Ergastolo allo stupratore seriale di Manchester

| In 12 anni avrebbe abusato di centinaia di giovani eterosessuali di cui conquistava la fiducia, per poi violentarli nel suo appartamento dopo averli drogati. È stato condannato per 159 capi d’accusa, con 136 stupri

+ Miei preferiti
La polizia e i giudici non hanno avuto dubbi: Reynhard Sinaga è “il più prolifico stupratore seriale nella storia della Gran Bretagna”, e un “malvagio predatore sessuale”. Studente universitario fuori corso di origini indonesiane, Sinaga viveva a Manchester dal 2007: viso da bravo ragazzo di chi dimostra meno dei suoi 36 anni, aria pulita, occhiali, capelli in ordine. Ma dietro questa maschera si nascondeva l’anima violenta e malata di chi per 12 anni ha drogato e violentato uomini.

La condanna all’ergastolo, nell’ultimo dei quattro processi che l’hanno visto alla sbarra, risale allo scorso dicembre, ma solo in queste ore i magistrati hanno reso pubblici gli atti del processo. In due anni e mezzo, fra il 2015 ed il 2017, Sinaga ha adescato 200 uomini, ma il numero è considerato provvisorio, usando sempre la stessa tecnica: sceglieva le sue vittime fra chi aveva bevuto un po’ di più, li avvicinava a tarda notte all’esterno dei locali del centro di Manchester e dopo averli convinti a seguirlo nel suo appartamento li drogava per poi violentarli mentre filmava tutto con una videocamera.

Reynhard Sinaga è stato giudicato colpevole di 159 capi d’accusa per reati sessuali, di cui 136 stupri e otto tentativi, e deve scontare almeno 30 anni prima di poter richiedere la libertà condizionata. 

Le aggressioni di Sinaga sono emerse nel 2017, dopo che una vittima, un ragazzo di 18 anni, si è svegliato con addosso Sinaga: il giovane è riuscito a divincolarsi e, soprattutto, ha afferrato l’iPhone dello stupratore prima di lasciare l’appartamento. Si è rivolto alla polizia, che ha scoperto ben 3,29 terabyte di materiale pornografico sul telefono di Sinaga, l’equivalente di 250 DVD: In alcuni casi le aggressioni duravano diverse ore, una in particolare si è protratta per quasi un giorno intero.

Nelle immagini, le vittime di Sinaga, che di solito erano eterosessuali e spesso studenti, dormono mentre l’ex studente ne abusa, ha riferito una fonte della Procura britannica. Quando la vittima intontita iniziava a svegliarsi, Sinaga la spingeva a terra per continuare l’aggressione.

“Reynhard Sinaga è il più prolifico stupratore nella storia legale britannica - ha commentato Ian Rushton, Vice Procuratore Capo – e le sue sconcertanti abitudini sarebbero senz’altro proseguite, se non fosse stato catturato”.

È stato giudicato colpevole in quattro processi distinti, con i casi divisi in base al numero di vittime e di aggressioni: secondo la polizia, circa 70 uomini non sono ancora stati identificati. Sinaga sceglieva di tenere per sé alcuni effetti personali delle vittime come trofei, e in molti casi dopo l’aggressione cercava un contatto con loro su Facebook. Le vittime hanno raccontato che raramente si sono sentite minacciate: un uomo ha raccontato che sembrava molto affabile e simpatico: “Era una notte come tutte le altre con i miei amici. Quello che non sapevo è che c’era un mostro in agguato, pronto ad approfittare del mio stato di ubriachezza. Voglio che Sinaga riconosca quello che mi ha fatto e mostri un po’ di rimorso, ma dubito che ciò accadrà mai”.

Sinaga ha tentato una difesa, affermando che gli uomini con cui ha fatto sesso avevano in realtà acconsentito e fingevano di essere incoscienti per soddisfare una sua fantasia: “Non è facile per alcune persone dichiararsi gay: probabilmente avevano paura, pensavano, ‘e se la mia ragazza scoprisse che quella notte ero con un uomo?’”

