Caso Sarti, il video hot č una squallida fake

| Solidarietā totale alla parlamentare grillina (al di lā delle idee politiche), vittima di una campagna diffamatoria di rara violenza e volgaritā. Nel video porno c'č una donna tatuata e con una voce totalmente diversa

+ Miei preferiti
Il video che circola sulle chat di mezza Italia in cui la grillina Giulia Sarti sarebbe al centro di alcune scene hard è una clamorosa fake. E' falso. La voce della donna ripresa non è quella della parlamentare 5S; costei ha pure un vistoso tatuaggio sul braccio sinistro e Sarti non ce l'ha. Basta confrontare le immagini delle due donne, unite da una vaga somiglianza per il taglio dei capelli e poco altro e ascoltare la vera voce di Sarti da uno dei tanti video postati su YouTube. Non ci sono dubbi. Ma se anche fosse vero, sarebbe ancora più grave, perchè sarebbero stati violati i principi base della privacy di ogni umano sulla terra. Una vicenda disgustosa, ha detto Salvini. E ha ragione. Ci vogliono cinque minuti e la storia si sgonfia, perché semplicemente non esiste. E' vera solo una foto che ricorda un momento di intimità, già diffusa anni fa assieme ad altre dello stesso tenore, ma non c'è niente che si possa definire a luci rosse. Proprio niente. Chi ha rubato quelle foto a suo tempo le ha rimesse in circolo. Fare un caso politico di questa storia è uno schifo totale, non solo nei confronti dell'esponente grillina (al di là delle questioni politiche), a cui va la nostra umana  e civile solidarietà, da parte di tutta la redazione di ISM.

Il caso era era stato sollevato dalle Iene ma con una chiave ben diversa: la Sarti aveva denunciato il suo ex fidanzato, ritenendolo responsabile di aver utilizzato per fatti personali migliaia di euro, destinati invece al micro-credito da parte degli eletti in Parlamento e Senato 5S. Ma l'uomo dice che non è vero; denunciato dalla stessa Sarti è stato prosciolto da ogni accusa. Da qui altre rivelazioni: 4mila euro sarebbero stati destinati ad acquistare un sistema di di videosorveglianza interno alla casa della Sarti, compresa la camera da letto. L'ex fidanzato, un romeno che si fa chiamare Andrea Di Girolamo, esperto informatico, sarebbe in possesso delle memorie del dispositivo da lui stesso allestito, secondo le indicazioni dell'onorevole. Ebbene, le Iene hanno chiesto a "Di Girolamo" se il sistema avesse registrato incontri a luci rosse o incontri politici. La risposta è stata evasiva. Questa brutta storia di violazioni della privacy, sottili ricatti e minacce è solo l'ultimo capitolo dell'ondata di odio che va sommergendo il nostro Paese. Serve l'impegno di tutti per dire NO a questo tipo di attacchi, che hanno un solo scopo: distruggere l'esistenza delle persone.

Cronaca
Pacco bomba esplode a Lione
Pacco bomba esplode a Lione
La polizia sulle tracce del presunto attentatore, un uomo in bicicletta col volto coperto. L'esplosione in una via centralissima: numerosi i feriti, ma pare nessuno in modo grave. Sembra allontanarsi la pista terroristica
Edmund ed Eduard, ladri gemelli
Edmund ed Eduard, ladri gemelli
In un continuo scambio di identitā, confondevano con la loro somiglianza anche le videocamere. Presi a Rovigo dopo una lunga catena di furti. Via al processo, ma i colpi sarebbero centinaia
Svastiche sui sopravvissuti dei lager
Svastiche sui sopravvissuti dei lager
Sfregiate le fotografie dei reduci esposte nel centro di Vienna, ennesimo episodio di antisemitismo da parte di gruppi filo-nazisti
Sesso con cani, quattro donne denunciate
Sesso con cani, quattro donne denunciate
Cercavano animali di grossa taglia per coinvolgerli in rapporti sessuali singoli o di gruppo, poi se ne liberavano. Il caso scoperto dall'associazione Aidaa. Scambi di foto su chat animal sex. Fingevano di volerli adottare dai canili
"Torturato in cella solo perché cattolico"
"Torturato in cella solo perché cattolico"
La terribile disavventura dell'imprenditore italiano Massimo Sacco, arrestato pnegli Emirati Arabi per traffico di droga, in carcere per oltre un anno: "Accusa falsa, in carcere mi hanno picchiato e seviziato, odiano i cristiani"
Ana Bettz, la cantante accusata di riciclaggio
Ana Bettz, la cantante accusata di riciclaggio
Vedova del petroliere Sergio Di Cesare, aveva tentato la carriera artistica senza grande successo. Č stata bloccata al confine di Ventimiglia con 300mila euro in contanti, e la Finanza sospetta sia frutto di riciclaggio
Il mostro di Torrazzo vuole sposarsi
Il mostro di Torrazzo vuole sposarsi
Gianfranco Stevanin, il serial killer veronese accusato di omicidio, violenza e occultamento di cadavere, conta di uscire per sposarsi e rifarsi una vita
Nessun colpevole per la strage Erasmus
Nessun colpevole per la strage Erasmus
Per le famiglie delle 13 ragazze che nel 2016 morirono a bordo di un autobus in Spagna, l’ennesimo schiaffo della giustizia spagnola: nessun colpevole. Giā annunciato un nuovo appello
Filippine, ucciso manager italiano
Filippine, ucciso manager italiano
Si allunga la lista dei connazionali assassinati o spariti all'estero. I casi di Colombia e Costarica. Gli otto desaparecidos
Il tennista Seppi truffato dal falso broker
Il tennista Seppi truffato dal falso broker
Fabio Gaiatto, definito il Madoff del Veneto, a processo per una 2catena di Sant'Antonio" finita in tragedia per centinaia di risparmiatori che gli avevano affidato i loro denari. La moglie patteggia, prime condanne