Germania: l’infermiere serial killer

| Ha ammesso di aver ucciso almeno 100 pazienti delle cliniche in cui ha lavorato. Ma secondo la polizia potrebbero essere almeno il doppio

+ Miei preferiti
Se tutto fosse confermato, l’infermiere tedesco Niels Högel diventerebbe uno dei più diabolici serial killer della storia. Dipendente di diverse cliniche di Oldenburg e Delmenhorst, nella Bassa Sassonia, Högel, 41 anni, sta scontando l’ergastolo per un omicidio, ma nel frattempo è già stato riconosciuto colpevole della morte di altre cinque persone, e proprio in questi giorni si sta aprendo il terzo processo a suo carico, questa volta per la morte di 36 pazienti, uccisi fra il 1999 ed il 2015. Ma quando il giudice ha chiesto all’imputato se riteneva fondate le accuse a suo carico, Niels Högel ha confessato di essere responsabile di almeno 100 morti.

Le sue vittime erano persone di età compresa fra 34 e 96 anni, a cui somministrava un mix di farmaci che provocavano e collassi e scompensi cardiaci. Ed era proprio lui a prestare soccorso per primo, spesso riuscendo a strappare alla morte qualche fortunato, per poi vantarsi con i colleghi e ricevere addirittura ringraziamenti e onori dalla direzione sanitaria. Secondo il parere di uno degli psicologi che ha seguito il caso, Niels Högel non aveva in realtà alcuna intenzione di uccidere, provava una sorta di profondo piacere ad essere indicato con una sorta di eroe del reparto, capace di salvare pazienti che lui stesso, nella sua mente malata, aveva portato sul punto di morte. Ma qualche salvataggio, in 16 anni di onorata carriera, gli è riuscito male.

Secondo gli investigatori, le vittime di Högel potrebbero addirittura essere più del doppio di quelle ammesse, ma dimostrarlo sarà molto difficile, visto che buona parte delle persone decedute sono state cremate. In compenso, la magistratura ha chiesto la riesumazione di 130 salme.

Un caso che oltre a scioccare l’opinione pubblica tedesca, ha acceso polemiche a mai finire, come quelle lanciate da Christian Marbach, nipote di una delle vittime, che intervistato a più riprese dalle emittenti tedesche, continua a chiedersi come sia stato possibile concedere tanto tempo ad un folle che per decenni ha agito totalmente indisturbato.

Criminal Files
Giappone, il serial killer di Twitter
Giappone, il serial killer di Twitter
I post che il 29enne Takahiro Shiraishi scambiava con le 9 vittime che ha ucciso e smembrato, sono stati analizzati da uno psicologo che ha tracciato il profilo di un giovane tanto spietato quanto abile con le tecniche di persuasione
Il mostro di Marcinelle potrebbe tornare in libertà
Il mostro di Marcinelle potrebbe tornare in libertà
Fra le proteste generali, un tribunale belga ha incaricato un team di psicologi di valutare la salute mentale del pedofilo Marc Dutroux, condannato all’ergastolo per gli omicidi di 5 ragazze giovanissime
Ivan Milat, il serial killer che tormenta l’Australia
Ivan Milat, il serial killer che tormenta l’Australia
Con la morte dell’omicida dei “Backpacker Murders”, diventa difficile appurare se le sue vittime siano state 7 o molte di più, come sospetta da tempo la polizia
Samuel Little, il più spietato serial killer d’America
Samuel Little, il più spietato serial killer d’America
Continua a confessare, con tanto di disegni e descrizioni, i 93 delitti di cui ricorda ogni particolare. L’FBI è riuscita a ricostruire 50 casi, ma chiede aiuto pubblicamente per dare un nome alle altre vittime
L’estate del figlio di Sam
L’estate del figlio di Sam
Il 29 luglio di 43 anni fa, iniziava una scia di sangue costata la vita a sei persone che avrebbe macchiato le strade di New York per un anno intero. Protagonista David Berkowitz, un serial killer satanista che aveva sfidato la polizia
La più giovane della Manson Family chiede la libertà
La più giovane della Manson Family chiede la libertà
Per 23 volte dal 1971, i legali di Leslie Van Houten hanno presentato istanza di libertà vigilata, sempre respinta. La donna faceva parte del gruppo che massacrò i coniugi LaBianca, il giorno successivo all’omicidio di Sharon Tate
Se il tradimento innesca l'omicidio
Se il tradimento innesca l
Al centro de delitto di Gorlago un triangolo mortale: lei, la moglie tradita, lui il marito fedifrago, l'amante che non accetta la fine della relazione. Alla fine uno deve morire. I precedenti giudiziari
Whitey Bulger, il bandito che piaceva a Hollywood
Whitey Bulger, il bandito che piaceva a Hollywood
A capo di una gang, per lungo tempo è stato il padrone di Boston e del Massachusetts, riuscendo a trattare perfino con l’FBI. Arrestato dopo 17 anni latitanza, è stato ucciso in carcere
Preso "Il Missionario", serial killer di prostitute
Preso "Il Missionario", serial killer di prostitute
Texas, agente ha confessato quattro omicidi ma ci sono altre vittime. "Lotto contro la prostituzione". Ha ucciso tre donne e un trans con un colpo di pistola alla testa. Analogie con il pluri-assassino Donato Bilancia
Il serial killer preso grazie a un falso profilo
Il serial killer preso grazie a un falso profilo
John Joseph DeAngelo, ex poliziotto, aveva ucciso una decina di donne negli anni '70, gli investigatori sono riusciti ad attirare l'attenzione di alcuni suoi familiari. Ricostruito l'albero genetico. Assassini seriali però in forte calo