemi del vaccino AstraZeneca preoccupano il mondo
I problemi del vaccino AstraZeneca preoccupano il mondo
È il più economico e facile da trasportare, quello su cui l’OMS puntava per distribuirlo in modo massiccio ai paesi poveri. Ma uno studio sembra confermare la scarsa copertura contro le nuove varianti del virus
Spagna, gli ascensori Covid-killer
Spagna, gli ascensori Covid-killer
Il virus si era annidato nei due ascensori di un condominio di Bilbao: 5 morti e 33 persone contagiate
La carica dei vaccini
La carica dei vaccini
Guida ragionata gli immunizzanti in arrivo: visto nel suo complesso, l’enorme sforzo medico, biologico e produttivo dovrebbe raggiungere il pieno verso fine anno
Dubai, l’equilibrio fra salute ed economia?
Dubai, l’equilibrio fra salute ed economia?
Il Paese ha riaperto al turismo attirando migliaia di europei, ma i casi di Covid sono in aumento. Eppure, le autorità non hanno intenzione di chiudere, cercando di raggiungere un difficile compromesso
La ricetta anglosassone: il cocktail di vaccini
La ricetta anglosassone: il cocktail di vaccini
Al momento, il mix di due vaccini diversi per la prima e la seconda dose è in fase di sperimentazione, ma gli scienziati inglesi sono fiduciosi: per l’Ebola ha funzionato