È finita la fuga di F4

| Così era indicato il superlatitante Marco Di Lauro nei libri paga del padre, “Ciruzzo o’ milionario”. Quattordici anni di fuga per quello che il Viminale considerava il ricercato numero due, secondo solo a Messina Denaro

+ Miei preferiti
Ogni volta, si scopre che i superlatitanti italiani non erano all’estero, come si supponeva, ma vivevano dalle loro parti, circondati da una catena di omertà e protezione capace di renderli invisibili per decenni. Sono assassini spietati, ma non sanno stare lontani dalla mamma e dalla loro gente.

È successo anche per Marco Di Lauro, latitante dal 2004 che secondo qualcuno poteva nascondersi a Dubai o in Spagna. Non era così: l’hanno catturato proprio in queste ore al termine di un’operazione congiunta fra Polizia e Carabinieri in un appartamento di via Emilio Scaglione, quartiere Marianella, a Chiaiano, periferia nord di Napoli, a non più di 5 km da dov’è nato. A tradirlo è stato un errore: una telefonata di Salvatore Tamburrino, uno degli uomini del clan tenuto sotto stretta osservazione, arrestato per aver ucciso la moglie, Norina Mattuozzo. Voleva avvisare Di Lauro perché temeva una perquisizione nel palazzo: è stato il segnale per far partire il blitz.

Quando ha visto gli agenti era a tavola, Marco Di Lauro mangiava un piatto di spaghetti, e non ha opposto alcuna resistenza malgrado fosse armato: viveva con la compagna Cira Marino e due gatti. E proprio per loro sono state le uniche parole trapelate finora: “Pensate ai miei gattini”.

Classe 1980, quarto figlio di Paolo Di Lauro, “Ciruzzo o’ milionario”, boss indiscusso di quel market di droga a cielo aperto compreso fra Scampia e Secondigliano, nella lista del Viminale era il numero due dopo Matteo Messina Denaro, il più celebre dei fantasmi d’Italia, e seguito a ruota da Giovanni Motisi e Attilio Cubeddu.

Aveva fatto perdere le sue tracce dal 7 dicembre 2004, sfuggendo alla “notte delle manette”, il maxi blitz di Scampia e Secondigliano con 1.000 agenti a setacciare le due zone. Due anni dopo il suo nome aveva fatto carriera, finendo nell’elenco dei latitanti di massima pericolosità segnalati anche all’estero. Nel 2010 un pentito gli attribuisce quattro omicidi, e due anni dopo la polizia fa irruzione in un ristorante dove era stato segnalato un uomo molto somigliante a quello che nei libri paga del padre era indicato come “F4”, il quarto figlio. Quella volta non era lui, ma un semplice cliente, e De Marco dev’essersi divertito un mondo. Amante dei motori, si spostava spesso travestendosi da donna e difficilmente restava nello stesso luogo per più di 15 minuti: nel 2015 si sarebbe sottoposto a un intervento di plastica facciale.

Soddisfazione dal premier Giuseppe Conte, dal titolare del Viminale Matteo Salvini, dal questore di Napoli Antonio De Jesu e dal sindaco della città partenopea Luigi De Magistris.

Cronaca
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
L’allarme è scattato dopo i primi svenimenti per la presenza di monossido di carbonio. Nessuna vittima ma tanta paura per circa 200 giovani che avevano scelto una caverna per una notte di eccessi
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
Rebecca Lynn O’Donnell ha confessato l’omicidio e l’occultamento di cadavere della senatrice dell'Arkansas Linda Collins-Smith, che stava indagando in un giro di pedofilia
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Natalie, Izabel ed Elise Chambers, sono state ritrovate prive di vita in un Suv: Natalie sarebbe morta per overdose, le sue bimbe soffocate dal gran caldo
Una mamma e i suoi due figli trovati in un'auto in un lago
Una mamma e i suoi due figli trovati in un
I corpi di ShaQuia Philpot e i suoi due gemelli, sono stati notati da un pescatore in un lago della Georgia. La polizia indaga per risalire ai motivi di quello che al momento appare come un inspiegabile omicidio-suicidio
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Una donna vittima di stupro nel 2004 nella stessa zona del Portogallo dove è scomparsa la bimba inglese, ha trovato nel racconto di un’altra violenza commessa da Christian Brueckner molte analogie con la sua, rimasta irrisolta
«Naya è morta per salvare il figlio»
«Naya è morta per salvare il figlio»
Nell’attesa degli esiti dell’autopsia sul corpo rinvenuto nelle acque del lago Piru, lo sceriffo ipotizza quella che ritiene la versione più verosimile. Resta da capire se l'attrice sia stata colta da malore