"Appendino blocca i lavori della metropolitana, una posizione senza senso"

| I sindaci di Torino, Avigliana e Rivalta vorrebbero una fermata più vicina all'ospedale

+ Miei preferiti
Riporta "Lo Spiffero": "Chiara Appendino si mette di traverso alla realizzazione della linea 5 del Sistema ferroviario metropolitano (Sfm 5) e chiede alla Regione Piemonte e all'Agenzia per la mobilità di rivedere il progetto del collegamento tra la stazione di Torino Porta Susa e l'ospedale San Luigi di Orbassano. Palazzo Civico invoca l'istituzione di una "sede di confronto per favorire lo snellimento delle procedure" e al contempo "valutare alcune modifiche progettuali come quella relativa alla stazione del San Luigi" afferma l'assessora ai Traporti di Torino Maria Lapietra. Insomma, per velocizzare l'iter di realizzazione di un'opera già finanziata e, di fatto, pronta per essere messa a bando, la giunta grillina ha pensato di aprire un nuovo tavolo e mettere mano al progetto ormai definito.

Il problema, secondo quanto riportato dalla nota di via Milano, sono i 700 metri di distanza tra la fermata di Orbassano e l'ingresso del nosocomio che costringerebbero "i pazienti, i loro familiari e i dipendenti della struttura sanitaria a utilizzare bus navetta o altri mezzi per raggiungerlo". Meglio rifare tutto da capo. A dar manforte ad Appendino, che scrive in qualità di sindaca di Torino e sindaca metropolitana, ci sono anche i Comuni di Rivalta e Avigliana, amministrazioni peraltro non coinvolte direttamente dall'opera. 

———————————————————- 

STEFANO ESPOSITO "Piccola condottiera No Tav"

"Con la richiesta di fermare e rivedere, da capo, i lavori per la ferrovia metropolitana, Appendino insulta l'intelligenza dei tantissimi attori che lavorano su questo progetto da tempo e che lei ha snobbato uscendo dall'Osservatorio. Non solo, insulta pure la sua di intelligenza, perché con questa uscita dimostra di non aver capito nulla riguardo appunto l'utilità e le funzioni dell'Osservatorio sulla Torino Lione. Ora capisco che lei ambisca al ruolo di piccola condottiera NO TAV dopo che pure gli anarchici hanno abbandonato il movimento, ma giocare con il sistema ferroviario metropolitano torinese provocherebbe soltanto disastri che come è ben chiaro, lei non è capace di comprendere. Per queste sue parole dovrebbe chiedere scusa ai tanti sindaci ed ai tanti tecnici che in maniera più seria, hanno partecipato alle riunioni dell'Osservatorio ed hanno contribuito a realizzare ciò che invece per lei rimane ancora, ahimè, un dogma dimostrato anche dalla sua assenza, penosa oltre che vergognosa, all'iniziativa di presentazione dei lavori che lei contesta in presenza del Ministro Delrio della settimana scorsa".

RAFFAELE BIANCO "Pagheranno i residenti"

"Giocando a bloccare i lavori per la Ferrovia Metropolitana, Appendino rischia di danneggiare gravemente tutti gli abitanti di Grugliasco che aspettano in tempi rapidi la stazione Quaglia - Le Gru. Questa posizione stupisce un po' tutti, poichè da tempo all'interno dell'Osservatorio sulla Torino Lione si lavora per il conseguimento di questo importante risultato. Veramente Appendino pensava che uscire dall'Osservatorio non avesse conseguenze? Quando ha preso questa pessima decisione, ha valutato il prezzo che avrebbe fatto pagare agli abitanti del territorio metropolitano di cui invece si dovrebbe occupare? In ogni caso ringrazio chi, per conto della Città di Grugliasco, sedendo al tavolo dell'Osservatorio, ha lavorato per questo importante obiettivo. Appendino si adegui a ciò che ha deciso l'unico tavolo preposto per discutere tale fondamentale argomento".

