GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie

| Si chiamava Phoenix Netts, 28 anni: viveva in un centro di accoglienza per donne dopo un passato come senzatetto e tossicodipendente

+ Miei preferiti
Alla polizia sono bastati due giorni, per risolvere un giallo dai contorni macabri che ha inorridito il Regno Unito in questi giorni. Ha un nome il corpo fatto a pezzi e trovato all’interno di due valigie in un’auto nei boschi della foresta di Dena, a Coleford, nel Glouchestershire, Inghilterra. Si chiamava Phoenix Netts, 28 anni, una delle tante ragazze “perdute”: sognava da sempre di diventare medico, ma quando ha capito di non potercela fare aveva lasciato l’università finendo ben presto nel tunnel della droga. Da qualche mese, dopo diverso tempo trascorso come senzatetto, viveva in una casa accoglienza per donne dove la polizia ritiene sia stata uccisa.

Accusata dell’omicidio è Gareeca Gordon, 27 anni, un’altra giovane dal destino simile a quello di Phoenix: pare che le due, vicine di stanza, avessero litigato furiosamente per alcune dosi di droga poche ore prima della scomparsa di Phoenix. Una terza persona accusata di favoreggiamento, anche se a libero su cauzione, è invece Mahesh Sorathiya, 38 anni: secondo la polizia avrebbe aiutato la Gordon a smembrare il cadavere della giovane cercando poi di farlo sparire nel bosco, probabilmente dietro pagamento di una somma di denaro.

In base alla ricostruzione, confermata dalle immagini di alcune telecamere di sorveglianza della zona, la “Vauxhall Zafira” di Sorathiya, con a bordo la Gordon e parti del cadavere di Phoenix, sarebbe stata vista raggiungere il bosco almeno quattro volte nel giro di poche ore. È stata la polizia a fermare l’auto per un controllo, dopo aver ricevuto la segnalazione di una vettura sospetta che da giorni si aggirava in zona da parte di alcuni residenti: dal bagagliaio proveniva un forte odore nauseabondo che ha insospettito gli agenti.

L’ex fidanzato di Phoenix, che ha preferito limitarsi a dire di chiamarsi Joe, ha commentato la morte della ragazza da Toronto, in Canada, dove vive da qualche anno: “Era molto vulnerabile e facile da sfruttare, ricordo che mangiava pochissimo. Aveva avuto un’infanzia molto travagliata e anni fa era stata violentata da uno spacciatore. Siamo usciti insieme fra il 2009 ed il 2011, quando frequentavamo la Canterbury Christ Church University. Al termine della nostra storia l’ho persa di vista, ma amici comuni con cui sono rimasto in contatto mi avevano raccontato che viveva di espedienti: sono sempre stato convinto che soffrisse di un disturbo post-traumatico da stress mai curato”.

Gareeca Gordon e Mahesh Sorathiya compariranno davanti alla Corte di Bristol il prossimo 4 agosto: devono rispondere a vario titolo di omicidio, vilipendio e occultamento di cadavere.

Galleria fotografica
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie - immagine 1
Cronaca
«Epstein si è ucciso, ne sono convinto»
«Epstein si è ucciso, ne sono convinto»
Per la prima volta, parla un detenuto che ha incontrato più volte il finanziere pedofilo, entrato nel programma di prevenzione dei suicidi. «Sapeva che il suo mondo era finito»
Addio a John Peter Sloan
Addio a John Peter Sloan
Il più simpatico e irriverente degli insegnanti di lingua inglese mai apparsi in Italia si è spento all’improvviso in Sicilia, dove aveva scelto di trasferirsi da qualche anno
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
A meno di due giorni dalla riapertura dei locali, il noto centro turistico andaluso epicentro di risse e accoltellamenti
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Un ex militare delle forze speciali americane, vero professionista dei blitz di salvataggio, suo figlio e un terzo uomo. Sono il team che ha pianificato in ogni dettaglio la rocambolesca fuga dal Giappone dell’ex ad di Nissan
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
È l’unica parte del corpo ritrovato della 17enne Wilma Andersson, probabilmente uccisa e decapitata dall’ex fidanzato. A poche ore dall’inizio del processo, la famiglia insiste: “Ridateci quel che resta di nostra figlia”
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Un calciatore turco ha confessato di aver soffocato il figlio nel letto dell’ospedale facendo credere ai medici che era in preda ad una crisi respiratoria. La verità pochi giorni dopo: “Non lo sopportavo”
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
Belly Mujinga, bigliettaia alla Victoria Station, era stata affrontata da un uomo che diceva di essere infetto: è morta due settimane dopo in ospedale
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Alla scomparsa della donna, nel 2018, era seguita una richiesta di riscatto. Ma per la polizia si trattava soltanto di un depistaggio. Il ricco imprenditore nel settore dell’energia arrestato a casa
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La famiglia di Amber Ryan aveva chiesto l’intervento delle forze dell’ordine perché da diversi giorni aveva perso sue notizie: gli agenti hanno trovato il marito intento a smembrarne il corpo. La coppia era segnalata per violenze familiari
Canada, vestito da poliziotto uccide 16 persone
Canada, vestito da poliziotto uccide 16 persone
L’inspiegabile notte di follia di un dentista, che ha seminato morte in più punti di un tranquillo paesino della Nuova Scozia. È stato ucciso in un conflitto a fuoco dopo una notte di frenetica caccia all’uomo