Evasioni record, cosa non va nel sistema carcerario

| In fuga ergastolano omicida, un travestito dal nome d'arte Tatiana ma nei primi mesi del 2017 tanti criminali hanno preferito andarsene senza rientrare dai permessi

+ Miei preferiti

Giuseppe Taormina, 52 anni, ergastolano detenuto alle Vallette è evaso dal carcere di Torino, dove era atteso nella tarda serata di ieri, lunedì 23 ottobre 2017, alla fine della quarta licenza premio che aveva ottenuto da giudici di sorveglianza nelgli ultimi mesi per la sua "buona condotta".  Era in regime di semilibertà  e lavorava in una comunità assistita nonostante il fine-pena-mai. L'uomo, un travestito noto che aveva come nome d'arte "Tatiana", era stato arrestato nel 1997 a Cannes per truffa, furto e omicidio ed era stato estradato in Italia nel 2006, è ora ricercato ovunque. Insieme a un complice romeno, Daniel Gicu Papuc, all'epoca 28 anni, aveva adescato un commerciante del posto, Jean-Claude Dbjay, lo aveva convinto a dargli il pin del suo bancomat e a prelevare del denaro, dopodiché lo aveva strangolato e aveva gettato il suo corpo nascondendolo in un cartone all'interno di un parco. A dare la notizia è l'Osapp, sindacato autonomo di polizia penitenziaria, per voce del segretario generale Leo Beneduci, che dichiara. "A fronte dell'ennesima evasione, anche se attuata in forma indiretta e non immediatamente dal carcere, anche tenuto  conto del soggetto che ha commesso il reato e delle motivazioni per cui stava scontando una condanna  all'ergastolo, riteniamo che l'episodio costituisca la riprova del fallimento del sistema penitenziario italiano e dell'attuale politica delle carceri in particolare dettata dal guardasigilli Andrea Orlando laddove il particolare privilegio di cui godono in questo momento i detenuti e non chi opera a tutela dello Stato e dei cittadini onesti, come la polizia penitenziaria, non rappresenti più unagaranzia di sicurezza per la collettività nazionale".
Poi la storia di Laura Sulejmanovic, 22 anni, arrestata per omicidio stradale e omissione di soccorso per esser fuggita dopo avere causato un incidente mortale alla guida di un camper, è evasa dalla sezione Icam - le case per mamme detenute con attenuata sorveglianza - del carcere di Torino, dove ha abbandonato la figlia di due anni. Lo rende noto l'Osapp, organizzazione sindacale autonoma di polizia penitenziaria. La giovane ha aperto un cancello nel cortile, dove si trova un'area giochi per i bimbi e l'ha superato mettendosi a correre. Una guardia l'ha seguita ma lei si è dileguata nei campi. La piccola è stata affidata ai servizi sociali che hanno già contatto una famiglia affidataria. La donna era stata arrestata il 12 maggio scorso perché, al volante di un camper aveva investito un uomo di 58 anni, Oreste Giagnotto ed era scappata. L'uomo era morto e solo diverse ore dopo, ricercata dai vigili, Laura si era costituita; era andata in carcere con la figlioletta. Pochi giorni fa un corteo di 300 persone, tra cui anche i familiari di Giagnotto , aveva marciato sul campo rom di via dell'Aeroporto, dove vive la famiglia dell'evasa, chiedendone la chiusura.

Nel corso del  2016 si sono verificate, nelle carceri italiane, 6 evasioni da istituti penitenziari, 34 evasioni da permessi premio, 23 da lavoro all'esterno, 14 da semilibertà e 37 mancati rientri di internati. Nei nei primi 10 mesi del 2017 dati analoghi, con il rischio di chiudere il 2017 con ulteriori dati negativi.
Quindi la fuga da Fossano di Giuseppe Mastini, detto Johnny lo Zingaro un omicida condannato all'ergastolo, un'icona del crimine degli anni '80, ch aveva deciso di fuggire dal carcere. Era l'ennesima volta, la terza dicono i ritagli dei giornali dell'epoca, ma erano trent'anni che non provava più a scappare. Lo ha fatto per amore, ma che importa alle statistiche? Nulla. Solo un segno del degrado e dela calo di tensione che avvolge il sistema carcerario italiano.

Cronaca
Stuprò, uccise e mangiò i resti della sua compagna
Stuprò, uccise e mangiò i resti della sua compagna
Il "cannibale" a processo in Indiana, USA, gioca la carta dell'infermità mentale ma udienza rinviata dopo la deposizione di un teste che poteva influenzare la giuria. Lui:"Tammy non era spaventata, sapeva di dovere morire"
Mini-pilota ruba auto ai genitori e tampona Tir
Mini-pilota ruba auto ai genitori e tampona Tir
Per la seconda volta un bambino di 8 anni di Scels finisce sulle cronache tedesche. Pochi giorni fa era stato sorpreso in autostrada a 140 all'ora, questa volta ha tamponato un Tir. "Arrestato", insulta gli agenti. Madre denunciata
"Le sono stato vicino fino all'ultimo"
"Le sono stato vicino fino all
L'ex fidanzato di Nadia Toffa racconta gli ultimi giorni prima che lei "smettesse di combattere". 10 anni di legame, poi la rottura nel 2017. "Di comune accordo, ma lei era tutto per me"
Stupra la figlia di 2 anni e posta i video in chat
Stupra la figlia di 2 anni e posta i video in chat
Arrestato un 46enne di Treviso, la polizia australiana aveva individuato i frame con il volto dell'uomo, si vedeva anche la targa di un'auto. La Polpost lo ha individuato. un precedente, anni fa, a Torino
Trovato morto Andrea Zamperoni, lo chef di Cipriani NY
Trovato morto Andrea Zamperoni, lo chef di Cipriani NY
Dopo quattro giorni di ricerche, è stato ritrovato senza vita il corpo dello chef di Cipriani Dolce. Una morte sospetta su cui la polizia sta indagando nell’attesa dei risultati dell’autopsia
"Bossetti? Avido e disumano speculatore"
"Bossetti? Avido e disumano speculatore"
Duro intervento della criminologa Anna Vagli contro i sostenitori del muratore di Mapello condannato all'ergastolo per avere ucciso Yara. Deliri innocentisti sul DNA "costruito" in laboratorio
Lo strano incidente della bella biker-influencer
Lo strano incidente della bella biker-influencer
Tiffany Mitchell ha postato su Instagram le foto di un suo "drammatico" incidente con la moto. Ma molti pensano che si sia inventata tutto per acchiappare like e fare pubblicità a un noto marchio di acqua minerale. Lei giura di no
Arrestato un attimo prima della strage
Arrestato un attimo prima della strage
Il cuoco di un hotel secondo l'FBI e la polizia aveva pianificato una strage di massa a Long Beach, nel mirino i suoi ex colleghi e altre potenziali vittime. Sequestrato un arsenale. Aveva perso il lavoro. Cauzione da 500 mila dollari
I diari del mostro pedofilo scuotono la Francia
I diari del mostro pedofilo scuotono la Francia
Un medico 66enne, con precedenti per pedofilia, viene arrestato nel 2017. La polizia scopre sotto un pavimento della sua casa i diari con 200 nomi di bimbi abusati, disegni, foto, vestitini, video, sextoys. Lui: "Abusi ma non stupri"
La pornostar dal set al tunnel dei disperati
La pornostar dal set al tunnel dei disperati
Nei sotterranei di Las Vegas vivono migliaia di disperati, una troupe tv l'ha scoperta per caso, tra sbandati e senzatetto. "Qui sto bene, non ho rimpianti". Aveva abbandonato il porno per fare la modella. Video