Caso Vannini, a chi Viola
ha 'coperto le spalle?

| L'inchiesta-bis sulla morte di Marco Vannini rischia di ribaltare le prime sentenze. L'intercezzione della fidanzata di Federico Ciontoli coincide con la testimonianza di un commerciante. A sparare fu il figlio di Antonio Ciontoli?

+ Miei preferiti

Giocare con le pistole è pericoloso. Non si contano gli incidenti avvenuti nel corso dei decenni, anche coinvolgendo persone esperte di armi. Con decine di vittime. Dunque Antonio Ciontoli potrebbe avere detto quello che in molti non vogliono accettare perché sarebbe troppo semplice. Cioè che quella maledetta sera del 17 maggio 2015, a Ladispoli, il sottufficiale della marina si accorge che la pistola d’ordinanza non è in cassaforte ma banalmente nascosta in una scarpiera dopo che, dopo annidi incuria, era stata di nuova ripulita; e va ripresa e rimessa posto e che, mentre fa questa operazione incrocia in bagno  il fidanzato della figlia, il 20enne Marco Vannini, e con lui scherza e finge di minacciarlo. Ma il proiettile è nella camera di sparo, parte un colpo e lo ferisce sotto un braccio. Se fosse possibile - non lo è - tornare indietro nel tempo, Ciontoli, anche se la ferita in apparenza sembrava assai superficiale, avesse chiamato il 118 senza perdere un solo secondo di tempo, oggi Marco sarebbe felicemente in vita con la sua fidanzata Martina e i suoi genitori. Si, avrebbe passato guai penali e civili ma niente a confronto con il peso sulla coscienza di avere causato la morte di quel ragazzo innocente solo per la testardaggine di uscire da quell’incidente con il minor danno possibile. Le ore che passano in quella casa, con Marco sofferente e già agonizzante, suonano per tutti i presenti come una incancellabile condanna, ben al di là della giustizia terrena. Ma se anche Antonio Ciontoli, il capofamiglia lavora per i servizi - con indennità maggiorate, e da qui la paura di tutta la famiglia di perdere quei soldi per tornare al ruolo originario  per colpa di uno stupido incidente - avesse coperto il figlio Filippo o la figlia Martina, poco cambierebbe. Ciontoli e la moglie non chiamano il 118 se non tardivamente e in modo contradditorio, senza far capire agli operatori cosa era veramente successo. Quando lo fanno, era già troppo tardi. 

Il resto dello scenario non conforta per niente. L'ex comandante della stazione dei carabinieri di Ladispoli Roberto Izzo è indagato per favoreggiamento e falsa testimonianza poiché sarebbe stato a conoscenza che non fu Antonio a Sparare ma altre persone della famiglia. E nei guai anche Viola Giorgini, fidanzata di Federico, in casa Ciontoli la sera della tragedia. Dopo un interrogatorio in caserma nel 2015 dice, intercettata, al fidanzato: "Ti ho coperto le spalle”. Cosa voleva dire, esattamente, con queste tre parole? Intanto la Corte di Assise di Roma ha condannato a 5 anni Antonio; tre anni per la moglie e i figli Federico e Martina. Assolta Viola Giorgini. Ma nell'inchiesta bis, ora, i pm di Civitavecchia hanno il verbale di un amico commerciante di Izzo a cui quest’ultimo avrebbe confidato che "A sparare non fu Antonio Ciontoli, ma il figlio Federico”. La viertà è ancora lontana.

Cronaca
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Il giallo dei cani di Lady Gaga
Impegnata a Roma sul set di “Gucci”, in cui interpreta Patrizia Reggiani, l’artista è stata raggiunta dalla notizia del sequestro di due dei suoi tre amatissimi french bulldog. Il dog-sitter di fiducia ferito con 4 colpi di pistola
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Influencer uccide la madre e le strappa il cuore
Anna Leikovic, 21 anni, ha assassinato la donna con un coltello da cucina strappandole diversi organi. La donna aveva scoperto che in sua assenza la figlia era diventata tossicodipendente
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Il mistero dei Pirenei: travel blogger scompare nel nulla
Esther Dingley manca all’appello ormai da più di 10 giorni: la polizia valuta l’ipotesi dell’incontro con un malintenzionato, ma anche la foto dell’impronta di un grosso orso inviata dalla donna poco prima di scomparire
Il mistero dell’influencer trovata morta
Il mistero dell’influencer trovata morta
Alexis Leigh Sharkley, 26 anni, era scomparsa venerdì a Houston senza lasciare traccia: il corpo nudo è stato visto da un operaio. È mistero fitto sulla morte: il corpo non presenta ferite
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
L’incredibile storia di Lucy May Dawson, una giovane inglese che viene ricoverata e curata per un forte esaurimento nervoso. Sembrava che per lei non ci fosse altro da fare, fin quando è arrivata la diagnosi corretta
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo