La prof di Novara: 'Non ho scritto io quel post"

| Già sospesa dall'insegnamento, cambia versione: "Mi sono presa la responsabilità per coprire il vero autore". In pochi le credono. Intatto scatta la sospensione dall'insegnamento

+ Miei preferiti
Eliana Frontini, 51 anni, di Novara, professoressa di storia dell'arte in un istituto tecnico, che si auto-definisce pure critica dell'arte, sarà sospesa dal Miur dall'insegnamento, a zero stipendio, nell'attesa che si decida cosa fare di questa donna che, di fronte a un carabiniere di 35 anni morto pugnalato, non ha trovato di meglio che scrivere sul suo profilo Facebook "Uno di meno, chiaramente con uno sguardo poco intelligente, non ne sentiremo la mancanza". Adesso però ha cambiato versione: quel post lo ha scritto un altro. Chi? Lo dira alla polizia, fa capire di avere colpero "qualcuno" che aveva accesso al suo pc, password comprese. Forse un familiare? "Mi sono presa io la responsabilità, ma adesso dico tutto". Meglio tardi che mai. Ma in molti non le credono affatto. Poco importa che s'è presa montagne di insulti dopo avere pubblicato, e poco importa che il post lei lo abbia ritirato con una scusa penosa e ridicola. Non voleva dirlo, pensava ai carabinieri che non intervengono in tempo con le donne abusate etc etc. La speranza è che la sospensione sia solo l'anticamera di un licenziamento in tronco, come è avvenuto per la sua collega torinese, Flavia Lavinia Cassaro che una sera, durante una manifestazione, aveva augurato la morte agli agenti in servizio, urlando a squarciagolo davanti alle telecamere. La professoressa di storia dell’arte e disegno dell’Istituto Pascal di Romentino di Novara si dice pentita ma non pare nuova a pesanti giudizi sulle forze dell'ordine. Ci si domanda che tipo di insegnamento offra ai suoi quasi ex studenti ma lei s'è affrettata a precisare che "in aula non fa politica". Poi ha fatto sparire il profilo facebook. "Mi ha già fatto abbastanza guai" avrebbe detto. Il suo post fa il paio con i No Tav della Valsusa che, durante il triste flop della marcia contro il cantiere, scandivano (e scrivevano sui muri) slogan "più sbirri uccisi". Alla prof. non le resta che iscriversi nelle frange antagoniste, lì verrà accolta con tutti gli onori che le competono. 
Il primo a prendere posizione era stato il ministro della Pubblica Istruzione, Marco Bussetti, che aveva annunciato un’indagine immediata, al termine della quale ha deciso che la professoressa non dovrà tornare domani tra i banchi di scuola. Oltre alla sospensione, l’insegnante è stata querelata per diffamazione dal Sap, sindacato autonomo di polizia. «Non è ammissibile che, di fronte alla morte di un carabiniere, una professoressa si permetta di scrivere “uno di meno” — ha detto il ministro Bussetti —. Abbiamo proceduto per le sanzioni disciplinari di conseguenza, questo è inammissibile, intollerabile, irrispettoso e vergognoso».
«Sono stata fraintesa, intendevo dire che chi sceglie di fare il carabiniere deve accettare anche i rischi del mestiere. Se fosse morto un idraulico, una professoressa, un fornaio sarebbe stato diverso». Chiacchiere inutili. Forse di Mario, il carabiniere ucciso, ne sentirammo molto la mancanza la moglie Maria Rosa, sposata a giugno, i genitori, i familiari, i colleghi dell'Arma e le tante persone che aiutava ogni giorno, scelti fra gli ultimi. Eliana Frontini non ne sentirà la mancanza, odiatrice com'è degli uomini e delle donne in divisa. Un episodio squallido. Aspettiaomo i soliti fenomeni da tastiera pronti a difenderla, con le giustificazioni più strane e volgari, nella loro disarmante nudità morale, di fronte a chi non c'è più solo per avere fatto il proprio dovere. 
[m.n.]
Cronaca
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Anna Leikovic, 21 anni, ha assassinato la donna con un coltello da cucina strappandole diversi organi. La donna aveva scoperto che in sua assenza la figlia era diventata tossicodipendente
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Esther Dingley manca all’appello ormai da più di 10 giorni: la polizia valuta l’ipotesi dell’incontro con un malintenzionato, ma anche la foto dell’impronta di un grosso orso inviata dalla donna poco prima di scomparire
Il mistero dell’influencer trovata morta
Il mistero dell’influencer trovata morta
Alexis Leigh Sharkley, 26 anni, era scomparsa venerdì a Houston senza lasciare traccia: il corpo nudo è stato visto da un operaio. È mistero fitto sulla morte: il corpo non presenta ferite
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
L’incredibile storia di Lucy May Dawson, una giovane inglese che viene ricoverata e curata per un forte esaurimento nervoso. Sembrava che per lei non ci fosse altro da fare, fin quando è arrivata la diagnosi corretta
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
L’allarme è scattato dopo i primi svenimenti per la presenza di monossido di carbonio. Nessuna vittima ma tanta paura per circa 200 giovani che avevano scelto una caverna per una notte di eccessi