Cura Minniti ok: crollo sbarchi migranti

| Calo di oltre il 60%, solo 119 mila arrivi contro i 180 mila del 2016. A maggioranza nigeriani, senegalesi e gaboniani. Il problema della ricollocazione, con 11 mila procedure definite. I rimpatri però sono ancora insufficienti

+ Miei preferiti

Funziona  la "cura" Minniti per limitare gli sbarchi dei migranti sulle coste italiane. Gli ultimi dati forniti dal Ministero dell’Interno, raccontano che dall’inizio del 2018 (1-15 gennaio) in Italia sono sbarcati 841 migranti (di cui 544 provenienti dalla Libia), con un calo del 64,3% (2.355 arrivi, 2.188 dalla Libia) e del 64,9% (826 sbarchi) rispetto allo stesso periodo degli anni 2017 e 2016. In particolare i libici sbarcati quest’anno sono stati il 75,14% in meno rispetto al 2017. 

Nel 2016 gli arrivi sono stati 181.436 (27.384 solo nell’ottobre 2016), nel 2017 119.369 (il picco nel giugno 2017 con 23.526 arrivi). Dal 1 gennaio 2017 al 12 gennaio 2018 i porti di Augusta, Catania e Pozzallo sono stati quelli più interessati dagli sbarchi, con rispettivamente 16.955, 16.100 e 11.734 migranti arrivati. 

Per quanto riguarda le nazionalità dichiarate al momento dello sbarco nel 2018 (aggiornato al 12 gennaio 2018) ai primi posti ci sono Senegal (90), Nigeria (56) e Gambia (50). All’ottavo posto la Libia (31). Nel 2017 ai primi tre posti ci sono state Nigeria (18.158), Guinea (9.701) e Costa d’Avorio (9.507); la Libia non era compresa tra le prime dieci nazionalità. 

Sulle relocation gli ultimi dati sono al 31 dicembre 2017: 12.162 le procedure definite, di cui 11.464 ricollocati (in particolare eritrei e siriani verso Germania, Svezia e Svizzera) e 698 in corso di trasferimento. Sono 843 le istruttorie completate in attesa di risposta dello Stato membro individuato, 229 le istruttorie avviate.

Cronaca
Si sveglia dal coma e racconta il delitto
Si sveglia dal coma e racconta il delitto
Paolo Zorzi era l’unico testimone della morte di Marianna Sandonà, uccisa nel giugno scorso dall’ex Luigi Segnini. La ricostruzione degli ultimi istanti di vita della donna
Padre di sei figli ucciso da un'onda
Padre di sei figli ucciso da un
nelle foreste canadesi
caccia a un uomo con la barba incolta'>L'ombra di un feroce serial killer
nelle foreste canadesi
caccia a un uomo con la barba incolta
Lnelle foreste canadesi
caccia a un uomo con la barba incolta' class='article_img2'>
Terrore dopo la scoperta dei cadaveri di una giovane coppia, orribilmente mutilati lungo l'Alaska Highway. Scoperto un terzo corpo. Nella zona decine di donne scomparse. Le autorità: "Non fate l'autostop"
Assalto al cantiere Tav: 20 denunciati
Assalto al cantiere Tav: 20 denunciati
Una notte di tensione a Chiomonte: 200 attivisti hanno tentato di avvicinarsi al cantiere dell’Alta Velocità. Dopo un lancio di sassi e razzi, domato un pericoloso principio d’incendio
McDonald's, dipendenti abusati e costretti al silenzio
McDonald
Drammatico report dei sindacati britannici, molto spesso le vittime sono pagate per tacere. Denuncianti oltre 1000 casi di donne molestate. I "predatori" spesso vengono solo trasferiti. La complicità dei manager
Assassina contro assassina
Assassina contro assassina
Le pluri-omicide Rose West e Joanna Dennehy si sono ritrovate nello stesso carcere. Rose è stata trasferita, l'altra aveva promesso: "La ucciderò, la odio"
Messaggio nella bottiglia, ritrovato l'autore
Messaggio nella bottiglia, ritrovato l
L'aveva lanciata nei mari dell'Australia appena 13enne, la lettera ritrovata da 2 pescatori australiani pochi giorni fa su una spiaggia del Sud
Vuole divorziare e affida il suo patrimonio a un amico: sparito
Vuole divorziare e affida il suo patrimonio a un amico: sparito
"'L'amico" ("era un investimento") non vuole restituirli, lei nel frattempo s'è riconciliata con il consorte. Un Tribunale le ha dato ragione
Caso Orlandi, 24 sacchi di ossa umane
Caso Orlandi, 24 sacchi di ossa umane
Aperti gli ossari, recuperate dai periti del pm decine di resti umani che saranno ora esaminati. I media Uk intervistano il fratello di Emanuela, scomparsa a 15 anni
Eredità, i figli di Liz Hurley battono il nonno diabolico
Eredità, i figli di Liz Hurley battono il nonno diabolico
Damian e Kira, nati dalla relazione con il magnate Stephen Bing erano stati estromessi dal nonno da un'eredità da 380 milioni di sterline. "non li considero miei nipoti, mai visti". Ma i giudici gli hanno dato torto