Bossetti senza VERGOGNA: 'Scrivo un memoriale'

| Con l'aiuto di un alcuni media e un gruppo di fan, l'assassino di Yara Gambirasio tenta l'operazione "Rosa e Olindo". Bordate di fumo contro l'inchiesta che lo inchioda.

+ Miei preferiti

Bossetti insiste e continua a fare la vittima. "Sono innocente", strilla e si considera "Prigioniero di Stato", come le Brigate Rosse. Condannato all'ergastolo e sottoposto al giudizio di 32 giudici, con il suo Dna che corrisponde in modo matematico all'assassino Ignoto1, continua a raccogliere l'appoggio di alcuni media a caccia di lettori e sensazionalismo e di una schiera di fan, attratti dall'eterno fascino del bastian contrario, sordi a ogni logica e ad ogni prova. Tutti costoro sono tranquillamente ignari della sorte della vittima, Yara Gambirasio, diventata semmai uno strumento utile solo per fare un volgare baccano. "Voglio fare un appello pubblico a chi di dovere, a chi custodisce i reperti del mio caso: chiedo che venga garantita la massima custodia e conservazione, che non vengano distrutti come accaduto in altri casi, affinché un domani la mia difesa possa fare un’ulteriore accurata indagine. Il timore che possano andare irrimediabilmente distrutti è alto, basti vedere quanto è avvenuto nel caso di Rosa e Olindo... Non per niente come me sono stati allegramente condannati all’ergastolo due sprovveduti, i coniugi di Erba". Neanche lo sfiora l'idea che Rosa e Olindo, rei-confessi, magari sono davvero gli assassini.

Lo ha annunciato in una lettera-appello inviata al conduttore di "Iceberg" su Telelombardia Marco Oliva e che un settimanale scandalistico ha anticipato nelll'ultimo numero. E figururarsi se non vuole scrivere un libero. Lo farà, eccome, molto presto: "Dopo quanto abbiamo subito io e la mia famiglia, è inevitabile la stesura di un memoriale, non crede? Lo ripeto e lo ribadirò finché ne avrò le forze, non sono io la persona che ha ucciso la piccola Yara, non ho minimamente idea di cosa possa essere successo. Confermo la fiducia al mio legale, l’avvocato Claudio Salvagni e a tutto il suo pool, che sta percorrendo tutte le piste alternative senza tralasciare nulla di intentato". Si firma "Massimo Bossetti, prigioniero di Stato".

Poi racconta cosa fa nel carcere di Bollate dove è stato trasferito: "Sto intraprendendo un percorso rieducativo, occupo il mio tempo in modo utile attraverso lo studio e le attività lavorative che il contesto offre". E anche a scrivere lettere a luci rosse a una detenta intravista nel corile, lasciando sfuggire anche considerazioni-autogol sulla sua vicenda processuale.

Noi vogliamo solo ricordare Yara, che oggi sarebbe una giovane donna, e invece sotto le mani di un maniaco che cacciava prima sul web "adolescenti, rosse, vagina rasata" per fare sesso e poi, un giorno maledetto lo ha fatto davvero. Stiamo lavorando alla pubblicazione degli atti giudiziari e delle tre sentenze di condanna all'ergastolo. Più di questo non si può fare.

Cronaca
Strangolata a 6 anni dal vicino di casa
Strangolata a 6 anni dal vicino di casa
La piccola Faye Swetlik era scomparsa dal giardino di casa, in South Carolina: è stata ritrovata senza vita tre giorni dopo. A poche ore di distanza, un vicino su cui la polizia iniziava a sospettare si è ucciso
GB, sette uomini condannati per stupro
GB, sette uomini condannati per stupro
Dopo quattro settimane di processo, la giuria ha dichiarato colpevoli di stupro e violenze sette uomini che avevano preso di mira alcune ragazzine, costringendole ad avere rapporti con l’uso di droga e minacce
Muore il padre di Meredith Kercher
Muore il padre di Meredith Kercher
Il papà della studentessa uccisa a Perugia coinvolto forse in un tentativo di scippo o l’investimento di un pirata della strada. Ricoverato in ospedale, è morto pochi giorni dopo
Tre morti e due bambini scomparsi: il giallo che inquieta l’America
Tre morti e due bambini scomparsi: il giallo che inquieta l’America
Lori Vallow, moglie e sorella di due uomini uccisi in circostanze strane, è fuggita con il nuovo marito, la cui ex moglie è morta poco dopo. Ma dei due figli della donna non c’è più traccia da settembre
Hackerate le email di Ghislaine Maxwell
Hackerate le email di Ghislaine Maxwell
Il timore è che numerose email scambiate fra la reclutatrice di minorenni per conto di Jeffrey Epstein e personaggi in vista siano resi noti dai media, scatenando un vero cataclisma di proporzioni mondiali
L’incredibile caso dei pedofili di Rotherham
L’incredibile caso dei pedofili di Rotherham
Per decenni, gang di pakistani hanno sequestrato e violentato minorenni, ma la polizia non è mai intervenuta per evitare tensioni razziali. È l’allucinante conclusione di un’inchiesta conclusa in questi giorni
UK: picchiata perché lesbica
UK: picchiata perché lesbica
Dopo la quinta aggressione, una ventenne inglese ha deciso di divulgare le foto delle sue ferite: “Ormai ho paura di uscire di casa, ma voglio che la gente sappia”
Dublino: ucciso e decapitato nella guerra fra gang
Dublino: ucciso e decapitato nella guerra fra gang
I resti di Keane Mulready-Woods, 17 anni, sono stati trovati a km di distanza all’interno di una borsa e di un’auto data alle fiamme. La polizia sulle tracce del probabile assassino, un 35enne considerato un potenziale serial killer
Sicilia, il mistero dei sub restituiti dal mare
Sicilia, il mistero dei sub restituiti dal mare
Un terzo corpo è riemerso ieri a Termini Imerese: sul mistero indagano cinque procure, e al momento non si esclude alcuna pista. L’incidente durante una battuta di pesca o durante la consegna di una partita di droga
L’ex parroco confessa: “Molestavo 4 o 5 bimbi ogni settimana”
L’ex parroco confessa: “Molestavo 4 o 5 bimbi ogni settimana”
Bernard Preynat, ex parroco della chiesa di Sainte-Foy-Les Lyon, ammette le sue responsabilità alle prime battute del processo: “Non mi rendevo conto di fare del male, provavo piacere”