Affermazioni che la difesa ha bollato come “assurde e ridicole”: “Il comportamento non minaccioso di Sinaga ha ingannato molte delle sue vittime. Ma una volta giunti a casa sua, usava le sue vittime come oggetti per soddisfare il proprio piacere”.

Originario dell’Indonesia, nato in una famiglia relativamente benestante, Sinaga era un assiduo frequentatore della chiesa: era entrato nel Regno Unito con un visto per studenti, frequentava l’Università di Leeds e faceva il pendolare da Manchester, dove aveva in affitto un appartamento nel centro della città.

“È incredibile professare con tanto ardore la fede cristiana e commettere allo stesso tempo crimini così malvagi - ha commentato il giudice mentre pronunciava la sentenza - lei è un malvagio predatore sessuale seriale che fermato e punito”.

Dopo il verdetto, il ministro degli Interni del Regno Unito, Priti Patel, ha chiesto una revisione urgente della legislazione sui farmaci spesso usati nei casi di stupro, come il Gamma-idrossibutirrato, più comunemente noto come “GHB”, un potente depressivo.

Galleria fotografica
Ergastolo allo stupratore seriale di Manchester - immagine 1
Ergastolo allo stupratore seriale di Manchester - immagine 2
Cronaca
È morta Kelly Preston,
moglie di John Travolta
È morta Kelly Preston,<br>moglie di John Travolta
L’annuncio dato dall’attore sul suo profilo Facebook: da due anni lottava contro una forma molto aggressiva di cancro al seno. La coppia era sposta da quasi 30 anni
Violentata e uccisa a 8 anni da una coppia
Violentata e uccisa a 8 anni da una coppia
Vika si era allontana da casa dopo aver litigato con i genitori: è diventata la vittima di una coppia che l’ha violentata e soffocata. La donna si è presentata alla polizia per raccontare l’accaduto: “Ho tentato di fermarlo”
Naya Rivera, mistero fitto sulla scomparsa
Naya Rivera, mistero fitto sulla scomparsa
Ancora nessuna traccia del corpo della star di “Glee”, scomparsa nel lago Piru, in California. Secondo alcuni potrebbe essere un caso di suicidio
Coppia di fidanzati fatti a pezzi in un trolley
Coppia di fidanzati fatti a pezzi in un trolley
La valigia, ritrovata su una scogliera da un gruppo di ragazzini, conteneva i resti smembrati di Jessica Lewis e Austin Wenner, di cui non si sapeva nulla da giorni
Il blitz della cattura di Ghislaine Maxwell
Il blitz della cattura di Ghislaine Maxwell
L’FBI ha confermato che era sulle tracce della complice di Epstein da un anno: era stata individuata due volte, ed è sempre riuscita a sfuggire. Ora inizia la battaglia del suo agguerrito team legale
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Lo sfacciato immobiliarista che riciclava denaro sporco
Oltre a decine di furti e frodi, Ramon Olorunwa Abbas era un esperto nel “ripulire” grosse somme di denaro frutto di traffici illeciti. Fra le vittime anche un club della Premier League inglese
Il Golden State Killer
si dichiara colpevole
Il Golden State Killer<br>si dichiara colpevole
Ha ammesso stupri e omicidi che per 40 anni hanno tolto il sonno a due contee californiane, in cambio della vita: non salirà sul patibolo, ma sconterà almeno 11 ergastoli dietro le sbarre
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Londra: condannato il giovane della Tate Modern
Il 18enne che un anno fa spinse dal balcone un bimbo di sei anni condannato dalla giustizia inglese per omicidio volontario
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Justin Bieber cita due donne che lo accusano di stupro
Danielle e Kadi hanno raccontato sui social di essere state violentate in albergo ad un anno di distanza una dall’altra. L’artista canadese nega dicendo di avere le prove che in quei giorni si trovava da altre parti, e parte al contrattacco
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
Suicida una giovanissima star di «TikTok»
A 16 anni, Siya Kakkar era seguita da milioni di follower in tutto il mondo. Inspiegabili i motivi del gesto: aveva numerosi progetti futuri