Marocco, a morte gli assassini delle due ragazze

| Si è concluso dopo poco più di due mesi il processo per l’omicidio di Louisa e Maren, violentate a decapitate lo scorso dicembre. Durissima la decisione della corte

+ Miei preferiti
La corte di Salè ha scelto di accogliere le richieste dell’accusa infliggendo la massima pena possibile agli assassini di Louisa Vesterager Jespersen, 24 anni, danese, e Maren Ueland, 28enne norvegese, le due turiste che lo scorso dicembre furono violentate e decapitate mentre facevano trekking alle pendici del monte Toubkal, a circa 70 km da Marrakech. Il terrificante video del loro omicidio era circolato per diversi giorni in rete.

Ventiquattro gli imputati alla sbarra, implicati a vario titolo e tutti di età compresa fra 20 e 30 anni, con condanne che vanno da cinque anni di galera all’ergastolo. Decisione a parte per i tre uomini del gruppo jihadista, autori materiali del massacro, Abdessamed Ejjoud, venditore ambulante di 25 anni, Younes Ouaziyad e Rachid Afatti, entrambi falegnami, di 27 e 33 anni, condannati a morte. Ergastolo per Abderrahim Khayali, il quarto uomo, l’autista del gruppo che si sarebbe allontanato intuendo le intenzioni dei tre. È la prima volta, dal 1993, che in Marocco torna la pena capitale.



Un processo iniziato lo scorso 2 maggio e celebrato a porte chiuse, in cui i legali delle famiglie delle due ragazze hanno avanzato una “chiamata in causa dello Stato”, obbligato ad assicurare protezione a turisti e cittadini. Un passo obbligato per poter accedere agli indennizzi.

Galleria fotografica
Marocco, a morte gli assassini delle due ragazze - immagine 1
Cronaca
Il blitz della cattura di Ghislaine Maxwell
Il blitz della cattura di Ghislaine Maxwell
L’FBI ha confermato che era sulle tracce della complice di Epstein da un anno: era stata individuata due volte, ed è sempre riuscita a sfuggire. Ora inizia la battaglia del suo agguerrito team legale
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Oltre a decine di furti e frodi, Ramon Olorunwa Abbas era un esperto nel “ripulire” grosse somme di denaro frutto di traffici illeciti. Fra le vittime anche un club della Premier League inglese
Il Golden State Killer
si dichiara colpevole
Il Golden State Killer<br>si dichiara colpevole
Ha ammesso stupri e omicidi che per 40 anni hanno tolto il sonno a due contee californiane, in cambio della vita: non salirà sul patibolo, ma sconterà almeno 11 ergastoli dietro le sbarre
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Il 18enne che un anno fa spinse dal balcone un bimbo di sei anni condannato dalla giustizia inglese per omicidio volontario
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Danielle e Kadi hanno raccontato sui social di essere state violentate in albergo ad un anno di distanza una dall’altra. L’artista canadese nega dicendo di avere le prove che in quei giorni si trovava da altre parti, e parte al contrattacco
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
A 16 anni, Siya Kakkar era seguita da milioni di follower in tutto il mondo. Inspiegabili i motivi del gesto: aveva numerosi progetti futuri
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Dopo due anni di abusi, nel 2018 Chrystul Kizer aveva ucciso l’uomo che la violentava e vendeva ad altri. Al suo fianco si è schierata un’imponente campagna mediatica e di supporto economico
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
Brenna Gonzales, cameriera di una celebre steak-house frequentata dal jet-set newyorkese, ha sporto querela per molestie sessuali ripetute
Zanardi stabile ma ancora grave
Zanardi stabile ma ancora grave
I medici non azzardano supposizioni: il quadro generale parla di “danni importanti” che potrebbero avere conseguenze neurologiche e di vista. Nei prossimi giorni la riduzione della sedazione e le prime valutazioni
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
Stabile nella notte ma ancora in condizioni gravissime. Attesa per il prossimo bollettino medico. La procura indaga per ricostruire l’accaduto