De Ruggiero nuovo sindaco a Rivalta la polemica con Foietta ha avuto un peso?

| Non è riuscito a riconfermarsi Mauro Marinari, protagonista di una querelle con il Commissario di Governo per la Torino-Lione. Nello scambio di accuse, si nasconde forse uno dei motivi della sconfitta

+ Miei preferiti

 

I prossimi cinque anni di Rivalta si sono giocati su una manciata di voti, una cinquantina appena dei 7.460 elettori (su 16.194 aventi diritto al voto) che si sono presentati ai seggi. È il risultato della domenica dei ballottaggi che ha sancito la fine dell'esperienza da primo cittadino di Mauro Marinari e della lista civica "Rivalta Sostenibile", appoggiata dal M5S e capace di mettere insieme il 49,66% delle preferenze. Al suo posto, con il 50,34% arriva Nicola De Ruggiero, candidato del PD appoggiato da tre liste civiche. Per De Ruggiero si tratta di un ritorno alla poltrona di primo cittadino, occupata fra il 1993 ed il 2002.

 

Un cambio della guardia che inevitabilmente è destinato a mutare anche le posizioni di Rivalta, comune strategicamente importante tanto per il M5S quanto per i movimenti No Tav.

 

Difficile, al momento, capire se lo scambio di "gentilezze" fra l'ormai ex sindaco Marinari e Paolo Foietta, Commissario di Governo per la linea Torino-Lione, abbia avuto un peso nella corsa al ballottaggio.

 

In breve: Marinari era intervenuto nello scambio epistolare fra il parroco di Rivalta e il Commissario di Governo, sull'eventualità di spostare il tracciato della Tav, accusando l'architetto Foietta di parlare senza neanche conoscere la Cappella millenaria dei Santi Vittore e Corona, al centro dell'accorata richiesta del sacerdote. Per tutta risposta, il Commissario per la Torino-Lione aveva atteso pazientemente il risultato del primo turno elettorale, inviando una risposta articolata su cinque punti, altrettanto piccati. Fra questi, alla luce del risultato elettorale, assume valenza doppia il passaggio in cui Foietta assicura che "Il confronto sarà riproposto alla nuova Amministrazione di Rivalta, qualcunque essa sia".

 

 

Cronaca
L'orribile morte di Stefania, bruciata viva
L
Gli ultimi risultati delle perizie non lasciano dubbi. Stefania Crotti era solo stordita dalle martellate inferte da Chiara Alessandri quando l'assassina le diede fuoco dopo averla irrorata di benzina. Ergastolo alla porte
Hooligans arrestati a Torino
Hooligans arrestati a Torino
In occasione della partita fra Juventus e Ajax, una sessantina di persone sono state denunciate dalla Polizia, e 54 tifosi olandesi allontanati dall’Italia
Pitbull attacca due bambini
Pitbull attacca due bambini
A Limbiate, nel milanese, un pitbull di un anno e mezzo si è avventato contro due cuginetti che giocavano in cortile. A salvarli alcuni condomini che hanno assistito alla scena
Sparatoria nel foggiano
muore un carabiniere
Sparatoria nel foggiano<br>muore un carabiniere
Un uomo avrebbe aperto il fuoco contro la pattuglia durante un normale controllo nella piazza principale di Cagnano Varano. Il vice comandante della stazione è morto in ospedale, la reazione dei vertici dello Stato
Sfruttamento della prostituzione, arrestata Kyra Kole
Sfruttamento della prostituzione, arrestata Kyra Kole
La soubrette, nota per aver partecipato al programma “Ciao Darwin”, sarebbe stata la capofila di un finto centro massaggi in Brianza
Azouz Marzouk: Rosa e Olindo sono innocenti
Azouz Marzouk: Rosa e Olindo sono innocenti
Il padre e marito di due delle vittime della strage di Erba firma un sollecito per la riapertura del processo e assicura di conoscere il nome del vero assassino della sua famiglia
Tenta il suicidio in un centro commerciale
Tenta il suicidio in un centro commerciale
È accaduto alle Gru di Grugliasco, alle porte di Torino: gli agenti di un istituto di vigilanza sono riusciti a bloccarla prima che si lanciasse nel vuoto
Giovane inglese muore in un gioco erotico
Giovane inglese muore in un gioco erotico
È quanto dichiara il fidanzato di Anna Florence Reed, una 22enne trovata morta in una vasca da bagno di un hotel sul Lago Maggiore. La polizia però non esclude alcuna ipotesi
Le buste che inquietano Torino
Le buste che inquietano Torino
Dopo quella esplosiva alla sindaca Appendino, un esponente della Lega ne riceva una uguale, ma nelle stesse ore arriva una minaccia alla Lavazza, la Vergnano e la Ferrero: pagate o avveleniamo i vostri prodotti
"Ho gettato la testa di Christina nel fiume"
"Ho gettato la testa di Christina nel fiume"
Nel '93, Jason Massey aveva ucciso e smembrato i corpi di due adolescenti. Nel 2001, già nella camera della morte, aveva rivelato ai familiari dove aveva nascosto i resti