Denunciano vittime di abusi per difendere Michael Jackson: non fu un pedofilo

|

+ Miei preferiti

Myriam Walter, ex infermiera francese di 62 anni, ha deciso, assieme ad altri fan di Michael Jackson, di denunciare in tribunale due presunte vittime di abusi sessuali comparse del doco-film sulla pedofilia del cantante morto nel 2009. "So che non fu possibile, solo un pretesto per fare soldi”, spiega. Fa parte dei di gruppi di fan che fanno causa alle due vittime del presunto abuso di Jackson, Wade Robson e Robson e Safechuck, ora di 41 e 37 anni rispettivamente,  che hanno denunciato di avere  subito anni di abusi sessuali da parte di Jackson quando erano minorenni alla fine degli anni Ottanta e all'inizio degli anni Novanta.

Mentre nessuno dei due è residente in Francia, vengono citati in giudizio in quel paese dove è illegale formulare accuse penali contro il defunto. Gli avvocati statunitensi che rappresentano Robson e Safechuck hanno dichiarato che i due non hanno alcun commento da fare sul caso. I funzionari del tribunale di Orléans, dove c’è stata la prima udienza,, hanno confermato che la coppia non era presente e non aveva rappresentanza legale.

Robson e Safechuck sono stati citati in giudizio per una somma simbolica di un euro (1,13 dollari) ciascuno, per "danneggiare la memoria dei morti", sostengono i fan. ”Non si tratta di denaro, è una questione di cuore", ha detto Emmanuel Ludot, il loro avvocato.

Walter, presidente di uno dei gruppi, MJ Community, che conta 600 membri, ha partecipato alla prima udienza in tribunale. Riferendosi a Jackson, ha detto: "Aveva un grande cuore. Non è giusto fare queste affermazioni contro qualcuno che non è nemmeno vivo per difendersi”. Gli altri gruppi, On The Line e MJ Street, accusano il documentario di revisionismo e segnalano errori nella cronologia degli abusi forniti da Safechuck.

Brice Najar, presidente di On the Line e autore di numerosi libri su Jackson, ha spiegato: "Non difenderei qualcuno qualunque sia la prova, ma è già stato assolto e ci sono già state delle indagini”. La sentenza è prevista per il 4 ottobre.

Michael Jackson è morto di arresto cardiaco all'età di 50 anni il 25 giugno 2009, a Los Angelese, per un’overdose da oppioidi, alla vigile di un grande tour internazionale.

Cronaca
Germania, bibite avvelenate nei supermercati
Germania, bibite avvelenate nei supermercati
Accertati quattro casi di manomissioni di confezioni di bevande, in cui è stato iniettato un veleno. Tre persone sono finite all’ospedale con conseguenze non gravi, mentre la polizia indaga e allerta la popolazione
«Epstein si è ucciso, ne sono convinto»
«Epstein si è ucciso, ne sono convinto»
Per la prima volta, parla un detenuto che ha incontrato più volte il finanziere pedofilo, entrato nel programma di prevenzione dei suicidi. «Sapeva che il suo mondo era finito»
Addio a John Peter Sloan
Addio a John Peter Sloan
Il più simpatico e irriverente degli insegnanti di lingua inglese mai apparsi in Italia si è spento all’improvviso in Sicilia, dove aveva scelto di trasferirsi da qualche anno
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
A meno di due giorni dalla riapertura dei locali, il noto centro turistico andaluso epicentro di risse e accoltellamenti
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
Si chiamava Phoenix Netts, 28 anni: viveva in un centro di accoglienza per donne dopo un passato come senzatetto e tossicodipendente
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Un ex militare delle forze speciali americane, vero professionista dei blitz di salvataggio, suo figlio e un terzo uomo. Sono il team che ha pianificato in ogni dettaglio la rocambolesca fuga dal Giappone dell’ex ad di Nissan
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
È l’unica parte del corpo ritrovato della 17enne Wilma Andersson, probabilmente uccisa e decapitata dall’ex fidanzato. A poche ore dall’inizio del processo, la famiglia insiste: “Ridateci quel che resta di nostra figlia”
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Un calciatore turco ha confessato di aver soffocato il figlio nel letto dell’ospedale facendo credere ai medici che era in preda ad una crisi respiratoria. La verità pochi giorni dopo: “Non lo sopportavo”
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
Belly Mujinga, bigliettaia alla Victoria Station, era stata affrontata da un uomo che diceva di essere infetto: è morta due settimane dopo in ospedale
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Alla scomparsa della donna, nel 2018, era seguita una richiesta di riscatto. Ma per la polizia si trattava soltanto di un depistaggio. Il ricco imprenditore nel settore dell’energia arrestato a casa