GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie

| Si chiamava Phoenix Netts, 28 anni: viveva in un centro di accoglienza per donne dopo un passato come senzatetto e tossicodipendente

+ Miei preferiti
Alla polizia sono bastati due giorni, per risolvere un giallo dai contorni macabri che ha inorridito il Regno Unito in questi giorni. Ha un nome il corpo fatto a pezzi e trovato all’interno di due valigie in un’auto nei boschi della foresta di Dena, a Coleford, nel Glouchestershire, Inghilterra. Si chiamava Phoenix Netts, 28 anni, una delle tante ragazze “perdute”: sognava da sempre di diventare medico, ma quando ha capito di non potercela fare aveva lasciato l’università finendo ben presto nel tunnel della droga. Da qualche mese, dopo diverso tempo trascorso come senzatetto, viveva in una casa accoglienza per donne dove la polizia ritiene sia stata uccisa.

Accusata dell’omicidio è Gareeca Gordon, 27 anni, un’altra giovane dal destino simile a quello di Phoenix: pare che le due, vicine di stanza, avessero litigato furiosamente per alcune dosi di droga poche ore prima della scomparsa di Phoenix. Una terza persona accusata di favoreggiamento, anche se a libero su cauzione, è invece Mahesh Sorathiya, 38 anni: secondo la polizia avrebbe aiutato la Gordon a smembrare il cadavere della giovane cercando poi di farlo sparire nel bosco, probabilmente dietro pagamento di una somma di denaro.

In base alla ricostruzione, confermata dalle immagini di alcune telecamere di sorveglianza della zona, la “Vauxhall Zafira” di Sorathiya, con a bordo la Gordon e parti del cadavere di Phoenix, sarebbe stata vista raggiungere il bosco almeno quattro volte nel giro di poche ore. È stata la polizia a fermare l’auto per un controllo, dopo aver ricevuto la segnalazione di una vettura sospetta che da giorni si aggirava in zona da parte di alcuni residenti: dal bagagliaio proveniva un forte odore nauseabondo che ha insospettito gli agenti.

L’ex fidanzato di Phoenix, che ha preferito limitarsi a dire di chiamarsi Joe, ha commentato la morte della ragazza da Toronto, in Canada, dove vive da qualche anno: “Era molto vulnerabile e facile da sfruttare, ricordo che mangiava pochissimo. Aveva avuto un’infanzia molto travagliata e anni fa era stata violentata da uno spacciatore. Siamo usciti insieme fra il 2009 ed il 2011, quando frequentavamo la Canterbury Christ Church University. Al termine della nostra storia l’ho persa di vista, ma amici comuni con cui sono rimasto in contatto mi avevano raccontato che viveva di espedienti: sono sempre stato convinto che soffrisse di un disturbo post-traumatico da stress mai curato”.

Gareeca Gordon e Mahesh Sorathiya compariranno davanti alla Corte di Bristol il prossimo 4 agosto: devono rispondere a vario titolo di omicidio, vilipendio e occultamento di cadavere.

Galleria fotografica
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie - immagine 1
Cronaca
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
L’allarme è scattato dopo i primi svenimenti per la presenza di monossido di carbonio. Nessuna vittima ma tanta paura per circa 200 giovani che avevano scelto una caverna per una notte di eccessi
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
Rebecca Lynn O’Donnell ha confessato l’omicidio e l’occultamento di cadavere della senatrice dell'Arkansas Linda Collins-Smith, che stava indagando in un giro di pedofilia
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Natalie, Izabel ed Elise Chambers, sono state ritrovate prive di vita in un Suv: Natalie sarebbe morta per overdose, le sue bimbe soffocate dal gran caldo
Una mamma e i suoi due figli trovati in un'auto in un lago
Una mamma e i suoi due figli trovati in un
I corpi di ShaQuia Philpot e i suoi due gemelli, sono stati notati da un pescatore in un lago della Georgia. La polizia indaga per risalire ai motivi di quello che al momento appare come un inspiegabile omicidio-suicidio
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Riconosce il suo stupratore nel killer di Maddie
Una donna vittima di stupro nel 2004 nella stessa zona del Portogallo dove è scomparsa la bimba inglese, ha trovato nel racconto di un’altra violenza commessa da Christian Brueckner molte analogie con la sua, rimasta irrisolta
«Naya è morta per salvare il figlio»
«Naya è morta per salvare il figlio»
Nell’attesa degli esiti dell’autopsia sul corpo rinvenuto nelle acque del lago Piru, lo sceriffo ipotizza quella che ritiene la versione più verosimile. Resta da capire se l'attrice sia stata colta da malore