Chi ha devastato la 'Villa degli Spiriti'?

| Il 25 settembre l'appello del processo sulla morte di Giulia Ballestri, 39 anni, per cui il marito, il medico Matteo Cagnoni è stato condannato all'ergastolo. La casa che tanto faceva paura a Giulia oggetto di un raid. Prove distrutte

+ Miei preferiti
Di Alberto C.Ferro

La cupa villa liberty di via padre Genocchi a Ravenna, la “Casa degli spiriti”, dove, dove, attorno alle 10 della mattina del 16 settembre 2016, fu barbaramente uccisa la 39enne Giullia Ballestri sembra finita in un sabba infernale, i locali completamente sottosopra, la scena del crimine alterata ma salva, sotto il profilo giudiziario, per i precedenti accertamenti. Forse per dimostrare quanto era facile entrarvi, agganciando così la tesi del medico che Giulia fu uccisa da un “balordo” che quella mattina si sarebbe introdotto nella casa? La difesa di Matteo Cagnoni, il medico 54enne e presunto uxoricida, condannato in primo grado all’ergastolo, è pronta a sollevare una serie di eccezioni già nella prima udienza del processo d’appello, il 25 settembre. Il sopralluogo, autorizzato dalla Corte d’assise d’appello di Bologna e concordato con la Procura di Ravenna il 24 giugno, ma annullato perché qualcuno ha sfondato porte e finestre, distruggendo il quadro probatorio dell’inchiesta.  In questi giorni gli avvocati Gabriele Bordoni e Giovanni Medri, il curatore del patrimonio del medico, attualmente sotto sequestro,   assieme al tecnico informatico Lorenzo Benedetti, assistiti dai poliziotti della squadra mobile, hanno comunque portato a termine l’atto giudiziario. C’erano tracce di questi misteriosi ladri, sporcizia du ogni genere e oggetti spariti tra cui i famosi quadri che tanto inquietavano Giulia. la Procura ha aperto due inchieste soprattutto per verificare l’impianto d’allarme. «Per noi si trattava di un elemento dirimente – spiega l’avvocato Bordoni al Giorno –, abbiamo chiesto di riattivarlo temporaneamente, ma questa possibilità ci è stata negata in quanto ci è stato detto che avrebbe determinato un’alterazione dello stato dei luoghi. A dire il vero la scena è già del tutto alterata, la villa è a soqquadro, la scalinata è coperta di oggetti e gli ambienti sono irriconoscibili rispetto alle immagini allegate agli atti del processo. Avrei voluto osservare anche i quadri di cui tanto si è parlato, ma non ce n’è traccia. Abbiamo comunque effettuato una registrazione panoramica all’interno e faremo presente tutto ciò alla Corte».

L’avvocato Bordoni non anticipa le sue nuove carte ma fa capire di avere elementi forse in grado di convincere la corte d’assise quantomeno a riflettere se confermare la condanna o meno, mantenendo come richiesta subordinata alla richiesta di assoluzione quella della perizia psichiatrica. Un modo per sottrarlo all’ergastolo. Comunque il processo, rispetto alle previsioni, potrebbe vedere sfilare nuovi testimoni, proposti dalla difesa e possibili approfondimenti sugli elementi avanzati dalla difesa. I tempi si allungano.

 
Cronaca
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
A meno di due giorni dalla riapertura dei locali, il noto centro turistico andaluso epicentro di risse e accoltellamenti
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
Si chiamava Phoenix Netts, 28 anni: viveva in un centro di accoglienza per donne dopo un passato come senzatetto e tossicodipendente
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Un ex militare delle forze speciali americane, vero professionista dei blitz di salvataggio, suo figlio e un terzo uomo. Sono il team che ha pianificato in ogni dettaglio la rocambolesca fuga dal Giappone dell’ex ad di Nissan
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
È l’unica parte del corpo ritrovato della 17enne Wilma Andersson, probabilmente uccisa e decapitata dall’ex fidanzato. A poche ore dall’inizio del processo, la famiglia insiste: “Ridateci quel che resta di nostra figlia”
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Un calciatore turco ha confessato di aver soffocato il figlio nel letto dell’ospedale facendo credere ai medici che era in preda ad una crisi respiratoria. La verità pochi giorni dopo: “Non lo sopportavo”
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
Belly Mujinga, bigliettaia alla Victoria Station, era stata affrontata da un uomo che diceva di essere infetto: è morta due settimane dopo in ospedale
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Alla scomparsa della donna, nel 2018, era seguita una richiesta di riscatto. Ma per la polizia si trattava soltanto di un depistaggio. Il ricco imprenditore nel settore dell’energia arrestato a casa
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La famiglia di Amber Ryan aveva chiesto l’intervento delle forze dell’ordine perché da diversi giorni aveva perso sue notizie: gli agenti hanno trovato il marito intento a smembrarne il corpo. La coppia era segnalata per violenze familiari
Canada, vestito da poliziotto uccide 16 persone
Canada, vestito da poliziotto uccide 16 persone
L’inspiegabile notte di follia di un dentista, che ha seminato morte in più punti di un tranquillo paesino della Nuova Scozia. È stato ucciso in un conflitto a fuoco dopo una notte di frenetica caccia all’uomo
L’autista del Tir della morte si dichiara colpevole
L’autista del Tir della morte si dichiara colpevole
Maurice Robinson ha ammesso di aver ucciso volontariamente i 39 migranti che trasportava sul retro del suo Tir. Insieme a lui arrestati altri quattro uomini, tutti di origine rumena