Gli scatti che fanno la storia

| Torino ospita 150 fotografie vincitrici del World Press Photo, il prestigioso concorso nato per difendere il diritto di raccontare la verità

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Il mondo non cambierà mai invano, finché ci sarà qualcuno a scattare una foto. È in fondo questa, la lezione che tramanda di generazione in generazione il "World Press Photo", il più prestigioso concorso di fotografia del mondo, nato a Amsterdam nel lontano 1955 per salvare l'idea scomoda del fotogiornalismo, e insieme la libertà di informazione, di inchiesta e di espressione, principi oggi inalienabili per buona parte del mondo.

Un concorso che rappresenta un traguardo prestigioso per chiunque ami raccontare storie senza bisogno di parole, che ogni anno riunisce gli scatti, spesso cruenti, di testate come National Geographic, BBC, CNN, Le Monde, Times, The Guardian, New York Times ed El Pais, prestigiose testate che fanno di tutto per assicurarsi una delle categorie in cui è suddiviso il concorso: Contemporary Issues, Environment, General News, Long-Term Projects, Nature, People, Sports e Spot News.

L'edizione del 2017, partita dalla monumentale cifra di 80.000 foto, scattate da 5.034 fotografi di tutto il mondo, ha premiato "An Assassination in Turkey - Mevlüt Mert Altıntaş", crudissimo e attuale scatto di Burhan Ozbilici, 59 anni, fotografo dell'agenzia di stampa americana "Associated Press", che il 19 dicembre 2016 ha ripreso i drammatici attimi del gesto di Mevlut Mert Altinas, agente fuori servizio che aveva appena freddato l'ambasciatore russo in Turchia. Un'immagine entrata direttamente nei libri di storia, una delle testimonianze più efficaci dei profondi mali che tolgono la pace a questo pianeta. Uno scatto che ha richiesto anche un enorme sangue freddo da parte di Ozbilici, capace di impugnare la macchina fotografica mentre intorno a lui si scatenava l'inferno.

Ed è stato proprio il fotoreporter turco, l'ospite che inaugurato una mostra, dedicata al "World Press Photo", ospitata da venerdì 3 a domenica 26 novembre negli spazi del Mastio della Cittadella di Torino, l'ex fortezza sabauda all'angolo fra corso Galileo Ferrari e via Cernaia.

La mostra, articolata in 150 foto, tutte vincitrici del prestigioso concorso fotografico, sono state selezionate per l'occasione da una giuria internazionale e portate a Torino da "Cime", con il sostegno del brand "Lancia Ypsilon" e il patrocinio di Comune e Regione Piemonte.

Quattro gli scatti di fotoreporter italiani in mostra: Antonio Gibotta, autore di "Infarinati", Francesco Comello, con "Isola della salvezza", Alessio Romenzi, autore di "Non prendiamo prigionieri" e Giovanni Capriotti, vincitore del primo premio per la categoria Sport, nella sezione ‘Storie'.

 

GLI EVENTI

VENERDÌ 3 NOVEMBRE

Ore 18.00: inaugurazione (su invito) con le istituzioni e Burhan Ozblici, vincitore del World Press Photo of the Year 2017.

Ore 20.00: apertura al pubblico.

SABATO 4 NOVEMBRE

Apertura straordinaria fino alle 24.00 in occasione della Notte delle Arti

Ore 17.00: Public Lecture con Burhan Ozblici

Ore 21.30: Live concert - Estel Luz.

GIOVEDÌ 9 NOVEMBRE

Ore 19.30: USA 2017, politica, società e cultura dell'America di oggi, con Stephen Amidon, Andrea Marinelli e Lorenzo Pregliasco.

VENERDÌ 10 NOVEMBRE

Ore 19.00: GOONJ (Italia) - Sonorizzazione speciale della Mostra.

SABATO 11 NOVEMBRE

Ore 16.00: Public Lecture con Antonio Gibotta

Vincitore del World Press Photo 2017 - 2° premio Storie, categoria People.

GIOVEDì 16 NOVEMBRE

Ore 18.30: Caporetto 100 anni dopo: La storia della "Dodicesima battaglia sull'Isonzo".

VENERDÌ 17 NOVEMBRE

Ore 19.00: KORA SAX DUO (Italia / Senegal), intervento musicale di Gianni Denitto e Cheikh Fall.

SABATO 18 NOVEMBRE

Ore 17.00: Public Lecture con Francesco Comello

Vincitore del World Press Photo 2017 – 3° premio, categoria Daily Life Stories.

