Bimbo spinto sotto il treno: l'ora degli sciacalli neo-nazi

| L'estrema destra tedesca attacca la Merkel sul tema immigrazione, il governo replica: "Colpire gli assassini ma non strumentalizzare questo atroce episodio". Violenza chiama violenza. Ancora sconosciuto il movente

+ Miei preferiti
Di Maria Lopez

Un profugo eritreo ricercato dalla polizia in Svizzera aveva spinto una madre tedesca, con il suo bimbo di 9, sotto il treno dalla banchina della stazione di Francoforte. In queste ore centinaia di persone hanno lasciato un fiore, un messaggio, peluche, giocattoli, candele e cioccolatini sulla piattaforma sette, dove il bambino  è morto stritolato. Si sa ancora poco di Hbate Araya, 33 anni, l’uomo ha deciso di uccidere due innocenti per ora senza un perchè. La madre è ancora grave in ospedale, salva per miracolo.

E’ scoppiata una feroce polemica politica, poi le formazioni di estrema destra hanno preso lo spunto per attaccare la politica migratoria del governo Merkel. Molti deputati hanno contestato le prese di posizione anche di neo-nazisti sul web ma la sensazione è che il fronte estremista si sia in qualche modo rafforzato ulteriormente. Il ministro degli Interni tedesco ha esortato alla moderazione dopo che i politici di estrema destra hanno cercato di sfruttare per ottenere un vantaggio politico la morte del bambino, spinto sotto il treno AV Dusseldorf-Munich.

I media locali hanno riferito che il ragazzo e sua madre erano in viaggio verso l'Austria per le vacanze estive, il sospetto era fuggito ma è stato intercettato da passeggeri, compreso un agente di polizia fuori servizio, che lo ha immobilizzato. È accusato di omicidio e tentato omicidio.

"Il Paese è sotto choc", ha detto mercoledì il ministro degli interni tedesco Horst Seehofer, e anche se i livelli di criminalità reale restano bassi, "la sensazione di sicurezza nella popolazione è pregiudicata in questo momento. Devono essere prese misure severe contro i criminali ma non possiamo permettere né lo sfruttamento né la minimizzazione dei crimini da parte degli immigrati".

I politici del partito di estrema destra Alternative für Deutschland (AfD) hanno subito sottolineato che il sospettato, identificato dalla polizia come Habte Araya, è un eritreo in fuga dalla polizia della vicina Svizzera. Poco dopo l'attacco, l'AfD - alludendo all'estate e all'autunno 2015, quando la cancelliera Angela Merkel ha permesso l'ingresso nel Paese di circa 1 milione di rifugiati - ha twittato: "Quanti cittadini devono essere offerti sull'altare di questa cultura dell'accoglienza che non conosce limiti”? Alice Weidel, co-leader del partito, ha detto che l'attacco è l'ultima prova che la politica aperta del governo nei confronti dei rifugiati nel 2015 ha messo in pericolo i tedeschi.

"L'orrore di questo crimine non può essere superato da nulla", ha twittato. "Cos'altro deve succedere? Proteggere una volta per tutte i cittadini di questo paese invece di questa cultura dell'accoglienza senza limiti”. Konstantin von Notz, un deputato verde, ha definito il tweet di Weidel "spaventoso" e l'ha accusata di strumentalizzare l'assassinio di Francoforte. "Collegare il crimine straziante di Francoforte con la crisi dei rifugiati del 2015 per trarne profitto, è palesemente falso e politicamente è semplicemente il livello più estremo di disgustoso - anche se fa chiaramente parte del metodo dell'AfD", ha twittato.

L'omicidio di Francoforte è l'ultimo di una serie di crimini efferati perpetrati da cittadini non tedeschi - tra cui lo stupro di una ragazza di 18 anni nella città della valle della Ruhr di Müllheim da parte di giovani bulgari e la morte di una donna di 34 anni, che è stata anche spinta sui binari del treno, per la quale è stato accusato un uomo kosovaro - di cui l’AfD fa un uso politico. L'incessante critica del partito al cosiddetto approccio "porta aperta" della Merkel ha contribuito ad alimentare la sua elevazione al principale partito di opposizione del Bundestag.

La tensione è alta anche per una serie di crimini attribuiti all'estrema destra, tra cui l'uccisione per motivi razziali di un eritreo di 26 anni a Wächtersbach, vicino a Francoforte, le minacce ai membri dell'estrema sinistra del partito Die Linke e gli attacchi alle moschee in tutto il paese. L'episodio più importante degli ultimi mesi è stato l'assassinio del politico cristiano democratico-cristiano rifugiato Walter Lübcke. Secondo i pubblici ministeri, il suo sospetto assassino ha numerosi legami con l'estrema destra.

Un acceso dibattito su come proteggere i passeggeri delle ferrovie tedesche sta dominando le reti di notizie, con molti che chiedono una maggiore presenza della polizia e una televisione a circuito chiuso.

Centinaia di persone si sono riunite alla stazione martedì sera per un evento organizzato dalla missione religiosa della ferrovia per rendere omaggio al ragazzo ed esprimere sostegno alla sua famiglia.

La polizia ha separato circa 50 manifestanti di estrema destra dal resto della folla, tra cui una donna che portava uno striscione con scritto "Questa politica sta uccidendo il popolo". Un uomo allineato a un gruppo di sinistra ha gridato nella sua direzione: "Avrebbe dovuto spingervi davanti al treno".

La gente non deve permettere che "l'odio si diffonda", ha detto Carsten Baumann, il capo della missione ferroviaria, che ha chiesto l'unità.

"Uno sguardo ai social media dimostra che questo crimine viene usato impropriamente per dividere la società. Ma non possiamo permettere che l'odio ci afferri", ha detto, aggiungendo che i suoi pensieri erano con i genitori del ragazzo "che hanno perso tutto ciò che il figlio significava per loro".

Cronaca
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Impegnata a Roma sul set di “Gucci”, in cui interpreta Patrizia Reggiani, l’artista è stata raggiunta dalla notizia del sequestro di due dei suoi tre amatissimi french bulldog. Il dog-sitter di fiducia ferito con 4 colpi di pistola
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Anna Leikovic, 21 anni, ha assassinato la donna con un coltello da cucina strappandole diversi organi. La donna aveva scoperto che in sua assenza la figlia era diventata tossicodipendente
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Esther Dingley manca all’appello ormai da più di 10 giorni: la polizia valuta l’ipotesi dell’incontro con un malintenzionato, ma anche la foto dell’impronta di un grosso orso inviata dalla donna poco prima di scomparire
Il mistero dell’influencer trovata morta
Il mistero dell’influencer trovata morta
Alexis Leigh Sharkley, 26 anni, era scomparsa venerdì a Houston senza lasciare traccia: il corpo nudo è stato visto da un operaio. È mistero fitto sulla morte: il corpo non presenta ferite
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
L’incredibile storia di Lucy May Dawson, una giovane inglese che viene ricoverata e curata per un forte esaurimento nervoso. Sembrava che per lei non ci fosse altro da fare, fin quando è arrivata la diagnosi corretta
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo