E ora Battisti vuole lo sconto di pena

| C'era un accordo Italia-Brasile in vista dell'estradizione: 30 anni invece dell'ergastolo. Se così fosse, tolti i periodi in carcere, restano "solo" 20 anni da scontare. Decide il 17 maggio la Corte d'Assise di Milano

+ Miei preferiti

Cesare Battisti ritiene che non deve scontare l’ergastolo per i quattro amici per cui fu condannata e infine arrestato in Bolicvia, dopo 37 anni di latitanza dorata. Il terrorista, tramite i suoi avvocati, ha chiesto infatti che venga rispettato il patto stretto tra Italia e Brasile per la sua estradizione, premier Renzi-gentiloni, che prevedeva una pena “non superiore ai 30 anni”. Dall’amontare della pena andrebbero poi tolti gli anni trascorsi in carcere negli Anni 80. L’accordo era stato firmato a ottobre 2017 dal ministro della Giustizia, Andrea Orlando, un modo per aggirare le resistenze della corte suprema del Brasile, prevedeva "che il tempo massimo di esecuzione della pena inflitta non supererà nella sua effettività 30 anni di reclusione, e che il periodo di detenzione sofferto dall'estradato in Brasile ai fini della procedura di estradizione sarà computato nella pena da eseguire in Italia".

Gli avvocati di Battisti hanno calcolato i periti di carcerazione Italia, Francia e Brasile (tra 1979 e 2006), cioè 9 anni, 4 mesi e 6 giorni. Calcolatrice alla mani, dai 30 anni di carcere, ne resterebbero poco più di 20.

C’è un sottile problema giudico da valutare: se Battisti, grazie al Brasile che rinunciò all’estradizione a favore dell’Italia, fu espulso dalla Boliva, vale ancora l’accordo? Gli avvocati dell’ex terrorista dei Pac non hanno dubbi: “Non è in realtà rispettato in nessuna parte l'iter previsto per le espulsioni, che prevede un avviso con interprete, tre giorni per il ricorso, cinque per la risposta, e la "restituzione" al Paese di provenienza, quindi il Brasile e non l’Italia. Dunque, né estradizione, né despulsione e, dovendo individuare un atto che possa legittimare la consegna dell'ex terrorista all'Italia, bisogna rifarsi al patto siglato dal ministro Orlando, quello che prevede l'impegno per una riduzione della pena”. Su questo aspetto si pronuncerà la Corte d'assise d'appello di Milano che si riunirà il 17 maggio.

Cronaca
"Torturato in cella solo perché cattolico"
"Torturato in cella solo perché cattolico"
La terribile disavventura dell'imprenditore italiano Massimo Sacco, arrestato pnegli Emirati Arabi per traffico di droga, in carcere per oltre un anno: "Accusa falsa, in carcere mi hanno picchiato e seviziato, odiano i cristiani"
Ana Bettz, la cantante accusata di riciclaggio
Ana Bettz, la cantante accusata di riciclaggio
Vedova del petroliere Sergio Di Cesare, aveva tentato la carriera artistica senza grande successo. È stata bloccata al confine di Ventimiglia con 300mila euro in contanti, e la Finanza sospetta sia frutto di riciclaggio
Il mostro di Torrazzo vuole sposarsi
Il mostro di Torrazzo vuole sposarsi
Gianfranco Stevanin, il serial killer veronese accusato di omicidio, violenza e occultamento di cadavere, conta di uscire per sposarsi e rifarsi una vita
Nessun colpevole per la strage Erasmus
Nessun colpevole per la strage Erasmus
Per le famiglie delle 13 ragazze che nel 2016 morirono a bordo di un autobus in Spagna, l’ennesimo schiaffo della giustizia spagnola: nessun colpevole. Già annunciato un nuovo appello
Filippine, ucciso manager italiano
Filippine, ucciso manager italiano
Si allunga la lista dei connazionali assassinati o spariti all'estero. I casi di Colombia e Costarica. Gli otto desaparecidos
Il tennista Seppi truffato dal falso broker
Il tennista Seppi truffato dal falso broker
Fabio Gaiatto, definito il Madoff del Veneto, a processo per una 2catena di Sant'Antonio" finita in tragedia per centinaia di risparmiatori che gli avevano affidato i loro denari. La moglie patteggia, prime condanne
Pedofilia, in cella docente modello
Pedofilia, in cella docente modello
Scandalo all'università di Auburn, Alabama. noto professore arrestato in Virginia, era in possesso di di un intento numero di video-pedopronografici forse autoprodotte. Stupore di colleghi e studenti
Tre nomi eccellenti
in un traffico di cannabis
Tre nomi eccellenti<br>in un traffico di cannabis
Alkiviades David, erede della Coca Cola Hellenis e l’attore Jonathan Rhys Meyers, insieme a un loro socio, trasportavano 5000 piantine di cannabis su un aereo privato
Assassina il marito con il Viagra
Assassina il marito con il Viagra
Arrestata la moglie: con l'aiuto del giovane amante una 46enne egiziana ha ucciso il marito sbriciolando 12 pillole blu nel cibo. Ora rischiano la pena di morte
Apre gli occhi prima dell'espianto
Apre gli occhi prima dell
Incredibile risveglio di un 17enne in coma profondo dopo un incidente stradale. I genitori avevano dato l'autorizzazione all'espianto degli organi. Medici increduli. Lorenzo è tornato a scuola