GB, sette uomini condannati per stupro

| Dopo quattro settimane di processo, la giuria ha dichiarato colpevoli di stupro e violenze sette uomini che avevano preso di mira alcune ragazzine, costringendole ad avere rapporti con l’uso di droga e minacce

+ Miei preferiti
Dopo 12 ore e 49 minuti, la giuria della Crown Court di Leeds ha condannato sette uomini accusati di aver abusato di ragazzine fra i 12 e i 15 anni. Sul capo degli imputati, Usman Ali, Banaras Hussain, Abdul Majid, Gul Riaz, più altri tre i cui nomi non sono stati resi pubblici per motivi legali, ben 12 capi d’accusa fra cui stupro, aggressione e sequestro di persona.

È la fine di un caso che ha sconvolto il Regno Unito, accaduto nella tranquilla Huddersfield, suggestiva città medievale del West Yorkshire, in Inghilterra. Gli uomini, tutti di origine pakistana ma con cittadinanza inglese, avevano preso di mira delle ragazzine che attiravano con modi gentili, per poi trasformarsi in aguzzini: tutte sono state sottoposte a pressioni psicologiche e costrette ad assumere droghe prima di subire “violenze spaventose”, si legge nella sentenza.

La corte ha ascoltato il procuratore Kate Batty, che ha dichiarato che gli abusi avvenivano in auto, hotel e appartamenti, fra cui quello di un uomo “coinvolto nel traffico di stupefacenti e in possesso di una pistola”.

La prima vittima era stata presentata a uomini più anziani da un compagno di scuola: è stata minacciata, intimidita e picchiata. “Era terrorizzata e non vedeva alcuna via d’uscita”. La famiglia della ragazzina ha cercato in tutti i modi di tenerla al sicuro e in più occasioni si è rivolta alla polizia e ai servizi sociali, ma all’epoca, “forse le autorità non avevano la comprensione che hanno ora per l’adescamento e lo sfruttamento sessuale dei bambini. Alla fine, i servizi sociali hanno detto alla famiglia che probabilmente alla ragazza tutto questo piaceva, se continuava a frequentare quella gente”.

Un’altra vittima ha raccontato di essere stata scaraventata per strada da un’auto in corsa con i pantaloni abbassati, dopo essere stata costretta a fare sesso con due o tre uomini: “Era ubriaca e drogata. Aveva solo 15 anni”.

Ali, noto anche come Johnny, 34 anni, Hussain, 39, Riaz, detto “Saj”, 43 anni, e Majid, detto “Smikey”, 35, sono stati condannati per stupro, aggressione, riduzione in schiavitù e sequestro di persona.

Michael Quinn, del “Crown Prosecutor Service”, ha dichiarato: “Al centro di questo caso ci sono le due vittime, che hanno sofferto immensamente a causa degli abusi subiti. Dobbiamo tutto al loro grande coraggio: hanno denunciato, assistito al processo e sostenuto le accuse in un modo che dev’essere da esempio per tutti. Spero sinceramente che le condanne contribuiscano in qualche modo ad aiutare queste giovani donne a ricostruire la loro vita”. Dello stesso avviso Richard McNamara, ispettore capo di polizia del distretto di Kirklees: “Gli uomini coinvolti in questi reati hanno derubato le vittime della loro infanzia e hanno abusato di loro in modo davvero spaventoso. È difficile immaginare l’impatto emotivo degli abusi subiti, ma è chiaro che il coraggio di queste ragazzine ha contribuito a eliminare dalle nostre strade soggetti altamente pericolosi”.

Galleria fotografica
GB, sette uomini condannati per stupro - immagine 1
Cronaca
Luca ed Edith sono liberi
Luca ed Edith sono liberi
I due giovani, scomparsi nel dicembre 2018 in Burkina Faso, sarebbero riusciti a evadere dal luogo dove una banda li teneva prigionieri. A breve il rientro in Italia
Chelsea Manning tenta il suicidio
Chelsea Manning tenta il suicidio
L’ex gola profonda di WikiLeaks, tornata dietro le sbarre lo scorso anno, rifiuta categoricamente di comparire davanti alla corte federale
Aperto il processo per la strage del volo MH17
Aperto il processo per la strage del volo MH17
In Olanda, in un’aula allestita nella zona dell’aeroporto Schiphol di Amsterdam, le prime battute del processo contro 4 persone sospettate di aver ucciso le 298 persone a bordo
La fuga dalla quarantena di Ekaterina
La fuga dalla quarantena di Ekaterina
Le autorità della Crimea hanno emesso un mandato di cattura per una ragazza che prima degli esisti del terzo e ultimo tampone è fuggita dall’ospedale in cui era in quarantena
Arrestati i ladri della villa di Tamara Ecclestone
Arrestati i ladri della villa di Tamara Ecclestone
Sarebbero madre e figlio di origine rumena: negano ogni accusa, ma lei è stata arrestata con addosso orecchini preziosissimi, e nell’abitazione del figlio sono stati trovati diversi accessori griffati dell’ereditiera
Strangolata a 6 anni dal vicino di casa
Strangolata a 6 anni dal vicino di casa
La piccola Faye Swetlik era scomparsa dal giardino di casa, in South Carolina: è stata ritrovata senza vita tre giorni dopo. A poche ore di distanza, un vicino su cui la polizia iniziava a sospettare si è ucciso
Muore il padre di Meredith Kercher
Muore il padre di Meredith Kercher
Il papà della studentessa uccisa a Perugia coinvolto forse in un tentativo di scippo o l’investimento di un pirata della strada. Ricoverato in ospedale, è morto pochi giorni dopo
Tre morti e due bambini scomparsi: il giallo che inquieta l’America
Tre morti e due bambini scomparsi: il giallo che inquieta l’America
Lori Vallow, moglie e sorella di due uomini uccisi in circostanze strane, è fuggita con il nuovo marito, la cui ex moglie è morta poco dopo. Ma dei due figli della donna non c’è più traccia da settembre
Hackerate le email di Ghislaine Maxwell
Hackerate le email di Ghislaine Maxwell
Il timore è che numerose email scambiate fra la reclutatrice di minorenni per conto di Jeffrey Epstein e personaggi in vista siano resi noti dai media, scatenando un vero cataclisma di proporzioni mondiali
L’incredibile caso dei pedofili di Rotherham
L’incredibile caso dei pedofili di Rotherham
Per decenni, gang di pakistani hanno sequestrato e violentato minorenni, ma la polizia non è mai intervenuta per evitare tensioni razziali. È l’allucinante conclusione di un’inchiesta conclusa in questi giorni