GIOVEDÌ 23 NOVEMBRE

Ore 20.30: Presentazione del libro "Non è lavoro, è sfruttamento", con l'autrice Marta Fana e Maurizio Landini.

VENERDÌ 24 NOVEMBRE

Ore 19.00: Quintetto Pentafiati (Italia) Musica classica e contemporanea.

SABATO 25 NOVEMBRE

Ore 17.00: Public Lecture con Mathieu Willcocks

Vincitore 3° premio, categoria Spot News.

DOMENICA 26 NOVEMBRE

Ore 18.00: Serata Conclusiva

 

Info pratiche

WORLD PRESS PHOTO

Mastio della Cittadella di Torino

3 - 26 novembre 2017

Orari

Lunedì-mercoledì 10-20, giovedì-domenica 10-22

Biglietti

Intero: 8,50 euro

Ridotto: 6,50 euro per under 25 e over 65, muniti di documento.

Ridotto scuole: 5 euro (previa prenotazione).

Abbonamento "torna quando vuoi": 15 euro.

Gratuito per accompagnatori di visitatori diversamente abili.

Informazioni:

Web: www.worldpressphototorino.it

E-mail: info@worldpressphototorino.it

Facebook: www.facebook.com/WorldPressPhotoTorino

Instagram: www.instagram.com/worldpressphototorino
Telefono:
+39.3339471590

Cronaca
Edmund ed Eduard, ladri gemelli
Edmund ed Eduard, ladri gemelli
In un continuo scambio di identità, confondevano con la loro somiglianza anche le videocamere. Presi a Rovigo dopo una lunga catena di furti. Via al processo, ma i colpi sarebbero centinaia
Svastiche sui sopravvissuti dei lager
Svastiche sui sopravvissuti dei lager
Sfregiate le fotografie dei reduci esposte nel centro di Vienna, ennesimo episodio di antisemitismo da parte di gruppi filo-nazisti
Sesso con cani, quattro donne denunciate
Sesso con cani, quattro donne denunciate
Cercavano animali di grossa taglia per coinvolgerli in rapporti sessuali singoli o di gruppo, poi se ne liberavano. Il caso scoperto dall'associazione Aidaa. Scambi di foto su chat animal sex. Fingevano di volerli adottare dai canili
"Torturato in cella solo perché cattolico"
"Torturato in cella solo perché cattolico"
La terribile disavventura dell'imprenditore italiano Massimo Sacco, arrestato pnegli Emirati Arabi per traffico di droga, in carcere per oltre un anno: "Accusa falsa, in carcere mi hanno picchiato e seviziato, odiano i cristiani"
Ana Bettz, la cantante accusata di riciclaggio
Ana Bettz, la cantante accusata di riciclaggio
Vedova del petroliere Sergio Di Cesare, aveva tentato la carriera artistica senza grande successo. È stata bloccata al confine di Ventimiglia con 300mila euro in contanti, e la Finanza sospetta sia frutto di riciclaggio
Il mostro di Torrazzo vuole sposarsi
Il mostro di Torrazzo vuole sposarsi
Gianfranco Stevanin, il serial killer veronese accusato di omicidio, violenza e occultamento di cadavere, conta di uscire per sposarsi e rifarsi una vita
Nessun colpevole per la strage Erasmus
Nessun colpevole per la strage Erasmus
Per le famiglie delle 13 ragazze che nel 2016 morirono a bordo di un autobus in Spagna, l’ennesimo schiaffo della giustizia spagnola: nessun colpevole. Già annunciato un nuovo appello
Filippine, ucciso manager italiano
Filippine, ucciso manager italiano
Si allunga la lista dei connazionali assassinati o spariti all'estero. I casi di Colombia e Costarica. Gli otto desaparecidos
Il tennista Seppi truffato dal falso broker
Il tennista Seppi truffato dal falso broker
Fabio Gaiatto, definito il Madoff del Veneto, a processo per una 2catena di Sant'Antonio" finita in tragedia per centinaia di risparmiatori che gli avevano affidato i loro denari. La moglie patteggia, prime condanne
Pedofilia, in cella docente modello
Pedofilia, in cella docente modello
Scandalo all'università di Auburn, Alabama. noto professore arrestato in Virginia, era in possesso di di un intento numero di video-pedopronografici forse autoprodotte. Stupore di colleghi e studenti