DAVIDE GARIGLIO "Posizioni strumentali"

"Se l'obiettivo della sindaca è bloccare l'opera non può che vederci contrari. Stiamo parlando di una infrastruttura attesa dal 1999 che completerebbe il sistema ferroviario metropolitano raggiungendo zone attualmente scoperte. Parliamo di un'opera che consentirà di percorrere in 14 minuti dall'Ospedale San Luigi di Orbassano alla stazione di San Paolo e altri 7 fino alla Stazione di Porta Susa. La linea è destinata a rivoluzionare i trasporti della zona sud  di Torino e il collegamento con uno dei più importanti poli sanitari dell'area metropolitana. Di tavoli ne sono stati aperti molti in questi anni, ora il progetto è in fase esecutiva con tutte le coperture finanziarie. L'ultima cosa di cui abbiamo bisogno sono posizioni strumentali che rinviano ad ennesimi tavoli tecnici, simili posizioni sono irrispettose dei tanti cittadini che attendono l'opera e dei numerosi tecnici che ci lavorano".
ANTONIO FERRENTINO: "Appendino distratta" 
Appendino dimostra di non sapere di cosa parla quando chiede di rivedere il progetto SFM5.
Il tempo è terminato la settimana scorsa con la presentazione dei lavori da parte del Presidente dell'Osservatorio Paolo Foietta e del Ministro Graziano Delrio. Lei non c'era, avrà avuto sicuramente qualcosa di più importante da fare, così come i Consiglieri Regionali del suo Partito, assenti all'iniziativa. Da tempo i Sindaci lavorano per ottenere questo importantissimo risultato, la sua richiesta quindi arriva fuori tempo utile e dimostra quanto sia stato sbagliato, da parte sua, uscire dall'Osservatorio sulla Torino Lione. Se proprio intende aprire un nuovo tavolo, le consiglio di farlo Lunedì, per Pasquetta. Le suggerisco di venire in Val di Susa dove nonostante ciò che il suo partito va dicendo, ci sono ancora tanti prati a disposizione.

Cronaca
L’incredibile caso dei pedofili di Rotherham
L’incredibile caso dei pedofili di Rotherham
Per decenni, gang di pakistani hanno sequestrato e violentato minorenni, ma la polizia non è mai intervenuta per evitare tensioni razziali. È l’allucinante conclusione di un’inchiesta conclusa in questi giorni
UK: picchiata perché lesbica
UK: picchiata perché lesbica
Dopo la quinta aggressione, una ventenne inglese ha deciso di divulgare le foto delle sue ferite: “Ormai ho paura di uscire di casa, ma voglio che la gente sappia”
Dublino: ucciso e decapitato nella guerra fra gang
Dublino: ucciso e decapitato nella guerra fra gang
I resti di Keane Mulready-Woods, 17 anni, sono stati trovati a km di distanza all’interno di una borsa e di un’auto data alle fiamme. La polizia sulle tracce del probabile assassino, un 35enne considerato un potenziale serial killer
Sicilia, il mistero dei sub restituiti dal mare
Sicilia, il mistero dei sub restituiti dal mare
Un terzo corpo è riemerso ieri a Termini Imerese: sul mistero indagano cinque procure, e al momento non si esclude alcuna pista. L’incidente durante una battuta di pesca o durante la consegna di una partita di droga
L’ex parroco confessa: “Molestavo 4 o 5 bimbi ogni settimana”
L’ex parroco confessa: “Molestavo 4 o 5 bimbi ogni settimana”
Bernard Preynat, ex parroco della chiesa di Sainte-Foy-Les Lyon, ammette le sue responsabilità alle prime battute del processo: “Non mi rendevo conto di fare del male, provavo piacere”
I nuovi misteri del furto del secolo
I nuovi misteri del furto del secolo
Due episodi si aggiungono al clamoroso furto di gioielli dello scorso novembre al castello di Dresda. Qualcuno avrebbe offerto due dei preziosi ad una società, chiedendo anche di indagare sulle misure di sicurezza del museo
Modella inglese muore precipitando da una scogliera
Modella inglese muore precipitando da una scogliera
Madalyn Davis, che da poche settimane si era trasferita in Australia, è caduta da una pericolosa scogliera nella costa di Sydney
Bimbo di 10 anni trovato morto nel carrello di un aereo
Bimbo di 10 anni trovato morto nel carrello di un aereo
Il piccolo sarebbe riuscito a intrufolarsi nel vano del carrello di un aereo diretto a Parigi superando la sorveglianza di un aeroporto della Costa d’Avorio. Le basse temperature non gli hanno lasciato scampo
Ergastolo allo stupratore seriale di Manchester
Ergastolo allo stupratore seriale di Manchester
In 12 anni avrebbe abusato di centinaia di giovani eterosessuali di cui conquistava la fiducia, per poi violentarli nel suo appartamento dopo averli drogati. È stato condannato per 159 capi d’accusa, con 136 stupri
Morto suicida Franco Ciani
Morto suicida Franco Ciani
Musicista e produttore, primo marito di Anna Oxa, si è tolto la vita con un sacchetto di plastica in testa: in un biglietto i motivi del gesto