Bike Pride, l'orgoglio ha messo i pedali

| Per una volta senza timori del traffico, il popolo dei cicloamatori è pronto ad impossessarsi della città, chiedendo più spazio e rispetto

+ Miei preferiti

Jacques Goddet, storico patron del "Tour del France", amava ripetere che "I pedoni si ignorano e gli automobilisti si insultano, mentre i ciclisti si sorridono, si salutano e si uniscono". A pensarla come lui, secondo dati in continua crescita, sono più o meno due milioni di italiani, ovvero il 10,4% della popolazione, che hanno scoperto - o riscoperto - il piacere del pedale, mezzo di locomozione ecologico, pratico ed economico che nelle grandi città sta prendendo sempre più piede, dopo aver storicamente conquistato i centri più piccoli.

Ed è proprio per celebrare questa passione che nel 2010 si gettano le basi del progetto "Bike Pride", l'orgoglioso corteo di chi per un giorno almeno si impossessa di Torino, senza preoccuparsi dei rischi rappresentati da automobilisti sempre più nervosi e distratti.

La nuova edizione, in programma il 1° luglio dal Parco del Valentino, accompagnata dal claim "Pedala fuori dai luoghi comuni" vuole da una parte promuoverne l'utilizzo come mezzo quotidiano di spostamento, dall'altro sfatare le tante "fake news" sulla bicicletta, come quella legata ai tempi di percorrenza: la velocità media dei torinesi in auto è di 17 km/h.

Appuntamento al Valentino

La partecipazione, organizzata dall'associazione "Bike Pride Fiab Torino", è aperta a chiunque abbia una biciletta, compresi gli abbonati al servizio bike sharing "ToBike".

Si parte dalle 15.30 dal Valentino, poi via per un percorso (per una volta chiuso al traffico) di 13 km totali che tocca corso Cairoli, corso San Maurizio, corso Regina Margherita, corso Svizzera, via Medici, corso Tassoni, via San Donato, corso San Martino, corso Bolzano, corso Matteotti, corso Re Umberto, corso Vittorio Emanuele e ritorno al Valentino.

Alla prima edizione, datata 2013, hanno risposto in 30 mila, bissando i numeri l'anno dopo: quest'anno se ne attendono molti più.

Non sarà ai nastri di partenza la sindaca Chiara Appendino, che un anno fa aveva preso parte all'evento, ma alcuni dei suoi assessori.

Cronaca
Smantellata la cosca
dell’Allianz Stadium di Torino
Smantellata la cosca<br>dell’Allianz Stadium di Torino
Ben 12 capi ultrà della Juve in manette e perquisizioni in tutt’Italia. Accertata l’esistenza di un’organizzazione criminale per mantenere il controllo totale della curva
Strage di animali e tre uomini morti
Strage di animali e tre uomini morti
Tragico inizio della stagione della caccia, denuncia l'Aidaa. Un cacciatore ucciso da un compagno di battuto al confine con la Svizzera; 53enne straziato dal cervo che aveva appena abbattuto. Scambiato per cinghiale: ucciso
Guadalajara, fossa comune con 65 morti
Guadalajara, fossa comune con 65 morti
Erano stati sepolti da poco, chiusi in sacchi neri dei rifiuti. Alcuni erano sembrati. I periti forensi al lavoro, 14 già identificati. Resa dei conti del cartello di Jalisco contro i rivali. Un fiume di sangue
"Dormivo accanto ad Elisa, credevo si svegliasse"
"Dormivo accanto ad Elisa, credevo si svegliasse"
La confusa confessione di Massimo Sebastiani, "l'ho uccisa ma non pensavo fosse morta". Tra furbizie per depistare le indagini, disperazione e un pentimento da decifrare. Lutto cittadino a Piacenza per i funerali
Tanti, tanti, tanti auguri Silvia, ovunque tu sia...
Tanti, tanti, tanti auguri Silvia, ovunque tu sia...
Papà Enzo scrive un commovente post su Facebook: "Questo compleanno è diverso, l'hanno scorso lo festeggiavamo con i tuoi bambini, tu sorridente e felice...". Il sindaco Sala: "Tanti auguri Silvia, Milano ti aspetta". Il processo
"I genitori dovevano assicurare ad Eleonora il diritto di vivere"
"I genitori dovevano assicurare ad Eleonora il diritto di vivere"
In 51 pagine, il giudice Marina Ventura spiega le motivazioni della condanna a due anni di carcere per i genitori di un'adolescente malata di leucemia, costretta a seguire il "metodo Hamer"
"Conosco i nomi di chi uccise Raffaella e Youssef"
"Conosco i nomi di chi uccise Raffaella e Youssef"
Azouz Marzouk, marito di Raffaella Castagna, uccisa con il figlio nella strage di Erba, fa rivelazioni a una tv privata. E intanto la Cassazione dà ragione a Rosa Bazzi e Olindo Romano, via libera a nuovi accertamenti
Operazione Fake Insurance, 74 indagati
Operazione Fake Insurance, 74 indagati
Chiusi 200 siti di falsi assicuratori, migliaia di automobilisti truffati, tratti in inganno dai bassi costi. Ora rischiano pesanti sanzioni, il sequestro dell'auto e la sospensione della patente. Blitz della procura di Milano
Sbranata dai cani di famiglia
Sbranata dai cani di famiglia
Il corpo di Arietta 'dimenticato' nell'obitorio
Il corpo di Arietta
Nessuna novità sulla colletta di Libera per restituire il cadavere della prostituta 24enne ungherese uccisa a gennaio 2018 da un serial killer lasciato libero troppe volte. I genitori non hanno soldi per il rimpatrio della salma