USA: i servizi segreti vogliono vederci chiaro

| L’intelligence statunitense indaga senza sosta per capire se il Covid-19 sia nato nel mercato degli animali o fuggito in qualche modo dal laboratorio di Wuhan

+ Miei preferiti
I servizi segreti statunitensi vogliono fare chiarezza, una volta per tutte, sulle origini del Covid-19, se all’interno del famigerato “wet market” di Wuhan o nell’altrettanto misterioso “Institute of Virology biolab”. Al momento, aggiungono fonti interne, è inutile e superfluo fare supposizioni. La teoria in realtà non è che una delle tante piste seguite per determinare l’origine di un disastro che ha ucciso migliaia di persone in tutto il mondo, ma soprattutto mandato all’aria le economie più industrializzate del pianeta. È proprio questo che si legge fra le righe delle indagini: capire se ci sia stata la mano intenzionale di qualcuno, in una macchinazione mondiale che avrebbe ristabilito l’ordine di apparizione delle potenze.

La comunità scientifica americana, come quella del resto del mondo, non crede che il virus sia da associare alle armi biologiche, e al momento l’intelligence sta esplorando una serie di teorie riguardanti l’origine, esattamente come avviene per i grandi incendi: per trovare l’eventuale innesco.

La teoria cospirativa è spinta dall’ala più vicina a Trump, ansiosa di trovare un nuovo capro espiatorio per allontanare le furiose critiche sulla confusionaria gestione della pandemia che tormentano la presidenza in questo momento. Un funzionario dell’intelligence ha ammesso che una delle teorie più attendibili su cui i funzionari stanno indagando è che il virus abbia avuto origine nel laboratorio biochimico di Wuhan e sia uscito accidentalmente. Secondo altre fonti, al momento non è ancora stato possibile confermare o smentire la teoria, ma in questo momento le indagini si concentrano sul tentativo di individuare se fra i primi casi di contagio ci fosse un qualsiasi dipendente del laboratorio.

“Fino a questo momento, il peso delle prove sembra indicare l’origine naturale. Ma non lo sappiamo con certezza”, ha ammesso Mark Milley, presidente del del Joint Chief of Staff. La notizia delle indagini, fatta trapelare per la prima volta da “Fox News”, è stata confermata anche da Trump: “Gli Stati Uniti stanno mettendo a punto un’indagine molto approfondita di questa orribile situazione”. Una fonte vicina alla task force per il coronavirus della Casa Bianca ha anche ricordato che “ogni volta che c’è un’epidemia, qualcuno tira fuori la teoria del virus sfuggito da un laboratorio. Ma va aggiunto che il modo in cui la Cina ha gestito l’allarme è completamente riprovevole e a questo punto l’intelligence è determinata a ricostruire un quadro più completo. Sappiamo dell’esistenza del laboratorio, conosciamo i wet market ed è chiaro che il virus ha avuto origine a Wuhan: indizi che ci portano verso un unico luogo. Ma ci sono ancora molte cose che non sappiamo, ed è nostro pieno diritto trovare le risposte e gli eventuali responsabili”.

CORONAVIRUS
Vaccino: le aziende svelano i protocolli di sperimentazione
Vaccino: le aziende svelano i protocolli di sperimentazione
Non era mai accaduto prima, che i colossi farmaceutici rivelassero i protocolli che stanno seguendo per arrivare al vaccino capace di sconfiggere il virus. Secondo le previsioni, non sarà pronto prima della prossima estate
UE, la seconda ondata è qui
UE, la seconda ondata è qui
Per quale motivo nel Vecchio Continente tutto è andato nuovamente male? Colpa delle vacanze, dell’abbassamento della soglia di attenzione e del rifiuto a osservare le norme sanitarie. E ora ne paghiamo le conseguenze
Regno Unito, lockdown per 10 milioni di persone
Regno Unito, lockdown per 10 milioni di persone
Uno dei tanti incubi peggiori di Boris Johnson si sta materializzando in queste ore: in diverse zone del Regno Unito torna il blocco completo
Ai Paesi ricchi la metà dei prossimi vaccini
Ai Paesi ricchi la metà dei prossimi vaccini
La denuncia dell’ong Oxfam, che svela i contratti faraonici di alcuni Paesi ricchi con più industrie farmaceutiche, per assicurarsi miliardi di dosi quando il vaccino sarà pronto
Allarme OMS: mai così tanti casi dall’inizio della pandemia
Allarme OMS: mai così tanti casi dall’inizio della pandemia
L’aumento sancisce il sempre più probabile inizio della temuta seconda ondata: Israele e Giacarta i primi due Paesi a tornare in lockdown
Un dicembre mortale
Un dicembre mortale
Al momento sono solo statistiche, previsioni e modelli matematici, ma non ce n’è uno che non preveda una nuova crescita di contagi e di morti in tutti gli Stati Uniti. Fauci conferma: “Sarà durissima”
Il virus torna alla carica
Il virus torna alla carica
Più di 96mila casi in India nel giro di 24 ore, il Portogallo vara nuove misure restrittive, Stati Uniti e Brasile primi per numero di morti. Per l’OMS serve uno sforzo economico maggiore, o non ne usciremo facilmente
Bloccati i test del vaccino dell’Università di Oxford
Bloccati i test del vaccino dell’Università di Oxford
La fase 3 di sperimentazione, che procedeva speditamente, è stata fermata dopo che un partecipante del Regno Unito ha sviluppato una reazione avversa. Secondo gli esperti si tratta di eventi calcolati e inevitabili
L’OMS, vaccinazione di massa non prima del 2021
L’OMS, vaccinazione di massa non prima del 2021
La portavoce dell’Organizzazione Mondiale della Sanità detta i tempi, spiegando che diversi vaccini sono in fase di studio avanzato, ma il processo richiede pazienza
Trump: avremo il vaccino prima delle elezioni
Trump: avremo il vaccino prima delle elezioni
Una lettera inviata alle più grandi città americane chiede di organizzare luoghi ed elenchi per la distribuzione alle fasce più a rischio. Le perplessità di Fauci e della comunità scientifica