Guadalajara, fossa comune con 65 morti

| Erano stati sepolti da poco, chiusi in sacchi neri dei rifiuti. Alcuni erano sembrati. I periti forensi al lavoro, 14 già identificati. Resa dei conti del cartello di Jalisco contro i rivali. Un fiume di sangue

+ Miei preferiti

Nello stato di Jalisco, luogo del ritrovameto di decine di cadaveri, operano alcuni dei più violenti Messico, ruppi criminali messicani legati al traffico di droga. I killer die narcos, inquadrati in formazioni para-militari, potentemente armati e dotati di mezzi blindati e diana rete logistica digitale, hanno già ucciso centinaia di persone. Alcine appese ai viadotti dell’autostrada, mostrando corpi sembrati e torturati. Ora il secondo caso mentre infuria la guerra tra i cartelli Jalisco Nueva Generación e Nueva Plaza.

ll ritrovamento risale a martedì 3 Settembre 2019, chiusi in 119 sacchi neri e sotterrati nei campi poco fuori la città di Guadalajara, dei resti umani smembrati. I cadaveri erano in prossimità del quartiere La Primavera, nel comune di Zapopan, situato nello stato messicano di Jalisco. Nelle ultime ore gli esperti sono riusciti a risalire alle identità di 44 corpi. I resti sono stati individuati dopo che i residenti hanno cominciato a lamentarsi per il cattivo odore che si sentiva nella zona.

Gli esperti forensi sono riusciti a ricomporre otto cadaveri ma il numero totale dei corpi presenti sul luogo è ancora al momento sconosciuto, potrebbero essere 65 secondo una fonte della polizia. I lavori di scavo continuano e, molto probabilmente, i resti umani sono destinati ad aumentare. Macedonio Tamez Guajardo, coordinatore strategico della sicurezza del comune, ha dichiarato: “È un lavoro forense molto complicato, perché è necessario prima assemblare i corpi quando possibile e poi procedere all’identificazione”.

 

Cronaca
«Epstein si è ucciso, ne sono convinto»
«Epstein si è ucciso, ne sono convinto»
Per la prima volta, parla un detenuto che ha incontrato più volte il finanziere pedofilo, entrato nel programma di prevenzione dei suicidi. «Sapeva che il suo mondo era finito»
Addio a John Peter Sloan
Addio a John Peter Sloan
Il più simpatico e irriverente degli insegnanti di lingua inglese mai apparsi in Italia si è spento all’improvviso in Sicilia, dove aveva scelto di trasferirsi da qualche anno
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
Malaga, la Fase 2 è quella delle risse
A meno di due giorni dalla riapertura dei locali, il noto centro turistico andaluso epicentro di risse e accoltellamenti
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
GB: identificata la ragazza fatta a pezzi in due valigie
Si chiamava Phoenix Netts, 28 anni: viveva in un centro di accoglienza per donne dopo un passato come senzatetto e tossicodipendente
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Arrestata la squadra che ha fatto fuggire Ghosn
Un ex militare delle forze speciali americane, vero professionista dei blitz di salvataggio, suo figlio e un terzo uomo. Sono il team che ha pianificato in ogni dettaglio la rocambolesca fuga dal Giappone dell’ex ad di Nissan
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
La testa nella valigia che sconvolge la Svezia
È l’unica parte del corpo ritrovato della 17enne Wilma Andersson, probabilmente uccisa e decapitata dall’ex fidanzato. A poche ore dall’inizio del processo, la famiglia insiste: “Ridateci quel che resta di nostra figlia”
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Turchia, uccide il figlio malato di Covid-19
Un calciatore turco ha confessato di aver soffocato il figlio nel letto dell’ospedale facendo credere ai medici che era in preda ad una crisi respiratoria. La verità pochi giorni dopo: “Non lo sopportavo”
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
GB: le sputa addosso un malato di coronavirus, muore dopo 2 settimane
Belly Mujinga, bigliettaia alla Victoria Station, era stata affrontata da un uomo che diceva di essere infetto: è morta due settimane dopo in ospedale
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Il magnate Tom Hagen accusato di aver ucciso la moglie
Alla scomparsa della donna, nel 2018, era seguita una richiesta di riscatto. Ma per la polizia si trattava soltanto di un depistaggio. Il ricco imprenditore nel settore dell’energia arrestato a casa
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La polizia fa irruzione mentre tenta di fare a pezzi il corpo della moglie
La famiglia di Amber Ryan aveva chiesto l’intervento delle forze dell’ordine perché da diversi giorni aveva perso sue notizie: gli agenti hanno trovato il marito intento a smembrarne il corpo. La coppia era segnalata per violenze familiari