Elisa e Massimo, un amore malato

| Nessuna traccia della coppia sparita nei boschi del Piacentino 14 giorni fa. Ma emergono nuovi dettagli sui loro rapporti. Da una parte il "Rambo" follemente innamorato; dall'altra Elisa una ragazza dolce e inquieta

+ Miei preferiti
Di Maria Lopez

Massimo Sebastiani, se è ancora vivo, ha realizzato il suo sogno di vivere nei boschio, come un selvaggio, come un Rambo senza alcun tipo di passato militare. Anelava la libertà dal lavoro, dalla routine, da quella quella palazzina di due piani ingombra di rifiuti e di ogni genere di oggetti. In una sporcizia indescribile, che ricorda l’atteggiamento degli “accumulatori seriali” o schizofrenici gravi non più in grado di controllare la patologia. Eppure Sebastiani aveva amici fidati, una vita sociale intensa e molti lo ammiravano per quella sua attitudine a vivere nei boschi, a mitizzare un “buen ritiro” nella foresta, per vivere “in un bunker” costruito pazientemente nel tempo. Ma dov’è? Nessuno lo sa. Forse lo sapeva Elisa Pomerelli, la ragazza sparita con lui 14 giorni fa, e che con lui condivideva sogni e segreti. Lui era pazzamente innamorato di lei, una volta ci litigò e ne restò sconvolto, tanto da inviare un messaggio vocale disperato a Debora, la sorella di Elisa: “Sono a pezzi…, poi abbiamo chiarito ma sono lo stesso a pezzi…"diceva. Insomma, un amore a senso unico e tormentato. Elisa lavorava nell’agenzia del padre, assicurazioni e finanziamenti, e forse era, anzi è sino a prova contraria, una ragazza inquieta in un senso positivo. Amava la natura e molto meno le scartoffie. L’amicizia con “l’uomo dei boschi” era nata proprio così, per imparare a vivere nella natura, essere autosufficienti, coltivare la terra per quel che basta a sopravvivere, a sfruttare ogni angolo di terra, senza danneggiare il bosco. Un viaggio meraviglioso con questa guida rozza magari ma maniacalmente preparata su ogni tipo di piante, tecniche di costruzione di capanni, creare giacigli di fortuna, esplorare il bosco dove pochi o nessuno si erano mai avvenuterati. Il capanno-bunker era la sua ossessiane. Agli amici ha detto che “era quasi pronto” ma nessuno l’ha mai visto. 

Cosa è successo due domeniche fa tra le 14 e le 15 è il mistero che angoscia i familiari e gli amici. L’ha uccisa, temono gli inquirenti e ora cercano un cadavere. Potrebbe essere ancora viva, spera la sorella, fidando nel folle amore (a senso unico) che l’uomo provava per quella ragazza solare ma con qualche nuvola improvvisa che le oscurava gli occhi azzurri, rendendola inquieta e desiderosa di isolarsi dal mondo. E Massimo, con quelle sue braccia muscolose, le mani come pale, il suo passo forte ed eterno, era il tramite, l’artefice di una fuga verso un mondo immerso solo nella natura. Un elfo del bosco, creatura della terra e scolpito nel legno e nella roccia.

Che fine può avere fatto Elisa? Uccisa nei dintorni della casa di Campogrande, finita nel pollaio dove qualcuno ha bruciato rami e sterpi molto recentemente, gettata nel cofano e sepolta chissà dova, nel cuore del bosco, ipotizzano i carabinieri. I tempi ci sono. Oppure è successo qualcos’altro ancora. Di cui nessuno sa niente. Resta il mistero di un uomo con la felpa, il cappuccio calato sul viso, che cammina nella notte a passo veloce; un gruppo di studenti che era in tenda per il week end, lo vede e si spaventa. I ragazzi si blindano nella enda, aspettando solo che se si allontani. Questione d’istiinto.

Cronaca
Il blitz della cattura di Ghislaine Maxwell
Il blitz della cattura di Ghislaine Maxwell
L’FBI ha confermato che era sulle tracce della complice di Epstein da un anno: era stata individuata due volte, ed è sempre riuscita a sfuggire. Ora inizia la battaglia del suo agguerrito team legale
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Oltre a decine di furti e frodi, Ramon Olorunwa Abbas era un esperto nel “ripulire” grosse somme di denaro frutto di traffici illeciti. Fra le vittime anche un club della Premier League inglese
Il Golden State Killer
si dichiara colpevole
Il Golden State Killer<br>si dichiara colpevole
Ha ammesso stupri e omicidi che per 40 anni hanno tolto il sonno a due contee californiane, in cambio della vita: non salirà sul patibolo, ma sconterà almeno 11 ergastoli dietro le sbarre
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Il 18enne che un anno fa spinse dal balcone un bimbo di sei anni condannato dalla giustizia inglese per omicidio volontario
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Danielle e Kadi hanno raccontato sui social di essere state violentate in albergo ad un anno di distanza una dall’altra. L’artista canadese nega dicendo di avere le prove che in quei giorni si trovava da altre parti, e parte al contrattacco
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
A 16 anni, Siya Kakkar era seguita da milioni di follower in tutto il mondo. Inspiegabili i motivi del gesto: aveva numerosi progetti futuri
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Scarcerata la giovane che ha ucciso il suo violentatore
Dopo due anni di abusi, nel 2018 Chrystul Kizer aveva ucciso l’uomo che la violentava e vendeva ad altri. Al suo fianco si è schierata un’imponente campagna mediatica e di supporto economico
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
NY, cameriera 18enne molestata da clienti e proprietari
Brenna Gonzales, cameriera di una celebre steak-house frequentata dal jet-set newyorkese, ha sporto querela per molestie sessuali ripetute
Zanardi stabile ma ancora grave
Zanardi stabile ma ancora grave
I medici non azzardano supposizioni: il quadro generale parla di “danni importanti” che potrebbero avere conseguenze neurologiche e di vista. Nei prossimi giorni la riduzione della sedazione e le prime valutazioni
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
L’Italia in ansia per Alex Zanardi
Stabile nella notte ma ancora in condizioni gravissime. Attesa per il prossimo bollettino medico. La procura indaga per ricostruire l’accaduto