1 maggio, tutto come previsto antagonisti contro la polizia

| Scontri in pieno centro a Torino, erano pianificati da giorni dai centri sociali. Grillini criticano non i violenti ma le istituzioni

+ Miei preferiti
Scontri tra autonomi, anarchici e centri sociali e le forze dell'ordine, com'è tradizione per la festa del primo maggio. Lo spezzone del corteo formato da antagonisti, tra l'altro assai critico anche con la giunta M5s guidata dal sindaco Chiara Appendino, accusata di continuità con Fassino, ha tentato di fare quello che è nella sua tradizione: rompere i cordoni di protezione del comizio finale, in programma in piazza San Carlo, e procedere alla contrestazione di rito, con la speranza che qualcuno dei portatori di "libero dissenso" si faccia male per davvero. Già il 25 aprile, poichè era stato loro concesso di raggiungere il palco, c'era stata una specie di delusione, non potendo - almeno in quell'occasione - confliggere con violenza contro polizia e carabinieri. Ma questa volta è andata meglio, gli incidenti sono stati infatti pianificati con maggiore cura. Basta avere letto nei giorni scorsi i commenti sui post dei profili fb di capi, gregari e fiancheggiatori per avere la certezza matematica che, oggi, il sospirato conflitto ci sarebbe finalmente stato. Tutto secondo copione, anche le singolari prese di posizione del movimento 5stelle che cerca sì i responsabili delle violenza, ma non tra gli autonomi, bensì tra i responsabili delle istituzioni, "rei" di avere impedito l'accesso del corteo dei centri sociali in piazza. Una schizofrenia facilmente comprensibile, sotto il profilo politico, ma che si commenta da sè.
Unia e Paoli grillini critici ma con la polizia
"Chiederemo spiegazioni per individuare i responsabili dell'accaduto". A chiederlo è il gruppo del Movimento 5 Stelle in Comune dopo gli scontri in piazza. Senza apparente motivo - dicono i pentastellati a Repubblica - la polizia ha caricato i gruppi di manifestanti". Il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Alberto Unia, insiste ancora: " Si sarebbe potuto evitare. Chiudere la piazza e non consentire a qualcuno di poter manifestare il dissenso, crea tensioni inutili che minano il processo democratico". E Maura Paoli, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, vicina al centro sociale Gabrio: "La situazione era tranquilla e lasciar manifestare sarebbe stata la soluzione migliore, per questo stavo cercando di mediare tra polizia e manifestanti durante il corteo, ma non sono stata ascoltata ed è partita la carica. Sono stata anche io colpita dalla polizia". Le stesse "spiegazioni" potrebbero anche chiederle ai centri sociali che da giorni programmavano gli scontri.
La versione di Askatasuna 
"Lo spezzone dell'opposizione sociale, il più numeroso del corteo, viene bloccato e caricato dalla polizia. Torino, città governata dalla polizia nel silenzio dell'Appendino e della giunta pentastellata. Pagherete caro, pagherete tutto!". Secondo gli autonomi, è stata fermata un'attivista, Roberta, "rea" di passeggiare sotto i portici. Gli autonomi ribaltano l'accusa sulla polizia  "per avere attaccato un corteo pacifico" (vedi documento allegato).
La versione di chi c'era
La versione di chi, nel corteo c'era ed aveva incarichi di responsabilità. "L'idea che potessero avanzare, con la prima linea a volto coperto e armata di bastoni verso chi aveva aveva pacificamente partecipato alla manifestazione, non poteva essere gestita senza temere incidenti all'interno della folla, con conseguenze facilmente immagibili. Il buon senso avrebbe dovuto suggerire agli antagonisti di restare ai margini, senza tentare di raggiungere il palco, così come era avvenuto in alcune precedenti occasioni. Purtroppo per le anime belle che non c'erano, costoro non intendono affatto manifestare in modo pacifico ma cercano di coinvolgere negli scontri soprattutto chi non conosce le regole della guerriglia urbana, con lo scopo manifesto di creare delle vittime sacrificali, da ergere a simbolo della violenza poliziesca, per creare solidarietà e appoggio ai loro proclami. Ma non è stato consentito".
 
Cronaca
Colpita al volto da un cavallo: grave una ragazzina
Colpita al volto da un cavallo: grave una ragazzina
È successo a Orbassano, nel torinese: l’incidente dopo che la giovane è stata disarcionata. Portata al CTO dall’elisoccorso, sarebbe in gravi condizioni
"Amanda, per favore chiudi il becco"
"Amanda, per favore chiudi il becco"
Il più famoso giornalista tv della Bbc, Piers Morgan, attacca Amanda Knox dopo il suo viaggio in Italia. "Se potessi intervistarla le chiederei, perché hai mentito?" Lei: "Fa così perché ho rifiutato il suo invito in tv"
Milf disperata: 'Ridatemi il mio toy-boy'
Milf disperata:
Una 45enne inglese conosce algerino 30enne in chat, lo sposa nel 2017 ma a lui viene rifiutato il visto d'ingresso in UK. "Non voglio trasferirmi in Algeria, sono sola e depressa". Un giudice non crede alla loro relazione
Cieco gli sfiora l'auto, scende e lo picchia
Cieco gli sfiora l
Incredibile episodio di violenza stradale a Parigi. L'autista di una Audi aggredisce il cieco e il pedone che lo aiutava perché il suo bastone gli ha sfiorato la fiancata dell'auto
Difendeva i profughi, ucciso da neo-nazista
Difendeva i profughi, ucciso da neo-nazista
Una traccia di DNA incastra un noto esponente dell'estrema destra: Walter Lubcke, 65 anni, dei cristiano-democratici, viveva da anni minacciato dai neo-nazisti. Aveva gestito i centri di accoglienza per i migranti
"Nella mia fabbrica scopo quanto mi pare"
"Nella mia fabbrica scopo quanto mi pare"
Si ribella noto artigiano inglese a cui gli ispettori vogliono proibire di usare le scope per togliere la polvere definita "pericolose per la salute". "Mi dispiace, lo faccio da 40 anni e continuo". Tra i suoi clienti May, Ronaldo e Adele
La pedofila non si pente: 'Tutti commettono errori'
La pedofila non si pente:
L'ex assistente sociale Vanessa George, in carcere da 9 anni per avere abusato e fotografato 64 minori, vuole la libertà sulla parola. Si lamenta: "Se mi scarcerano nessuno mi aiuterà"
Arrestati i truffatori di George Clooney
Arrestati i truffatori di George Clooney
La coppia di italiani bloccata dalla polizia thailandese, che insieme alle forze dell’ordine italiane era da tempo sulle tracce dei due. Anni fa avevano creato una linea di abbigliamento a nome dell’attore americano
Londra, ancora sangue sulle strade
Londra, ancora sangue sulle strade
In meno di 24 ore, due giovani sono stati uccisi in altrettanti agguati e diversi altri sono ricoverati in gravi condizioni. La città sempre più nelle mani di spietate gang giovanili
Una serra di marijuana in una sala bingo
Una serra di marijuana in una sala bingo
A Kettering, in Inghilterra, la polizia ha fatto irruzione in un edificio che fino allo scorso gennaio ospitava una sala giochi. Ogni spazio era stato destinato ad ospitare migliaia di piantine di marijuana