Ecco come agiscono le gang dell'Est minacce ai derubati: "Torna a dormire"

| Carabinieri: 36 colpi accertati, 5 arresti ad Asti, Cuneo e Torino. Sono albanesi specializzati in furti notturni

+ Miei preferiti
Asti, Cuneo e Torino: dopo 36 furti in pochi mesi, i carabinieri hanno sgominato una gang di albanesi, 5 sono finiti in cella. Rubavano di tutto, dalle auto di lusso alle macchinette per cialde di caffè. I carabinieri della Sezione antirapina del Nucleo Investigativo hanno sgominato una banda di albanesi specializzata nei furti con la tecnica del succhiello per svaligiare ville e appartamenti in tre province piemontesi. Sui serramenti delle finestre praticavano un foro, utilizzando per l'appunto un succhiello. Si tratta di un attrezzo da falegname utile a bucare i serramenti. Poi era sufficiente usare una pinza per aprire la finestra. In tre mesi, da marzo a giugno 2016, i furti contestati alla banda sono 36 nelle province di Asti, Cuneo e Torino ma i colpi potrebbero essere molti di più. Quasi tutti i furti sono stati commessi di notte mentre i proprietari dormivano. In qualche occasione, le vittime si sono svegliate ma sono state minacciate di morte e sono state invitate a tornare a letto e a non chiamare le forze dell'ordine. In un'occasione hanno minacciato la figlia minorenne dei proprietari che si era svegliata dicendole: "Torna a letto se vuoi che non ti succeda niente". In un'altra occasione hanno minacciato il proprietario con un punteruolo affinché spegnesse la luce che nel frattempo aveva acceso dopo essersi svegliato costringendolo a girarsi dalla parte opposta al fine di non poterli vedere. La banda rubava di tutto: i gioielli di famiglia, gli orologi, le collezioni di monete, le posate in argento, le fedi nuziali, le macchinette per cialde di caffè e le auto parcheggiate nei garage.
Cronaca
Lasciò un messaggio in una bottiglia lanciata in mare, ritrovata 50 anni dopo da un pescatore
Lasciò un messaggio in una bottiglia lanciata in mare, ritrovata 50 anni dopo da un pescatore
La coca sotto il parrucchino
La coca sotto il parrucchino
Maldestro e quasi comico tentativo di un uomo in arrivo dalla Colombia di nascondere mezzo kg di cocaina sotto il toupé: l’effetto innaturale ha attirato l'attenzione della polizia spagnola
Forse bullizzato, 14enne si lascia stritolare dal treno davanti si compagni di scuola
Forse bullizzato, 14enne si lascia stritolare dal treno davanti si compagni di scuola
Il 'compagno' presidente Kin Jong Un viaggia in Mercedes ultralusso
Il
Vuoi uccidere una donna ebrea? Fatti 15 'canne' e sarai assolto
Vuoi uccidere una donna ebrea? Fatti 15
Caso Vannini, a chi Viola
ha 'coperto le spalle?
Caso Vannini, a chi Viola<br>ha
L'inchiesta-bis sulla morte di Marco Vannini rischia di ribaltare le prime sentenze. L'intercezzione della fidanzata di Federico Ciontoli coincide con la testimonianza di un commerciante. A sparare fu il figlio di Antonio Ciontoli?
Folle shopping, l'ex presidente della Malesia: ha speso 800 mila dollari in un solo giorno a Roma
Folle shopping, l
"In giro c'è un assassino che se la ride"
"In giro c
Ancora ombre sull'omicidio di Sofya Melnyk, uccisa nel novembre 2017. Il suicidio del compagno, Daniel Pascal Albanese, che l'avrebbe uccisa per gelosia, non convince. Sullo sfondo altri uomini. E un giro di soldi mai chiarito
ora Roberta riposi in pace"'>"Non vogliamo i soldi dell'assassino
ora Roberta riposi in pace"
"Non vogliamo i soldi dellora Roberta riposi in pace"' class='article_img2'>
Gli otto familiari di Roberta Ragusa, la donna uccisa dal marito Antonio Logli, rinunciano ai risarcimenti decisi dai giudici. Resteranno ai figli rimasti soli. L'addio su Facebook e il dolore per gli squallidi teatrini in tv
Scienziata Usa uccisa da maniaco sessuale
Scienziata Usa uccisa da maniaco sessuale
A ucciderla un 27enne del posto, che avrebbe perso la testa dopo un’aggressione mentre la donna faceva jogging