Elisa e Massimo, un amore malato

| Nessuna traccia della coppia sparita nei boschi del Piacentino 14 giorni fa. Ma emergono nuovi dettagli sui loro rapporti. Da una parte il "Rambo" follemente innamorato; dall'altra Elisa una ragazza dolce e inquieta

+ Miei preferiti
Di Maria Lopez

Massimo Sebastiani, se è ancora vivo, ha realizzato il suo sogno di vivere nei boschio, come un selvaggio, come un Rambo senza alcun tipo di passato militare. Anelava la libertà dal lavoro, dalla routine, da quella quella palazzina di due piani ingombra di rifiuti e di ogni genere di oggetti. In una sporcizia indescribile, che ricorda l’atteggiamento degli “accumulatori seriali” o schizofrenici gravi non più in grado di controllare la patologia. Eppure Sebastiani aveva amici fidati, una vita sociale intensa e molti lo ammiravano per quella sua attitudine a vivere nei boschi, a mitizzare un “buen ritiro” nella foresta, per vivere “in un bunker” costruito pazientemente nel tempo. Ma dov’è? Nessuno lo sa. Forse lo sapeva Elisa Pomerelli, la ragazza sparita con lui 14 giorni fa, e che con lui condivideva sogni e segreti. Lui era pazzamente innamorato di lei, una volta ci litigò e ne restò sconvolto, tanto da inviare un messaggio vocale disperato a Debora, la sorella di Elisa: “Sono a pezzi…, poi abbiamo chiarito ma sono lo stesso a pezzi…"diceva. Insomma, un amore a senso unico e tormentato. Elisa lavorava nell’agenzia del padre, assicurazioni e finanziamenti, e forse era, anzi è sino a prova contraria, una ragazza inquieta in un senso positivo. Amava la natura e molto meno le scartoffie. L’amicizia con “l’uomo dei boschi” era nata proprio così, per imparare a vivere nella natura, essere autosufficienti, coltivare la terra per quel che basta a sopravvivere, a sfruttare ogni angolo di terra, senza danneggiare il bosco. Un viaggio meraviglioso con questa guida rozza magari ma maniacalmente preparata su ogni tipo di piante, tecniche di costruzione di capanni, creare giacigli di fortuna, esplorare il bosco dove pochi o nessuno si erano mai avvenuterati. Il capanno-bunker era la sua ossessiane. Agli amici ha detto che “era quasi pronto” ma nessuno l’ha mai visto. 

Cosa è successo due domeniche fa tra le 14 e le 15 è il mistero che angoscia i familiari e gli amici. L’ha uccisa, temono gli inquirenti e ora cercano un cadavere. Potrebbe essere ancora viva, spera la sorella, fidando nel folle amore (a senso unico) che l’uomo provava per quella ragazza solare ma con qualche nuvola improvvisa che le oscurava gli occhi azzurri, rendendola inquieta e desiderosa di isolarsi dal mondo. E Massimo, con quelle sue braccia muscolose, le mani come pale, il suo passo forte ed eterno, era il tramite, l’artefice di una fuga verso un mondo immerso solo nella natura. Un elfo del bosco, creatura della terra e scolpito nel legno e nella roccia.

Che fine può avere fatto Elisa? Uccisa nei dintorni della casa di Campogrande, finita nel pollaio dove qualcuno ha bruciato rami e sterpi molto recentemente, gettata nel cofano e sepolta chissà dova, nel cuore del bosco, ipotizzano i carabinieri. I tempi ci sono. Oppure è successo qualcos’altro ancora. Di cui nessuno sa niente. Resta il mistero di un uomo con la felpa, il cappuccio calato sul viso, che cammina nella notte a passo veloce; un gruppo di studenti che era in tenda per il week end, lo vede e si spaventa. I ragazzi si blindano nella enda, aspettando solo che se si allontani. Questione d’istiinto.

Cronaca
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
L’allarme è scattato dopo i primi svenimenti per la presenza di monossido di carbonio. Nessuna vittima ma tanta paura per circa 200 giovani che avevano scelto una caverna per una notte di eccessi
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
Rebecca Lynn O’Donnell ha confessato l’omicidio e l’occultamento di cadavere della senatrice dell'Arkansas Linda Collins-Smith, che stava indagando in un giro di pedofilia
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Natalie, Izabel ed Elise Chambers, sono state ritrovate prive di vita in un Suv: Natalie sarebbe morta per overdose, le sue bimbe soffocate dal gran caldo
Una mamma e i suoi due figli trovati in un'auto in un lago
Una mamma e i suoi due figli trovati in un
I corpi di ShaQuia Philpot e i suoi due gemelli, sono stati notati da un pescatore in un lago della Georgia. La polizia indaga per risalire ai motivi di quello che al momento appare come un inspiegabile omicidio-suicidio
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Una donna vittima di stupro nel 2004 nella stessa zona del Portogallo dove è scomparsa la bimba inglese, ha trovato nel racconto di un’altra violenza commessa da Christian Brueckner molte analogie con la sua, rimasta irrisolta
«Naya è morta per salvare il figlio»
«Naya è morta per salvare il figlio»
Nell’attesa degli esiti dell’autopsia sul corpo rinvenuto nelle acque del lago Piru, lo sceriffo ipotizza quella che ritiene la versione più verosimile. Resta da capire se l'attrice sia stata colta da malore