Giordana via per la multa ma ora rischiano altri politici e funzionari

| L'addio del capo di gabinetto del sindaco Appendino mette a fuoco la linea M5s Di Maio-Di Battista: "Chi sbaglia se ne va"

+ Miei preferiti

A proposito di multe cancellate. Una procura piemontese avrebbe concluso le indagini su una multa di svariate centinaia di euro  euro comminata dai vigili urbani ad alcuni attivisti di un partito poco prima delle elezioni di due anni fa, per la violazione degli spazi elettorali, mentre altri partiti, colpevoli della stessa violazione, le sanzioni le avevano invece regolarmente pagate. Ma c'è di più. Uno dei responsabili della polizia locale era stato contattato per "risolvere la questione" e su ogni passaggio c'è il riscontro su una chat già acquisita dagli inquirenti. La chiusura indagini è questione di giorni. Così vedremo se  il "metodo Giordana" ("Chi sbaglia se ne va", ha detto Di Maio) verrà applicato anche in Piemonte. "Noi in due ore facciamo dimettere chi si fa condonare una multa mentre al governo Renzi e Gentiloni fanno sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi, quella che chiedeva ad Unicredit di salvare la banca di suo padre". Lo afferma Luigi Di Maio a margine dell'incontro con i pescatori al porticciolo della Bandita, in Sicilia in questi ultimi giorni di tour elettorale. "Sono due atteggiamenti diversi e questo farà sempre la differenza tra noi e loro", aggiunge. Il riferimento è alle dimissioni di Paolo Giordana, capo di gabinetto della sindaca di Torino, Chiara Appendino, che ieri ha rassegnato le dimissioni dopo al presidente dell'azienda trasporti Gtt per far togliere una multa a un amico. In realtà, non è stato tutto così immediato. Poi l'ultimayum dei consiglieri comunali dell'ala ortodossa "O si dimette o chiediamo noi le dimissioni". Guiordana aveva replicato: "Sono convinto della correttezza del mio operato, e lo dimostrerò nelle sedi opportune – scrive Paolo Giordana - mi preme, più che ogni altra cosa, tutelare la Città di Torino e l'Amministrazione. Per questa ragione ho prontamente rassegnato le dimissioni nelle mani della sindaca".
APPENDINO RINGRAZIA PAOLO GIORDANA
Subito la replica del sindaco M5s:
"Accetto
 le dimissioni di Paolo Giordana, sono umanamente dispiaciuta per la persona. Lo ringrazio di aver messo al primo posto l'interesse della Città". Quindi il commento di Alessandro Di Battista, il front-man del movimento più popolare: "Ciò che ha fatto Paolo Giordana è inaccettabile ma se tutti i partiti adottassero questo parametro nel Pd ne resterebbero solo in 4". Molto presto vedremo se si tratta di propaganda o di realtà. "Accetto le dimissioni di Paolo Giordana, sono umanamente dispiaciuta per la persona, lo ringrazio di aver messo al primo posto l'interesse della Città". E' la dichiarazione della sindaca Chiara Appendino, alla decisione comunicata dal capo di gabinetto al termine dell'interrogatorio dai pm. La decisione di Giordana - conferma l'Ansa - è stata decisa dopo che sono stati resi noti i verbali delle telefonate con il presidente di Gtt per chiedere la cancellazione di una multa di un amico su un bus: un modo per far rispamiare 90 euro. La conversazione risale a luglio 2017. "Per carità, i controllori sono tanto bravi però un po' troppo, come dire, quadrati. Praticamente un mio amico era sul pullman che stava per timbrare il biglietto e il controllore l'ha fermato dicendogli "lo deve timbrare 5 minuti fa, 1 minuto fa, 30 secondi fa. Adesso le devo fare la multa. Non è tanto carina come cosa. Cosa possiamo fare?". Ceresa ribatte chiedendo a Giordana se ha la multa. Una volta ricevuto il fatidico sì, l'Add di Gtt promette di poterci pensare lui: "Sì, sì, non gli arriverà la multa". Quel breve colloquio era finito nelle carte dell'inchiesta di Gtt per falso in bilanci. Ora tocca alla procura a valutare se ne comportamento del capo di gabinetto della sindaca, tenendo conto anche della posizione di Ceresa, ci siano (o no) risvolti penali. 

Cronaca
Il Regno Unito commosso per la storia di Chloe e Adam
Il Regno Unito commosso per la storia di Chloe e Adam
Erano fidanzati da meno di un anno: lei si è uccisa impiccandosi senza lasciare un biglietto che spiegasse il gesto. Sei giorni dopo lui l’ha seguita gettandosi sotto un treno
Arrestato il mandante dell’omicidio
di Daphne Caruana Galizia
Arrestato il mandante dell’omicidio<br>di Daphne Caruana Galizia
Si tratta di Yorgen Fenech, spregiudicato proprietario di casinò e a capo di una cordata che si è aggiudicata un appalto miliardario, ma soprattutto collettore di tangenti che spartiva con alcuni ministri maltesi
Francia: il più grande caso di pedofilia
Francia: il più grande caso di pedofilia
Joël Le Scouarnec, chirurgo pediatrico, avrebbe abusato di oltre 250 bambini in quasi vent’anni di attività, malgrado una denuncia per possesso di materiale pedopornografico
Arrestato il fondatore del Cirque du Soleil
Arrestato il fondatore del Cirque du Soleil
Guy Laliberté sarebbe trattenuto dalla polizia a Tahiti: nel suo atollo privato è stata rinvenuta una grande piantagione di cannabis. La vita esagerata di un eccentrico ex artista di strada diventato miliardario
Francia, 800 kg di cocaina riconsegnati dal mare
Francia, 800 kg di cocaina riconsegnati dal mare
Dal 18 ottobre scorso, su un lungo tratto della costa atlantica francese si susseguono i ritrovamenti di panetti di cocaina purissima. L’inchiesta della procura per adesso si limita a supposizioni
Lo scontro di due aerei militari causato da un selfie
Lo scontro di due aerei militari causato da un selfie
È accaduto nel dicembre dello scorso anno al largo delle coste giapponesi: l’inchiesta ha accertato che un pilota si stava scattando dei selfie, mentre l’altro leggeva un libro
Trovato morto il fondatore dei White Helmets
Trovato morto il fondatore dei White Helmets
Ex agente segreto britannico, Jack Le Mesurier aveva creato una ong che agisce nei teatri di guerra siriani. Pochi giorni fa la Russia l’aveva accusato di terrorismo
Nuovi guai per Roman Polanski
Nuovi guai per Roman Polanski
Nel 1975, la giovane Valentine Monnier fu violentata senza pietà dal regista in uno chalet di Gstaad: 44 anni ha raccontato tutto, spinta proprio dall’ultimo film di Polanski
La coppia diabolica che sognava sesso e sangue
La coppia diabolica che sognava sesso e sangue
Paul e Angela, due amanti inglesi, hanno eliminato il ricco marito di lei per poter vivere insieme. A loro carico una serie di messaggi agghiaccianti in cui sognavano di fare sesso nel sangue del marito
Germania, finta dottoressa arrestata per quattro morti
Germania, finta dottoressa arrestata per quattro morti
Ha lavorato per quattro anni in ospedale, dove aveva presentato una documentazione falsa: è accusata di quattro decessi e otto persone ferite in modo grave