Attrice (forse) suicida per amore di 'Charles Bronson'

| Paula Williamson, 38 anni, volto noto in tv, trovata morta in casa. Nel 2017 si era sposata con il criminale UK più pericoloso, conosciuto come "Charles Bronson". Lui però l'aveva brutalmente scaricata dopo pochi mesi

+ Miei preferiti
Di Alberto C.Ferro

L’attrice inglese Paula Williamson, 38 anni, ex moglie del serial killer noto come “Charles Bronson", che ha recitato nella serie tv Coronation Street, è stato trovata morta nella sua casa a Sneyd Green, Stoke-on-Trent. “Ci sarà l’autopsia per stabilire la causa della morte, ma non pare per ora sospetta. Un rapporto è ora in preparazione per i Coroner2, spiega un portavoce della polizia. Paula è popolare in UK, aveva recitato in Coronation Street come infermiera in tre episodi tra il 2008 e il 2012, e nel dramma tv del 2011 Fred e Rose West Appropriate Adult.

L’attrice aveva sposato Bronson, "il criminale più violento della Gran Bretagna", nel 2017, mentre era dietro le sbarre in HMP Wakefield ma il killer ha chiesto il divorzio già nel 2018. Durante un'apparizione tv, in lacrime su Loose Women, la scorsa estate, Williamson aveva detto di avere il cuore spezzato e che Bronson aveva depositato i documenti per il divorzio. Lo scorso luglio, ha detto al Sunday Mirror: "Questo rapporto mi ha spinto sull'orlo del baratro e  ho anche pensato di togliermi la vita. Sono stato usato e controllato da dietro le sbarre, perché lui si è preso gioco di me”. Ora si tema che l’attrice si sia suicidata a causa del criminale più intervistato del mondo intero.

The Sun ha pubblicato un report su Bronson che ha intenzione di sposare una donna di nome Joan quando, fra molti anni, sarà rilasciato.

Charles Arthur "Charlie" Salvador, 67 anni, (già Charles Ali Ahmed), meglio conosciuto come Charles Bronson, è un criminale inglese che è stato definito dalla stampa britannica come "il prigioniero più violento della Gran Bretagna". Ha trascorso periodi di detenzione negli ospedali psichiatrici di alta sicurezza di Rampton, Broadmoor e Ashworth.

Arrestato per la prima volta come un piccolo criminale, era stato condannato nel 1974 a sette anni di reclusione per rapina a mano armata. A causa degli attacchi ai prigionieri e alle guardie è stato ha subito ulteriori condanne. Dopo il suo rilascio nel 1987, ha intrapreso la carriera di lottatore nell'East End di Londra. Il suo promoter gli suggerì di assumere un nome d’arte, e lui scelse Charles Bronson nel 1987. E 'stato rinviato in prigione nel 1988 dopo essere stato condannato per aver pianificato un'altra rapina. È conosciuto come un detenuto violento, e ha preso numerosi ostaggi nel corso di scontri con le guardie, con la conseguenza che la sua condanna in seguito è stata trasformata in ergastolo. E’ stato detenuto in ciascuno dei tre ospedali psichiatrici carcerari inglesi.

A causa dei suoi precedenti di violenza e malattie mentali in prigione, Bronson è uno dei criminali di più alto profilo si sicurezza in Gran Bretagna. È stato protagonista di libri, interviste e studi sulla riforma carceraria e sul trattamento. "Sono un bravo ragazzo, ma a volte perdo il controllo e divento cattivo. Questo non mi rende malvagio, ma solo confuso”. Gli hanno persino dedicato un film nel 2008.

Bronson ha scritto molti libri sulle sue esperienze e sui prigionieri famosi che ha incontrato durante la sua prigionia. Appassionato di fitness, ha trascorso molti anni in segregazione e ha dedicato un libro all'esercizio fisico in spazi confinati. È un artista; i suoi dipinti e le illustrazioni della vita in prigione e in ospedale psichiatrico sono stati esposti pubblicamente e gli sono valsi numerosi premi.

Nel 2014 ha cambiato di nuovo il suo nome, questa volta in Charles Salvador, in segno di rispetto per Salvador Dalí, uno dei suoi artisti preferiti. La Charles Salvador Art Foundation è stata fondata per promuovere le sue opere d'arte e "aiutare coloro che si trovano in posizioni ancora meno fortunate della sua" per vivere l’arte.

Cronaca
Il Golden State Killer
si dichiara colpevole
Il Golden State Killer<br>si dichiara colpevole
Ha ammesso stupri e omicidi che per 40 anni hanno tolto il sonno a due contee californiane, in cambio della vita: non salirà sul patibolo, ma sconterà almeno 11 ergastoli dietro le sbarre
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Il 18enne che un anno fa spinse dal balcone un bimbo di sei anni condannato dalla giustizia inglese per omicidio volontario
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Danielle e Kadi hanno raccontato sui social di essere state violentate in albergo ad un anno di distanza una dall’altra. L’artista canadese nega dicendo di avere le prove che in quei giorni si trovava da altre parti, e parte al contrattacco
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
A 16 anni, Siya Kakkar era seguita da milioni di follower in tutto il mondo. Inspiegabili i motivi del gesto: aveva numerosi progetti futuri
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Dopo due anni di abusi, nel 2018 Chrystul Kizer aveva ucciso l’uomo che la violentava e vendeva ad altri. Al suo fianco si è schierata un’imponente campagna mediatica e di supporto economico
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
Brenna Gonzales, cameriera di una celebre steak-house frequentata dal jet-set newyorkese, ha sporto querela per molestie sessuali ripetute
Zanardi stabile ma ancora grave
Zanardi stabile ma ancora grave
I medici non azzardano supposizioni: il quadro generale parla di “danni importanti” che potrebbero avere conseguenze neurologiche e di vista. Nei prossimi giorni la riduzione della sedazione e le prime valutazioni
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
Stabile nella notte ma ancora in condizioni gravissime. Attesa per il prossimo bollettino medico. La procura indaga per ricostruire l’accaduto
Zanardi in coma farmacologico
Zanardi in coma farmacologico
Il campione bolognese ricoverato in terapia intensiva: non è in pericolo di vita, ma il danno neurologico potrebbe essere molto grave
Mistero sulla morte di una pool dancer inglese
Mistero sulla morte di una pool dancer inglese
Jess Leanne Norris, 27 anni, star della pool dance, è stata trovata senza vita nel suo appartamento. Pochi giorni prima l’ultimo post in cui parlava di depressione per la solitudine del lockdown